Mascotte Robot disegnate da Kunio Okawara

di Silvia Letizia Commenta

Kunio Okawara è stato il primo disegnatore giapponese ad essere definito un mecha designer, cioè un disegnatore specializzato nella ideazione e realizzazione di disegni e progetti di robot, navi, auto e altri oggetti meccanici per opere di fantasia, come, nel caso specifico, anime e manga. La sua opera più famosa è sicuramente il mecha di Gundam.

L’ultimo lavoro di Kunio Okawara è il progetto di una mascotte per la città di Inagi nella prefettura di Tokyo. Alla richiesta della città, Jen Inoue, che ha diretto un episodio di Gintama e dell’anime di SD Gundam Force, ha collaborato con Okawa per creare la mascotte robot che ha le sembianze di una pera nashi. Il frutto, una pera che, per forma, rassomiglia più a una mela, è uno dei prodotti caratteristici della città di Inagi. Gli abitanti stessi della città sceglieranno un nome per il nuovo personaggio che è stato presentato al pubblico il 22 Ottobre.

Kunio Okawara aveva già creato una mascotte robot per un’altra città, Minami Uomuma nella prefettura di Niigata. Il nome della mascotte è Basama Robo, da un gioco di parole con la parola Baba-sama che significa vecchia signora. Guardata dal basso Basama Robo ha la forma di un cuore.

Il nome del modello del robot è Ba-634 dall’altezza della montagna di Sakatoyama che raggiunger i 643 metri di altezza.

L’arma definitiva di Basama Robo è il kirizai, una specialità locale a base di  sottaceti tritati e fagioli di soia fermentati (natto). Quando il nipotino di Basama, Abe-chan, è tornato a casa da scuola affamato, Basama non aveva ancora fatto la spesa e così l’unica cosa che è riuscita a preparare è stato del kirizai, con alcuni avanzi che aveva in cucina. Anche se Abe-chan si è lamentato per il fatto che non c’era della carne nel piatto, ha comunque divorato tutto il kirizai in un baleno.

Quando qualcuno mangia il kirizai di Basama non può fare altro che sorridere.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]