Studio Ghibli: Influenza occidentale e Giappone postbellico

di Silvia Letizia Commenta

Il produttore dello Studio Ghibli Toshio Suzuki ha rilasciato alcuni commenti, il mese scorso, a proposito dell’influenza occidentale sui prodotti d’animazione giapponese, come parte della campagna avviata per sponsorizzare la prossima uscita in Blu-ray dei classici dello Studio Ghibli Una tomba per le lucciole e Il mio vicino Totoro. Toshio Suzuki ha anche espresso il suo pensiero a proposito della sconfitta del Giappone nella Seconda Guerra Mondiale.

Toshio Suzuki all’inizio della sua dichiarazione ha parlato del significato dell’espressione giapponese Seiyō-kabure, una modo di dire irrispettoso per indicare l’influenza occidentale sulla cultura giapponese. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, infatti, stando all’opinione di Toshio Suzuki, l’origine di questa influenza si è spostata dagli Stati Uniti all’Europa, con il suo profondo bagaglio storico e culturale. Gli stessi registi fondatori dello Studio Ghibli, Hayao Miyazaki e Isao Takahata non si sono sottratti al fenomeno e non costituiscono un’eccezione. Infatti, entrambi hanno lavorati a serie animate come Heidi, la bambina delle Alpi e Marco degli Appennini, entrambi ambientati in Europa.

In ogni modo, come Suzuki ha voluto sottolineare, entrambi i registi hanno cominciato a creare, successivamente, titoli con protagonisti giapponesi e ambientazione giapponese e, quotando lo stesso Hayao Miyazaki, il produttore ha detto di sentire un debito nei confronti del Giappone e che lo voleva ripagare, proprio con opere come Una tomba per le lucciole e Il mio vicino Totoro.

Infine, Suzuki, ha citato a una frase che gli è stata detta da qualcuno del quale il produttore non ha fatto il nome, ma che è rimasta profondamente impressa nella sua mente. “È un bene che il Giappone abbia perso la guerra. Se avesse vinto, credo che sarebbe diventato un paese orribile”.

I lungometraggi dello Studio Ghibli Il mio vicino Totoro e Una tomba per le lucciole usciranno in Blu-ray singolarmente e in un set speciale in Giappone il 18 Luglio di quest’anno.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]