Murakami critica il progetto “Cool Japan”

di Regola Commenta

L’artista contemporaneo Takashi Murakami ha criticato la campagna “Cool Japan” venerdì sul suo account di Twitter affermando che “non ha alcuna connessione con ‘Cool Japan'”. “Cool Japan” è un progetto finanziato e sostenuto dal governo giapponese insieme a diverse compagnie per promuovere la cultura giapponese moderna come anime e manga all’estero.

Il programma è basato sulla premessa che proprio negli anime, manga, film, moda e altri settori dell’arte e dell’intrattenimento il Giappone possiede la sua miglior risorsa  economica internazionale. L’artista ha dato voce al suo dissenso nei confronti delle agenzie interessate al progetto in quanto ritiene che non faranno altro che sfruttare gli sforzi di molti artisti giapponesi per il solo profitto. Aggiunge “non riesco a capire perche gli artisti si lasciano coinvolgere nelle macchinazioni di queste agenzie che puntano semplicemente al guadagno con ‘Cool Japan'”. Concludendo, Murakami ha chiesto a queste agenzie e agli amministratori del progetto di non invitarlo a eventi e interviste relative all’iniziativa.

I ricercatori del Politecnico di Tokyo hanno condotto un sondaggio sull’opinione del pubblico giapponese riguardo al progetto “Cool Japan” nel 2010. Solo il 29% aveva sentito parlare del progetto, e il 4,6% lo conoscevano in grandi linee. Alla domanda su quali prodotti dell’arte giapponese avessero maggiormente investito nel progetto “Cool Japan”, manga e anime sono state le opzioni più scelte.

Il lavoro di Murakami, influenzato da anime, manga e dalla cultura otaku, è spesso apparso in passato in campagne commerciali. L’artista ha lavorato con Luis Vitton nel progettare una linea di borse, e con il rapper Kanye West per un video musicale e la copertina dell’album. Il Time inserisce Murakami tra le 100 persone più influenti del 2008. Nel 2009 ha creato un video musicale intitolato “Akibahara Majokko Princess” diretto da McG con l’interpretazione di Kirsten Dunst.

[Fonte/Anime News Network]