Parola a Straczynski

di Kaleb 4

26690new_storyimage9894756_fullJ.M. Straczynski è uno dei più acclamati scrittori dell’ultimo decennio, ha lasciato il suo segno su Spiderman donandoci anni di avventure indimenticabili, almeno per noi visto quanto accaduto col Brand New Day ed ora sta facendo un lavoro superbo su Thor. Proprio Stracz in una recente intervista ha parlato dei mega eventi del Marvel Universe e di quelle che sono le ripercussioni sulle varie testate di queste storie. Il suo pensiero però è tutt’altro che lusinghiero, infatti secondo lui questi eventi non fanno altro che piegare la serie, che vivrebbe tranquillamente di suo, a delle esigenze narrative che la snaturerebbero. Aggiunge anche che, a suo parere, sarebbe più costruttivo della solita accozzaglia di eroi che lottano per un motivo più o meno valido, concentrare questi eventi su di un unico personaggio di modo che si possa rispondere alla duplice esigenza dello sceneggiatore che potrebbe tranquillamente sviluppare le trame e della casa editrice che potrebbe creare così nuovi appassionati dell’eroe posto al centro degli eventi. Per chi non lo sapesse JMS ha lo scorso anno concluso il suo contratto di esclusiva con la Marvel e quindi ora scriverà una sua storia originale per la DC Comics, Red Circle, nella quale potrà dare libero sfogo a tutto il suo ingegno, e sono sicuro che nessuno si farà scappare quest’opera. Probabilmente questo piccolo sfogo deve essere visto alla luce dell’annuncio del nuovo maxi evento della casa delle idee dal titolo “Siege of Asgard” e che vedrà protagonista proprio il Dio del tuono. Naturalmente non si è mai parlato del fatto che Stracz potrebbe lasciare definitivamente la Marvel Comics in favore di altre case editrici ma è vero che i dissidi avuti con Joe Quesada ai tempi di One More Day e le recenti dichiarazioni non lasciano ben sperare per una sua permanenza, anzi sembra che dopo aver vissuto nell’ambiente della rivale storia abbia qui trovato una libertà narrativa che lo spinge verso nuovi lidi. Infatti, proprio alla ricerca di questa libertà narrativa, ha scelto di curare “The Brave and The Bold” dove sembra avere trovato una nuova dimensione. Quindi sembra definitivamente tramontata la speranza di noi fan di rivederlo curare Spidey e forse per leggere ancora le sue meravigliose opere saremo costretti a comprare albi targati DC.

See U in CyberSpace

  • ON!ZUKA

    Onestamente in parte sono della stessa idea di Straczynski.
    Troppi grossi eventi.

    Per arriavre a spostarsi alla DC troppo :pinch:
    Capisco i dissidi con Joe Quesada (onestmente One More day da gettare tra le fiamme), ma se Strazc si sposta…
    Davvero, chi far delle vere belle storie con Spidey come solo lui ha saputo fare?

  • Kaleb

    Per One More Day l’ha scritta proprio Starcz eh
    Cmq secondo me vale la pena leggere qualcosa della DC anche perch ci lavora gente come Morrison e ha scritto un albo per Batman persino Neil Gaiman :wink:

  • ON!ZUKA

    Si, intendevo appunto che capisco Joe Quesada.
    Magari sono stato contorto.
    Volevo dire che Strazc l’ha fatta la minchiata, giustamente s’ trovato contro Joe, ma arrivare a spostarsi per un lieve (mica tanto) flop :getlost:

    Non dico affatto che la DC non merita, ma sono i miei gusti che non mi fanno digerire parecchi personaggi, troppo poco fantasiosi secondo me.
    Ma questo puro gusto. :wink:

  • Kaleb

    Sinceramente anche io la pensavo cos ma dopo aver letto il Batman di Morrison mi sono innamorato senza contare che anche Lanterna Verde di Johns merita parecchio. io ti consiglio di dargli un occhiatina :wink: