PSYREN, consigliato da Komixjam

di bila 10

Eccoci, come ogni lunedì, al nostro consueto appuntamento con il “consiglio per la lettura” da parte di Komixjam.

Negli ultimi tempi sto cercando qua e là titoli interessanti e quando stavo per perdere le speranze mi sono ricordato di qualcosa che potesse fare al caso mio. Si tratta di un fumetto, un manga, che ho conosciuto proprio grazie a Komixjam; il suo nome è Psyren e, sono sicuro, non suonerà nuovo ai lettori affezionati di Komixjam.

Il manga in questione rientra nella categoria “shonen” ed è un’opera di Toshiaki Iwashiro; opera pubblicata in Giappone dal 3 dicembre 2007 al 29 novembre 2010, mentre in Italia la Star Comics ( che ne detiene i diritti) lo sta ancora pubblicando. (stando all’edizione nipponica il fumetto avrà un totale di 16 volumi)

Trama

Yoshina Ageha, uno studente liceale dalla “rissa facile”, ha l’abitudine di offrirsi come “soluzione” ai problemi della gente per 10000 Yen; sembrerebbe un tipico bullo, eppure la sua mente è affollata da tante di quelle domande che un normale bullo non sarebbe neanche in grado di formulare; tante domande e nessuna risposta, almeno  fino a quando, per ritrovare una sua compagna di scuola, scomparsa risponde ad una chiamata da una cabina pubblica. Una chiamata che cambierà per sempre la sua vita e non solo, trasportandolo su Psyren, un luogo sconosciuto, pieno di rischi e pericoli, un luogo dove sembra che le persone acquisiscano strani poteri.

Pro

Storia:

La storia scritta da Toshiaki Iwashiro è una storia che, nonostante le tematiche comuni con molti manga della stessa categoria, affascina; il lettore che nelle prime pagine non sa cosa aspettarsi dal fumetto, dato che sembra un fumetto che parla di vita reale, ad un tratto si trova, così come il protagonista, catapultato in un altro mondo; Psyren (il luogo) ha un’attrattiva tutta sua, non è un luogo immaginario, non è un sogno, i personaggi vivono davvero quello che gli capita su Psyren e, in qualche modo, sembra che le azioni che avvengono su Psyren abbiano dei risvolti sulla Terra stessa. Non posso spingermi oltre nello spiegarvi i motivi perché rischierei di spoilerare qualche notizia rilevante e così rovinarvi la lettura, sappiate però che vi troverete ad una sceneggiatura con pochi (quasi nessuno) punti morti; quando avrete finito di leggerlo tutto sembrerà avere un senso.

Personaggi:

I personaggi rispecchiano lo stile shonen, quindi avremo il protagonista; il personaggio femminile che in un modo o nell’altro è legato al protagonista; i personaggi che da rivali si trasformano in alleati; i personaggi misteriosi dotati del fascino tipico di chi è avvolto dal mistero…in pratica c’è tutto. Ogni personaggio ha una sua storia, un suo “perché”, e  nelle dinamiche della storia principale queste storie “personali” sono sempre tenute in considerazione.

Contro

Longevità:

Uno anzi probabilmente “il” problema principale di questo fumetto è la sua longevità, la sua durata; vi dico questo perché Psyren è un manga a cui ci si affeziona facilmente dopo i primi numeri (quando la trama inizia a prendere forma), un manga che però è stato reso (a pubblicazione iniziata) più corto di quanto l’autore avesse programmato. Tranquilli con questo non voglio turbarvi, anzi, vi garantisco che la storia arriverà ad una fine e che questa non sarà “arrangiata” giusto per l’occasione. Ad ogni modo questo è un peccato, perché l’opera sembrava promettere davvero bene ed è sempre un dispiacere vedere delle belle opere durare così poco.

Pro: Storia – Personaggi

Contro: Longevità

Segni particolari

Un motivo che rende questo fumetto ancora più intrigante è la scelta dell’utilizzo di “poteri” molto particolari; i poteri psichici, o meglio “Psionici”, sono sempre una scelta discutibile, soprattutto per la loro difficile gestione, eppure in questo manga non poteva essere fatta una scelta migliore.

Komixjam in passato ha avuto l’ottima idea di proporre questo manga e se ho deciso di parlarvi proprio di Psyren, lo faccio perché questo titolo non è passato inosservato agli amanti di fumetti in tutto il mondo, quindi perché non dargli una chance?

 

[ Fonte | Wikipedia ]

[ Fonte | Star comics ]

  • regola85

    bello, ma fu un lavoro troppo “seinen” per shonen jump, questo ne caus il calo di popolarit….
    anche io ho consigliato psyren a parecchi amici, e tutti hanno notato (nei primi numeri) una certa somiglianza con Gantz.

  • ningen

    E’ un peccato che questo manga non abbia avuto la popolarit e la continuazione che meritava.
    E’ un ottimo shonen, secondo me migliore di molti altri, ad esempio Fairy tail e Tutor Hitman Reborn.
    Le uniche pecche un p pesanti sono, il fatto che ci siano un p troppi allenamenti e power up e pochi temi di una certa profondit. Per il resto uno dei migliori e per certi versi pi originale, shonen che abbia mai letto, sarei stato curioso di vedere continuare la narrazione e magari un anime, che secondo me, veniva veramente bello.

    • Jacopo

      Anche meglio dell’attuale bleach.
      La cosa che non mi davvero piaciuta di Psyren il doppio della ragazza

  • sark

    mi sono piaciuti un casino anche i disegni, peccato che sia gi finito!!

  • rodimus

    ” un manga che per stato reso (a pubblicazione iniziata) pi corto di quanto lautore avesse programmato. Tranquilli con questo non voglio turbarvi, anzi, vi garantisco che la storia arriver ad una fine e che questa non sar arrangiata giusto per loccasione. ”

    Scusa ma a me sembrato proprio il contrario!

    non che stato reso piu corto a pubblicazione iniziata lo hanno proprio CAN-CEL-LA-TO infatti si vedeva che stava basso nei sondaggi ( cosa che a me dispiace xke mi piaceva la storia )

    poi la fine proprio arrangiata alla meno peggio cio lascia un sacco di questioni appena abbozzate in sospeso,
    ( tipo personaggi rimasti senza una storia precisa dietro, interazioni che ci si aspettava si sarebbero sviluppate ecc )

    • bila85

      Ti dir che inizialmente anch’io la vedevo cos, poi per pensandoci su sono arrivato alla conclusione che “interrotto” in questo modo, il manga ne ha guadagnato. Credo che se fosse continuato si sarebbe trasformato in un progetto in divenire, come i big 3 che attualmente spopolano…un manga che avrebbe perso la propria storia per mere scelte editrici. Se non avessi fatto questo ragionamento allora di sicuro avrei espresso la tua stessa opinione :) (credo che le storie con i puntini di sospensione siano quelle che pi colpiscano…tipo i film di Nolan;Batman esclusi)
      Poi di sicuro hai ragione sui personaggi, quello uno degli inconvenienti maggiori delle storie obbligate a finire in anticipo. Ad ogni modo sono contento di averlo letto, stato davvero un’ottima lettura :) :biggrin:

    • ningen

      Uno dei personaggi che mi ha lasciato un p perplesso Oboro, insomma sparisce per molti capitoli, per poi tornare solo alla fine del manga, diciamo un p in sordina.
      Mi sembrato il personaggio meno approfondito di tutti.
      Certo che se il manga non fosse stato cancellato, credo che avremmo avuto un approfondimento maggiore sia del suo personaggio che degli altri.

  • maxpayne

    Ciao a tutti, un sacco che non scrivevo sul sito ma per Psyren lo dovevo fare :tongue: … Manga bellissimo concordo anche io che purtroppo stato tagliato alla meno peggio per non dire altro… per me l’autore aveva un sacco di cose in mente che non ha potuto sviluppare… Ad esempio il cattivone ad un certo punto dice di far parte del consiglio degli anziani… ma poi non se ne pi sentito parlare!!! Comunque i primi 70 capitoli circa sono fantastici poi va in calando… In questi capitoli non sapevi mai cosa poteva succedere!
    Lo consiglio comunque!
    PS su qualcosina – ina assomiglia a Gantz ma pochissimo!

  • rodimus

    forse il problema di questo manga a un certo punto si aggrappato ad alcune idee gia viste nell’universo marvel

    cio sulla fine si vedeva un personaggio che usava il giaccio e ci scivolava sopra e poi si parlava della venuta di un divoratore di mondi , il rimando a silver surfer e galactus mi sembra ovvio

    poi il principale antagonista alla fine mi ha fatto venire in mente magneto e la sua lotta nel conflitto tra umani e mutanti,

    probabilmente se psyren avesse percorso altre strade sarebbe ancora in pista

  • Cisco

    anche se uno dei miei manga preferiti, credo che abbia alcuni problemi fondamentali:
    – i disegni. con questo non dico che non mi piacciano i disegni di psyren, anzi, li trovo fantastici, per credo che nella storia non siano stati sufficentemente d’impatto. se si confrontano i disegni di psyren con quelli di manga come bleach o one piece, l’impatto visivo dei disegni di psyren inferiore rispetto a quello dei disegni di bleach, anche se negli ultimi capitoli i disegni sono migliorati moltissimo, anche nell’immpatto.
    – la scrematura nella storia. infatti i capitoli di psyren non contengono molto della storia. se si leggono pi capitoli insieme, la storia ti cattura quasi subito, per se lo si legge un capitolo a settimana si nota come la storia vada poco avanti in ogni capitolo e diventa un po’ snervante. ad esempio credo che si poteva dare un po’ meno importanza agli allenamenti da un certo punto della storia, all’inizio andavano bene, poich bisognava far comprendere cos’ lo psi e cos via.
    – l’interruzione prematura. anche se stato gi discusso nell’articolo, con cui concordo, credo che l’interruzione abbia impedito all’autore di sviluppare certi personaggi e situazioni che avrebbero dato un notevole spessore alla trama (chi ha letto il volume 10 capisce), oltre al fatto che alcune cose sembrano un po’ campate cos per aria, anche se non lo sono affatto, dato che iwashiro ha dovuto comprimere in modo eccessivo tutta la parte finale della storia per farla stare nei tempi