I regni del Rinnegan – Sulle tracce di Naruto (10)

di bluclaudino 16

Dopo aver parlato del Regno umano nell’articolo precedente, mi sembra doveroso concludere con le altre cinque vie del Rinnegan.

Mi piacerebbe partire dalle basi visto che in questo caso, come in molti altri, Kishimoto attinge a piene mani dalla mitologia giapponese ed in particolare dal mito della Ruota dell’Esistenza (Bhavacakra) del Buddhismo.
In questa raffigurazione allegorica, le sei vie sono sei veri e propri sentieri che l’uomo può seguire ma anche e soprattuto sei stati spirituali e/o mentali (nell’immagine sotto sono gli spicchi centrali): il mondo dei Deva è lo stato divino e di estrema pace interiore, quello degli Asura è caratterizzato da passioni travolgenti ed incontrollate, il mondo Umano è quello che equilibra sentimento e ragione, quello Animale è caratterizzato dall’istinto ed il cinismo, il regno dei Preta invece da una fame costante ed inappagata (il potere del Regno dei Preta è sicuramente ispirato non solo nel nome ma anche nelle caratteristiche), infine il regno dei Naraka raccoglie tutti i sentimenti malvagi in quanto come toponimo rappresenta l’inferno.

Tornando al manga, vediamo ora uno ad uno i Regni, le loro capacità, le loro stranezze.

Regno dei Naraka: l’utilizzatore evoca un volto enorme che potrebbe rappresentare Yama, il signore degli Inferi. Tramite questa creatura è possibile controllare la vita e la morte, quindi uccidere all’istante ma anche richiamare la linfa vitale dall’oltretomba resuscitando i morti tramite il Gedou Rinne Tensei, ma il tutto sembra avere dei limiti che analizzerò tra poco. E’ poiuttosto interessante l’interrogatorio a cui assistiamo la prima volta che lo vediamo in azione: il Pain in questione, presi dal collo due ninja di Konoha, li interroga uccidendo quello tra i due che mentiva. Sembra esserci quindi una relazione non solo con la linfa vitale della vittima, ma anche coi suoi pensieri, ed il potere stesso sembra essere limitato e vincolato ad essi (solo nel caso in cui viene usato per uccidere). Riguardo la resurrezione, come dicevo prima, la tecnica sembra avere un limite intrinseco: Nagato infatti dice di non poter resuscitare Jiraya perchè morto da troppo tempo.
Sembra dirlo solo perchè troppo debole, infatti Madara dice di aspettarsi di essere resuscitato proprio col Gedou rinne Tensei da Nagato, nonostante presumibilmente sia morto molto prima che il “moccioso” sia diventato adulto e cosciente di propri poteri.
Infine vorrei far notare una somiglianza con la tecnica di resurrezione usata da Chiyo: entrambe infatti sembrano poter infondere (e nel caso del Rinnegan, prelevare) proprio la “scintilla vitale”, come la definisce Chiyo, in un essere umano ma anche animale (anche Fukasaku viene resuscitato). Sembrerebbe quindi che le due uniche tecniche di resurrezione vere e proprio viste nel manga siano estremamente correlate.

Regno Umano: consente di leggere la mente, di sentire il chakra (forse) e strappare l’intera anima al solo tocco, un potere decisamente pericoloso. Killer Bee definisce questo potere come un “tiro alla fune” tra i due chakra, quello dell’utilizzatore e quello dell’avversario. Se è una definizione intuitiva o specifica, non è chiaro: sembrerebbe avere una certa validità in quanto Naruto sforzandosi resiste decisamente di più di Shizune che era passiva ed in balia del Pain.
Anche in questo caso, si può notare che la tecnica somiglia molto ad un’altra, ovvero al potere del Sigillo del Diavolo, o meglio al potere del Dio della Morte (il sigillo è la sua tecnica). Anche lui infatti è in grado di strappare l’anima al tocco, previa una serie di sigilli e delle collane, per poi sigillarla per sempre con una sorta di pugnale nella seconda parte della tecnica stessa.

Regno dei Preta: garantisce invulnerabilità da ogni “attacco ninja”, in quanto assorbe il chakra di qualsiasi Natura o Ricomposizione. Non sembra esserci limite alla quantità, riesce infatti a risucchiare l’intera “Tortura dell’olio bollente” di Jiraya, Mà e Pà, ma ancor più incredibile è che riesca a mangiare l’intero mantello di chakra di Bee in Versione 2.
A tal proposito, c’è un esempio molto simile: Samehada e la sua capacità. Al contrario della Grande Spada della Nebbia, il regno dei Preta sembra non avere limiti di capienza, è però anch’esso vulnerabile agli attacchi fisici diretti come il Taijutsu.

Regno degli Asura: questa via permette di trasformare parti del proprio corpo, o una delle sei vie, in un costrutto meccanico con diversi accessori: laser di chakra altamente esplosivi, cannoni di chakra, tentacoli, missili teleguidati, propulsori ai piedi o fornire molteplici braccia o volti. Nel caso venga utilizzata direttamente e non trasmigrandosi in un surrogato, non è chiaro se questo potere possa trasformare direttamente il corpo di chi lo usa o “solo” evocare le parti meccaniche utilizzando il corpo stesso come supporto.
Abbiamo anche in questo caso un precedente palese: Sasori, con la tecnica del marionettista, sembra essere in grado di meccanizzare corpi umani morti, proprio come fa Nagato con uno dei sui Pain. Nel caso di Nagato però i meccanismi sembrano spuntare dal nulla e senza alcuna preparazione, mentre Sasori deve “trattare” i corpi affinchè siano convertibili in marionette umane.

Regno dei Deva: probabilmente è l’abilità più potente di Pain e del Rinnegan, quindi una delle più potenti di tutto il manga. Il potere del Deva, come sappiamo ormai fin troppo bene, è quello di utilizzare tecniche gravitazionali incredibili: creare un campo gravitazionale positivo per attirare a sè (Bansho Tenin); crearne uno negativo per respingere (Shinra Tensei); creare una sorta di piccola “singolarità” in grado di attrarre a sè tutto ciò che la circonda e mantenere il tutto anche a distanza di secoli, in quanto il potere sembra non esaurirsi come vediamo con la Luna creata dall’Eremita (Chibaku Tensei). C’è un altra tecnica del Rinnegan, probabilmente appartenente a questa via, che ha a che fare con massa e gravità, ed è la “Tecnica del Meteorite“, il nome è ancora provvisorio. Sembrerebbe che solo Madara l’abbia usata fin’ora, ma forse abbiamo due esempi in cui la usa anche Nagato: la prima utilizzando il Yahiko-Pain contro Naruto Versione 2 a Konoha, in quanto un masso roccioso appare apparentemente dal nulla e colpisce il biondino dall’alto; la seconda volta è lui stesso a scagliare sempre verso Naruto e sempre dall’alto un masso roccioso che sarà prontamente respinto. Potrebbero quindi essere la stessa tecnica, ma su scala diversa.
Infine, come nei casi precedenti, segnalo anche qui delle tecniche molto simili, ovvero le tecniche dell’Arte della Terra di Oonoki che permettono di appesantire od alleggerire qualsiasi cosa egli tocchi. Sono “Arte della Terra: Tecnica della Roccia pesante” o “superpesante” (Doton: Kajuugan no jutsu) e “Arte della Terra: Tecnica della Roccia leggera” o “superleggera” (Doton: Keijuugan no jutsu). Similmente alle tecniche del Regno dei Deva anch’esse incidono sulla massa degli oggetti o se vogliamo sulla gravità specifica delle cose: ad esempio Pain sembra potersi librare per qualche istante, respingendo il suo corpo rispetto alla terra stessa.

  • Gilles

    Il video di Virgo era doveroso.
    Ahh Blu, devo sempre riprenderti :cool:

    • Gilles

      Uh sorry, figur e merd.

      Il video questo. Quello animato non lo trovo
      “I sei mondi di Ade”

      • Gilles

        Ecco, mi meriterei un ban.
        Questo il vero video di cui parlo:

      • bluclaudino

        Mai vista questa “mossa”, i cavalieri in effetti li ho guardati pochissimo non mi piacciono :tongue:

        Per, che brutta cosa che hanno fatto.. Trasformare la trasmigrazione dell’anima in un banale inferno a gironi, Kishi stato molto pi profondo e attaccato alla sua cultura: ha fatto letteralmente trasmigrare l’anima di Nagato in sei corpi con caratteristiche “singole” in ciascuno..

      • Nick90

        Beh, nel doppiaggio italiano si “dantesizza” il tutto perdendo totalmente l’impronta orientale o buddhista. Shaka di Virgo, che personaggione!

      • bluclaudino

        Hai ragione!
        Sono andato a cercare, ed il doppiaggio ha distorto tutto! Che obbrobrio! In Italia siamo cos pieni di noi stessi da schiacciare una mitologia con la nostra solo per rendere il tutto pi potabile per il nostro pubblico, nonch per rafforzare certi dogmi millenari. L’ho vista in Jap sub Ita, decisamente un altra cosa! Bellissima! :biggrin:

  • argiope

    Beh… C’ poco da commentare. Perfetto come sempre!!!!

    • inoshikacho

      quoto, sembra quasi un data-book!

  • CorNix

    Ottimo articolo :happy:
    Ho apprezzato soprattutto le similitudini fra le 5 vie ed altri poteri apparsi nel manga (a me sfuggono sempre un sacco di cose!)

    • CorNix

      Non avevo fatto caso alla 1^ immagine buddista: assomiglia molto ad una “tanca” che ho preso quest’inverno in Nepal! L’ho comprata proprio pensando alle 6 vie della trasmigrazione delle anime di Pain :silly: (anche se il Buddismo indiano-himalaiano diverso da quello giapponese)

  • The Comedian

    Bell’articolo! Due o tre particolarit mi erano sfuggite…

  • Antonius

    C’ un piccolo errore (o almeno credo): Killer Bee definisce questo potere come un tiro alla fine tra i due chakra. Credo tu intendessi “tiro alla fune”. :D

    • bluclaudino

      Pardon, hai ragione ho corretto! Grazie :happy:

  • “reare una sorta di piccola singolarit in grado di attrarre a s tutto ci che la circonda e mantenere il tutto anche a distanza di secoli, in quanto il potere sembra non esaurirsi come vediamo con la Luna creata dallEremita (Chibaku Tensei).”

    non credo che la tecnica sia ancora attiva.
    la luna ha una massa abbastanza grande da stare su da sola.

    • bluclaudino

      La terra costruita a strati: i metalli pesanti al centro, le rocce pi leggere all’esterno, man mano che ci si allontana dal nucleo. Cos anche la luna, ancor pi semplificata.

      Questo succede perch i pianeti si formano a partire da ammassi roventi (solitamente gas) e quindi il gradiente gravitazionale porta ad un equilibrio dei pesi.

      In “Naruto” la Luna stata creata a partire dal terreno della terra stessa tramite appunto il Chibaku Tensei, quindi a partire da materiali di densit omogenea: senza un nucleo molto pesante al centro, la luna Narutiana collasserebbe sulla terra, ergo il Chibaku Tensei ancora l.
      Semplicemente, una sferetta di densit eccezionale e quindi in grado di creare un pozzo gravitazionale importante, e tale propiet non avrebbe senso che si estinguesse nel tempo, in quanto intrinseca dell’essere qualcosa di denso :happy:

      Ok, mi rendo conto di non essermi spiegato un granch bene, fa lo stesso :tongue:

  • Gran bel post!!!
    Ma sai che quando hai parlato di “tiro alla fune delle anime” ho pensato subito a Naruto+Kushina vs Volpe?? Ci sono molte somiglianze!