Sailor Moon: una nuova serie animata

di Silvia Letizia Commenta

Il gruppo di idol Momoiro Clover Z, la casa editrice giapponese Kodansha, e l’autrice di manga Naoko Takeuchi hanno annunciato un’importante novità venerdì di questa settimana. L’annuncio riguarda la produzione di un nuovo adattamento animato del più celebre manga di Naoko Takeuchi: Sailor Moon. L’uscita della nuova serie animata è prevista per la prossima estate e il gruppo Momoiro Clover Z ne interpreterà la canzone principale.

L’annuncio della nuova serie animata di Sailor Moon è stato fatto dalle stesse Momoiro Clover Z durante un evento dal vivo per celebrare il ventesimo anniversario del manga di Naoko Takeuchi. Le Momoiro Clover Z hanno cantata la prima sigla dell’anime di Sailor Moon, Moonlight Densetsu, direttamente dalla Francia dove erano ospiti in occasione del Japan Expo.

All’evento erano presenti anche Kotono Mitsuishi e Tohru Furuya, i doppiatori originali rispettivamente di Sailor Moon/Usagi Tsukino (Bunny) and Tuxedo Mask/Mamoru Chiba (Milord/Marzo). Tuttavia nel corso dell’evento non è stato specificato se torneranno a prestare la propria voce ai personaggi di Usagi e Mamoru. Durante l’evento non sono neanche state date ulteriori informazioni circa la canzone che interpreteranno le Momoiro Clover Z. Non si sa ancora se si tratti, quindi, di un remake della storica sigla o di una nuova canzone scritta appositamente per la nuova serie animata.

In seguito alle richieste pressanti dei fan, anche Fumio Osano della Kodansha ha fatto sentire la propria voce confermando che il nuovo progetto non sarà un lungometraggio, dando quindi credito alla versione circa la quale si tratterà di una vera e propria nuova serie animata. Tuttavia, l’editor ha anche sottolineato come ancora non siano stati presi accordi con nessuna stazione televisiva per un’ipotetica messa in onda. In ogni modo, lo staff di produzione di questo nuovo progetto legato a Sailor Moon ha dato a intendere che il nuovo anime sarà distribuito contemporaneamente in tutto il mondo.

[ Fonte | ANN ]
[ Fonte | Wikipedia ]