Sengoku Otome: da pachinko a serie animata

di Silvia Letizia Commenta

Il pachinko è un passatempo molto comune in Giappone, ma totalmente sconosciuto in occidente. Si tratta di un gioco d’azzardo nel quale sono impiegate delle macchine che possono sembrare, a prima vista, una fusione tra la slot machine e il flipper. Attraverso il lancio di sfere d’acciaio, comprate al bancone della sala da Pachinko, molto simile a un casinò, è possibile ottenerne con una certa dose di fortuna delle altre sfere, da scambiare successivamente con premi di varia natura.

È stata data recentemente la notizia che l’emittente televisiva TV Tokyo manderà in onda a partire dal 04 Aprile in fascia notturna l’anime Sengoku Otome ~Momoiro Paradox~ (titolo traducibile come “Il periodo degli stati combattenti ~Paradosso rosa~”), tratto appunto da un pachinko, e in particolare da Sengoku Otome della Heiwa Corporation.

La trama del gioco originale, risalente dal 2008, ha reimmaginato il tumultuoso periodo degli Stati Combattenti, che ha visto succedersi per più di un secolo costanti guerre tra feudi, sostituendo ai vari guerrieri protagonisti dei personaggi femminili.

La storia racconta di una ragazza delle scuole medie dei nostri giorni, Hideyoshi (il suo nome si rifà a quello di Toyotomi Hideyoshi, un militare giapponese dell’epoca Sengoku), che si ritrova improvvisamente teletrasportata in una terra misteriosa dove incontra Oda Nobunaga, Akechi Mitsuhide, Data Masamune, Imagawa Yoshimoto, Tokugawa Ieyasu, Takeda Shingen, Uesugi Kenshin, e molti altri protagonisti del periodo Sengoku, proprio mentre Nobunaga stessa sta mettendo in piedi la leggendaria armata cremisi per unificare tutti i popoli del Giappone.

Della regia dell’anime si occuperà Hideki Okamoto per la TMS Entertainment (Tokyo Movie Shinsha , già produttrice di Doraemon, Lady Oscar, Occhi di Gatto, ma anche Detective Conan e collaboratrice a livello internazionale della Disney e la Warner Bros.).
Touko Michida supervisionerà i copioni. Koji Yamawaka sarà a capo delle animazioni col compito di adattare il design originale del videogioco, a opera di Shirogumi, e sovraintendere al processo di animazione.
Un adattamento cartaceo dal titolo ~Hyakka Ryoran~ Sengoku Otome era già stato lanciato dalla rivista Dengeki Daioh della ASCII Media Works nel 2009.

Fonte [animenewsnetwork]