Short Peace: un progetto della Genga Exhibition di Katsuhiro Otomo

di Silvia Letizia Commenta

Il mese prossimo si terrà una mostra dal titolo Genga Exhibition di Katsuhiro Otomo. Mercoledì di questa settimana il sito ufficiale della mostra ha svelato che un progetto che comprende argomenti eterogenei e di portata generale dal titolo Short Peace farà il suo debutto il prossimo anno. Il progetto metterà insieme i migliori creatori che al momento rivestono il ruolo di leader nel settore dell’animazione giapponese e che esploreranno possibili future e differenti vie di espressione.

Il progetto includerà anche Hi no Youjin (Infiammabile) il cortometraggio animato ambientato in Giappone nel periodo Edo (1603-1868), personalmente diretto dallo stesso Katsuhiro Otomo presso lo studio d’animazione Sunrise.

Short Peace, il titolo del progetto, era già stato il titolo scelto da Otomo per una serie di corti cartacei che aveva pubblicato per la prima volta negli anni settanta.

Sabato, lo stesso Otomo, ha cominciato la pubblicazione di una nuova serie di fantascienza a colori dal titolo DJ Teck no Morning Attack sulla rivista Geijutsu Shincho. L’autore ha rivelato in un intervista rilasciata alla stessa rivista che sta progettando il suo primo manga per una rivista di shōnen manga: si tratterebbe anche della sua prima serie di lunga durata dai tempi di Akira.

I manga di Katsuhiro Otomo hanno ispirato un’antologia di lungometraggi animati dal titolo Memories. Otomo ha scritto la storia di tutte e tre le parti di Memories intitolate rispettivamente Kanojo no Omoide, Saishū Heiki e Taihō no Machi e ha personalmente diretto Taihō no Machi. Koji Morimoto (Beyond di The Animatrix, Jigen Bakudan di Genius Party) ha diretto Kanojo no Omoide e Tensai Okamura (Wolf’s Rain, Darker than BLACK – Kuro no Keiyakush, Blue Exorcist) ha diretto Saishū Heiki.

Katsuhiro Otomo ha cominciato la sua carriera come mangaka come lavori come Domu e Kibun wa mō Sensō e col primo titolo che l’ha reso famoso a livello internazionale, Akira. Successivamente ha cominciato a lavorare nel campo dell’animazione come regista, dirigendo una parte di Robot Carnival e digirendo un’adattamento animato del suo stesso manga di Akira. Otomo ha diretto anche altri progetti d’animazione come il cortometraggio Gundam: Mission to the Rise e Steamboy. Ha anche collaborato a Genma Taisen, Roujin Z, Spriggan, Metropolis di Osamu Tezuka, Freedom e Hipira-kun.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]