Omiya, il villaggio dei Bonsai

di tappoxxl Commenta


 

Feci la conoscenza dei Bonsai quando ero piccolo, grazie ad un amico di famiglia che ne coltivava uno sul suo balcone. Ogni volta che andavamo a cena da lui, e capitava ogni sabato, vedevo questo alberello che non cresceva mai. A distanza di un anno presi il coraggio di chiedere come mai quell’alberello non crescesse e lui mi spiegò che era un albero in miniatura o Bonsai. La mia curiosità venne ripagata e così la smisi di chiedere. Ma poi, un giorno, vedendo Karate Kid, vidi il mitico Miyagi Sensei accudire come se fossero figli suoi alcuni Bonsai. La mia curiosità si riaccese e volli scoprire di più su questi mitici alberelli. Fortunatamente per me, non chiesi ai miei genitori di regalarmi un Bonsai, altrimenti lo avrei lasciato morire di stenti. Ero piccolo ed era appena ricominciata la scuola, e dovevo concentrarmi sul non fare niente lì. Ora, la voglia di comprare un piccolo Bonsai è rinata. Ho alcune amiche che ne hanno uno, ma lo trattano male. Una di loro solitamente prende il suo Bonsai, lo tiene con molta cura per un mese e poi lo lascia quasi morire, poi lo fa riprendere e dopo un mese lo riporta vicino alla morte. E il circolo vizioso si ripete sempre così da alcuni anni.

Un atteggiamento simile farebbe infervorare per bene i curatori del villaggio dei Bonsai di Omiya. La città ospita i Bonsai dal lontano 1925, dopo che alcuni giardinieri e coltivatori di Tokyo si trasferirono ad Omiya in cerca di spazi aperti, acqua fresca e aria incontaminata in cui far crescere i propri Bonsai. Ben presto il clima ideale di questa cittadina attirò molti coltivatori e curatori dei piccoli alberelli. La città ospita tutt’oggi sei giardini Bonsai. Essi si trovano lungo lo Shiki Bonsai-no-Michi(o più semplicemente Kaese Street), una via che passa vicino alla stazione dei treni Omiya Koen. Ogni anno, la città ospita un Festival dei Bonsai. La manifestazione si svolge dal 3 al 5 Maggio e la partecipazione di appassionati, esperti e semplici turisti è immensa. Le piante, secondo una stima sono alcune centinaia di migliaia, vengono esposte al pubblico, così da permettere di osservare gli effetti del cambiamento delle stagioni direttamente sui Bonsai. Una città dedicata alla cura dei Bonsai, deve essere uno spettacolo magnifico, ma, per ora, vi dovrete accontentare di alcune foto trovate online.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[fonte – Giapponizzati]