Q And A di Mitsuru Adachi su Storie di Kappa

di Silvia Letizia Commenta

È prevista per il 21 Aprile 2011 l’uscita di un nuovo manga di Mitsuru Adachi sulla testata STORIE DI KAPPA della StarComics. Si tratta di Q And A.

Mitsuru Adachi , autore di fumetti giapponese classe 1951, ha realizzato il suo primo fumetto a 19 anni. Basato su un manga originariamente creato da Satoru Ozawa, Kieta Bakuon, questo il titolo, fu pubblicato su una rivista della Shogakukan, Deluxe Shōnen Sunday.

Il genere che ha reso Mitsuro Adachi popolare in tutto il mondo è quello legato alla commedia romantica e sportiva. Ha scritto manga sul nuoto, sulla boxe, ma soprattutto sul baseball, raggiungendo le vette del successo con Touch. La versatilità e la delicatezza con cui riesce a trattare le varie tematiche presenti nelle sue opere l’hanno reso uno dei pochi mangaka capace di scrivere sia su riviste generalmente riservate a shōnen manga sia su riviste generalmente dedicate agli shōjo manga, ottenendo sempre un grande successo. La maggioranza dei suoi lavori sono stati pubblicati in patria dalle case editrici Shogakukan e Gakken.

In italia sono già stati pubblicati, tutti da StarComics, le raccolte di storie brevi L’avventuroso e Short Program, oltre ai manga Touch, H2, Rough, Slow Step, Jinbe e Misora per sempre. La casa editrice Flashbook sta pubblicando Cross Game.

Per quanto riguarda Q And A, ci troviamo di fronte ancora una volta allo storia di due fratelli, solo che, in questo caso, uno dei due fratelli è un fantasma.

La storia prende il via quando il protagonista, Atsushi Ando, è costretto a tornare a casa nel suo paese natale dopo sei anni di lontananza. Qui incontra l’amica d’infanzia di cui era innamorato, Yuho Maezawa, e un teppista della zona, Riki Jinno. I due, tuttavia, sembrano non riconoscerlo.

Il ricordo di Atsushi Ando, infatti, non è vivo nelle loro menti quanto quello di suo fratello maggiore, molto popolare sei anni prima, perché incredibilmente dotato tanto nello sport quanto nello studio, e tragicamente morto poco prima del trasferimento.

Tornato a casa, Ando si trova a fare i conti proprio col fantasma del fratello che nessun altro tranne lui sembra essere in grado di vedere. Nonostante la sua fama di bravo ragazzo, il fantasma sembra intenzionato a procurare al fratello minore quanto più guai possibili.

[Fonte | ComicsBlog]
[Fonte | StarComics]
[Fonte | Wikipedia]