Mantova Comics 2012 – Recensione Komixjam

di Manuel Commenta

Ed eccoci qui con il secondo articolo che attinge a piene mani al Mantova Comics e giustamente, essendo il secondo è il più corposo ed interessante (almeno spero lo sia) così come L’impero Colpisce Ancora, Le due Torri e tutti gli episodio 2 delle trilogie.Il Mantova Comics 2012 per dovere di cronaca, è avvenuto il 24-25-26 febbraio 2012 presso Mantova (ma va!) nel palabam ossia il palazzetto dello sport della città, circondato da aree commerciali e notevoli posti auto.

Gli inviati d’eccezione per questa settima edizione sono stati Echoes, Manuel il quipresente e Ciampax, incaricato di sorvegliare Sarah Connor presente alla fiera, e salvarla dal secondo Ciampax (Ciampax 1000) inviato dal futuro per fermare la nascita del futuro salvatore dell’industria dei comics.

Ok, la smetto.

Questo resoconto è purtroppo stato circoscritto alla sola giornata di sabato 25, data in cui il trio è potuto presenziare alle varie manifestazioni che si sono svolte.

Non per questo il resoconto sarà meno dettagliato, ma sicuramente il tris di giornate in termini di presenze ha riscosso molto più di quanto abbiamo potuto vedere noialtri.

Locandina Mantova Comics 2012

Iniziamo dal principio il nostro racconto, l’ampio spazio circostante il Palabam offre una quantità più che buona di parcheggio, per chiunque avesse preferito l’auto ad altri servizi, già di per se buoni a seconda delle poche testimonianze raccolte.

Il prezzo è stato fissato per ogni giornata ad 8€ mentre i piccoli lettori dagli 0 ai 4 anni sono entrati gratis accompagnati dai genitori.

Entrati noto subito che a differenza dell’anno scorso le maggiori case editrici presenti (Panini Comics e Rw Edizioni) hanno riscosso molto più spazio, soprattutto Rw che con l’acquisizione dei titoli DC Comics / Vertigo / Wildstorm si è ritagliata uno stand a 360° con moltissimi albi in vendita e speciali del passato.

Nulla a togliere alla Panini che immancabile come il 730, ci propone una vasta raccolta di edizioni Marvel, molti albi recentemente usciti e una vetrina dedicata solo al Ratto Nostrano creato d Leo Ortonali.

In rapida successione, troviamo la J-Pop, la MDV con Davide La Rosa e Vanessa Cardinali, La Sergio Bonelli, le edizioni BD, la GP Publishing, Star Shop per un totale di 50 stand nella prima parte comprendente sia edizioni che negozi e mercatini dove acquistare albi (anche introvabili personalmente parlando) e gadget di varia natura.

Come l’anno scorso la fiera si distribuisce in tre settori principali + un piano superiore per l’incontro con gli editor (e una sala per i colloqui, laddove si scegliesse di proporsi come disegnatore, editor per le varie case editrici che offrono la possibilità).

A differenza dell’anno scorso però si aggiunge una nuova ala dedicata interamente ai videogames o ai prodotti ludici: area videogames dove predomina sicuramente Nintendo ma offre anche tavoli per il gioco di Magic e postazioni per Lan Party con svariate console.

Il tutto a maggior vantaggio dell’ala cosplay che viene ampliata con un’area completamente dedicata allo Sci-Fi con elementi provenienti da Star Trek, Star Wars e Battlestar Galactica (in cui è ospite un piccolo grande personaggio che vedrete nel video in fondo all’articolo).

Il Palchetto Foyer che divide le due grandi sezioni del Mantova Comics è stato completamente rivoluzionato e offre una visione molto ma molto simile ad un disco bar con posti a sedere in platea, area signin per incontrare i disegnatori e gli autori e una sezione che ospita nel pomeriggio l’incontro con i doppiatori Davide Perino (Elijah Wood e Shia Labeouf) e Angela Brusa (la signora Hattie di Cattivissimo Me, Izumi Ishiguro in BECK).

In tutto la fiera di Mantova, palchetto cosplay escluso, ospita più di 100 stand diversi nell’offerta e nello spazio ma ugualmente godibili anche solo per curiosare.

Ci tengo a segnalare quello di Link Comics, di cui parlerò successivamente sul blog.

Gli editori Marvel Comics e Panini

Gli eventi come sempre non mancano di rispondere a quante più domande possibili, la parte del leone è fatta quasi sempre da Panini Comics che con Marco Lupoi (di cui abbiamo una sorpresa a giorni) e l’evergreen C.B.Cebulski offrono una panoramica del mondo Marvel sia italiano che americano, ospite d’eccezione il disegnatore Adi Granov (Iron Man Extremis).

Successivamente è Star Comics ad offrire un bello show offrendoci il panorama 2012 della casa editrice con ospite il direttore editoriale Claudia Bovini.

Infine ma non per questo meno importante il ruggito del leone che si desta da un lungo sonno: Rw Edizioni svela alcuni dettagli e piani editoriali comprendenti la Lion e il destino delle testate DC Comics nel nostro paese.

Nel palchetto foyer si susseguono autori ed illustratori d’eccezioni che presentano il passato, il presente e il futuro del loro mestiere: Paolo Barbieri, Cecilia Randal, Barbara Baraldi (che presenta Bloodymilla con Cyrano Comics) e Anna Giraldo.

Fanno seguito un’intervista molto interessante con l’attore Felix Silla(la grande sorpresa di questo evento) e come ho già detto, i doppiatori Perino e Brusa.

Davide Perino e Angela Brusa

Come al solito, nonostante la mia incapacità in materia mi permetto di spendere due parole sui cosplay e sugli eventi a loro legati: buona la presenza di costumi di scena, alcuni elaboratissimi, altri rimediati la notte prima, altri ancora una via di mezzo senza eguali.

Divertentissimo il terzetto Marty McFly, Jennifer e Doc Brown di Ritorno al Futuro, gli spaesati Ghostbuster, alcuni esponenti degli Alba di Naruto (tra cui un bellissimo Pein), il Team Rocket e la coppia Scott Pilgrim / Ramona Flowers.

Gli eventi sul palco cosplay sono innumerevoli tutte a cura del gruppo BHC(Best Horror Cosplay) dall’iniziativa Ciak! dove cosplay e pubblico interpretano spezzoni di film a Zombie! dove un gruppo gioca a non farsi infettare da un nutrito gruppo di walker putrescenti.

Il BHC all'opera in una delle iniziative del Palco Cosplay

Tutte le altre informazioni le lascio a Echoes e il suo video riassuntivo sempre stupendo! che merita un commento più di questa lunga carrellata di frasi sconnesse che avete (o avreste voluto) letto.

Il giudizio sulla fiera di Mantova rimane positivo anche se migliora di anno in anno, sono sicuro che si possa fare ancora di più quindi in via del tutto personale do alla fiera un sette tirato in maniera tale che possano migliorarsi sempre di più, sperando ovviamente che questa edizione non sia l’ultima (2012 docet!)

Con il Mantova Comics non abbiamo ancora finito però, ancora sorprese ci sono e chi la forza in lui potente scorre, saprà attendere il momento atteso si. Mhhh?

Alla prossima!