Seiji Mizushima annuncia due nuovi progetti

di Silvia Letizia Commenta

Il regista Seiji Mizushima è stato il responsabile di numerose serie televisive delle quali ha curato lo storyboard o la regia. Tra queste si ricordano Slayers Next (la seconda serie di Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo), Shaman King, la prima serie animata di Fullmetal Alchemist e Mobile Suit Gundam00.

Già a Maggio, nel corso del FanimeCon, Mizushima aveva fatto sapere che stava lavorando a un nuovo progetto e avrebbe svelato i dettagli prossimamente. Ha quindi colto l’occasione e nel corso dell’Anime Expo ha rivelato, domenica, i suoi progetti su un nuovo show televisivo che dovrebbe andare in onda in Giappone a partire da questo autunno. Mizushima ha aggiunto di non poter dire di più per via di certi ordini ricevuti in merito, ma ha dato comunicazione che un sito web ufficiale per il programma è attualmente in produzione e già dall’8 Luglio dovrebbe essere visitabile in rete.

Prima della conclusione del suo intervento, il regista ha anche aggiunto che avrebbe mostrato qualcosa di interessante. Ha svelato così un breve videoclip per la sua nuova serie animata. Alle immagini però non si è accompagnata nessuna notizia circa il titolo della serie stessa. Mizushima ha chiesto al pubblico presente di aspettare per ulteriori rivelazioni sui suoi progetti.

Tra i vari argomenti che sono stati discussi nel corso dell’intervento del regista hanno suscitato abbastanza attenzione le domande circa l’ordinanza del Governo Metropolitano di Tokyo nell’ambito dello Sviluppo di una Gioventù Sana che ha espanso il numero di manga e anime da includere nella categoria delle pubblicazioni pericolose, quella categoria legale di opere che non possono essere vendute o affittate a persone minorenni. È stato chiesto a Seiji Mizushima quale fosse la sua opinione e in che misura l’ordinanza avrebbe influito sull’industria dell’animazione.

Il regista, rispondendo, ha voluto specificare che il suo prossimo spettacolo sarà diretto a un pubblico vasto, così da poter coinvolgere il maggior numero di spettatori.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]