NoPoPo: una speciale batteria ricaricabile

di akito89 24

nopopo1

È con vero piacere che oggi vi porto un’interessante novità targata Giappone. Si chiama “NoPoPo” ed è l’ultima diavoleria concepita dagli sudiosi dell “Aqua Power System” che evidentemente non sanno che qui in Italia quel nome potrebbe suscitare ilarità diffusa, sopratutto proprio per le caratteristiche del prodotto stesso!

In realtà questa simpatica sigla ironicamente italiana vuol dire “Non-pollution Power” ovvero potere di non inquinare, infatti la batteria in questione è ricaricabile grazie ad una combinazione particolare di Carbonio e Magnesio e può essere ricaricata con Coca-cola, Fanta, birra, saliva, succo di frutta e…pipì.

Il funzionamento è presto detto: la miscela messa a contatto con uno dei tanti liquidi reagisce fino a produrre 500 mAh (nella AA) di corrente, una potenza non fortissima ma in grado di far funzionare qualsiasi dispositivo elettronico.

Ecco un video esplicativo del meccanismo, oltretutto semplicissimo, della batteria

Attraverso quella cannuccia che vedete nel video, è possibile immettere il liquido desiderato quindi ricaricare in pochi istanti la batteria.

Divertente no? Putroppo non è prevista commercializzazione per l’Italia o altri paesi Europei; la prossima volta che andate in Giappone prendetene una anche per me!

_bigpeepower_2nopoponopopo_battery_liquidnopopo-batteries

[Fonte:dondake]

  • Juwasky

    io sti gggiapponesi semplicemente li adoro! :heart:

  • ON!ZUKA

    Questa la vedo utile… Geniali! :w00t:

  • Th3Spooky

    Bh, ad alcuni far piacere sapere che sono acquistabili tramite HimeyaShop a 15$ al paio http://www.himeyashop.com/product_info.php/products_id/4646

  • Drake

    Questa si ke sarebbe utile…ma kome sempre in Italia :getlost:

  • Zoro

    Non la voglio buttare sulla battuta, ma se questa “tecnologia” fosse allargata al di fuori delle pile?
    Per me proprio una genialata “utile”.
    Non ho capito cosa sia di preciso il liquido del primo bicchiere (liquido trasparente). E’ fanta o acqua? nel caso va anche ad acqua? (sia salata, che oligo minerale che di fogna?)
    Perch se basta pure la saliva o la pip…

    Inoltre basta solo una pila e quel contagocce O_O”. E 15 dollari al paio non manco tanto, pensando a quanto costano le pile ricaricabili col “caricatore” a corrente. :w00t:

  • Sogeking

    assolutamente fantastica! mi sembra incredibile che non commercializzino una cosa del genere in tutto il mondo!

  • kakashi gaiden

    assolutamente fantastica! mi sembra incredibile che non commercializzino una cosa del genere in tutto il mondo!

    quoto

  • kcin

    “However, they can be recharged only a limited number of times (2 to 5 times on average).”

    Possono essere ricaricate solo 5 volte, non servono a nulla…

  • ON!ZUKA

    \”However, they can be recharged only a limited number of times (2 to 5 times on average).\”

    Possono essere ricaricate solo 5 volte, non servono a nulla…

    Beh, dipende pure da quanto ti durano.
    Se le usi per alimentare il telecomando o qualche altra sciocchezzuola bastane avanzano 5 volte di ricarica.

    E poi per il bene del pianeta, uno sforzetto pure economico lo si pu fare.

  • sempre pi geniiiii :lol:

  • Ila

    che figataaaaaaaaaaaaaaa! :w00t:

  • tufo

    si ricarica con coca cola?!…come Frankyyyyy :biggrin:

  • Sirrus

    Comunque non si sono inventati nulla ‘sti giapponesi. Chi ha la mia et forse si ricorda che c’era una macchinina, in commercio anche qui da noi, che funzionava ad acqua. Probabilmente aveva un sistema simile al suo interno, di batteria che ogni tanto andava alimentata con dell’acqua. Tant’ che dopo un po’ non funzionava pi :cwy:
    Mi ricordo pure che facevo test con bevande di diverso tipo. :biggrin:

  • ahahahah come franky!! ahahah stupendo!! se dovessi andare in Giappone state certi che le compro!

  • Benny.M

    Bello pero se penso che posso caricare le batterie con la presa della corrente anche per molte piu volte…nn servono a nnt :happy: cmq continuate a studiarci giapponesi forse un giorno ce la faremo a fare funzionare le cose con la pipi…lol gi immagino uno che si ferma al rifornimento con la macchina e la \”carica\” lol

  • Benny.M
  • ehi benny il link che hai passato mi da errore!!! :blink:

  • Benny.M

    Copia e incollalo tutto..che nn l ha preso come link totale non so perk :unsure: XD

  • Zabusa

    1 ne pensano e 100 ne fanno sti giapponesi!

  • mferdy

    che stupidaggine colossale! cercando in internet ho capito il funzionamento, in pratica una banale pila di Volta alla quale aggiungi la soluzione di contatto tra i metalli di volta in volta…. tanto vale usare una patata con gli elettrodi di rame e nichel, classico esperimento di 3 media, il liquido non serve minimamente per la carica della batteria, fa fare solo il contatto tra i reagenti chimici gia presenti (in pratica come quando aggiungete l’acqua alla batteria della vostra auto). Le batterie ricaricabili sono 1000 volte meno inquinanti

  • brooke88

    ragazzi hanno scoperto una cosa fantastica una sorta di petra filosofale della chimica o rba del genere…ma vi immaginate che potenziale ha???pazzesco…nipponici mille anni luce avanti rispetto a noi….

  • brooke88

    ragazzi nn funziona la parte video

  • ragazzi nn funziona la parte video

    grazie per la segnalazione, ho provveduto :wink:

  • Pier51

    che stupidaggine colossale! cercando in internet ho capito il funzionamento, in pratica una banale pila di Volta alla quale aggiungi la soluzione di contatto tra i metalli di volta in volta…. tanto vale usare una patata con gli elettrodi di rame e nichel, classico esperimento di 3 media, il liquido non serve minimamente per la carica della batteria, fa fare solo il contatto tra i reagenti chimici gia presenti (in pratica come quando aggiungete l’acqua alla batteria della vostra auto). Le batterie ricaricabili sono 1000 volte meno inquinanti

    che stupidaggine colossale! cercando in internet ho capito il funzionamento, in pratica una banale pila di Volta alla quale aggiungi la soluzione di contatto tra i metalli di volta in volta…. tanto vale usare una patata con gli elettrodi di rame e nichel, classico esperimento di 3 media, il liquido non serve minimamente per la carica della batteria, fa fare solo il contatto tra i reagenti chimici gia presenti (in pratica come quando aggiungete l’acqua alla batteria della vostra auto). Le batterie ricaricabili sono 1000 volte meno inquinanti

    quoto