Magneto – Archivi Marvel (13)

di Manuel 19

[Ben ritrovati su Archivi Marvel e dopo il primo grande villain “Dottor Destino” tocca ad un altro SIGNOR villain, lo conosciamo tutti più o meno bene per via delle trasposizioni cinematografiche che lo hanno reso piuttosto bene ma è giunto il momento di conoscere la vera storia di Magneto! NB – Settimana prossima Archivi Marvel si prende una pausa e ritorna il 14 Luglio con gli INUMANI]

Erik Lehnsherr non è il vero nome di Magneto, ma questo lo scoprirete solo leggendo la sua storia più avanti, il Signore del Magnetismo non è semplicemente il supercriminale principale degli X-men, non è solo un mutante di classe elevata da sconfiggere e non è nemmeno il leader della confraternita dei mutanti (e di svariati altri gruppi).

Il sito IGN nello stilare la classifica dei migliori Villain fumettistici creati dal 1920 in poi lo ha incoronato RE della classifica ponendolo in cima e superando creature fumettistiche come Joker, Lex Luthor e molti altri “cattivi” storici.

Perché questo merito in un personaggio che rimane, nonostante notevoli sviluppi narrativi, relegato nell’universo mutante della Marvel Comics? Iniziate a leggere e scopritelo da voi…

Olocausto

Il giovane Max (nome reale ed utilizzato in quel tempo) ha lo schiaffo peggiore dalla vita quando, ebreo in Europa, vede i genitori morire per mano dei nazisti.

Rimasto orfano viene spedito al campo di sterminio di Auschwitz dove entra nella squadra dei Sonderkommando cioè quel gruppo di ebrei prigionieri incaricati di far funzionare le camere a gas, di ripulirle dai cadaveri e di riempire le fosse del campo dai corpi morti del loro stesso popolo.

Durante la sua permanenza nel campo, Max fa la conoscenza di una giovane zingara prigioniera come lui, Magda.

L’amore che nasce tra i due permette ad entrambi di uscire indenni dal campo di sterminio e dalla guerra in generale e dopo aver affrontato tutto questo assieme, i due si sposano coronando il loro sogno d’amore.

Dall’unione nasce una figlia, Anya mentre Max adotta il nome Magnus.

Per tutta la durata della prigionia e durante i primi anni di matrimonio con Magda, Max non scopre mai di avere dei poteri mutanti, il suo primo assaggio di questa facoltà lo raggiunge durante un incidente che coinvolge la sua casa.

Un gruppo di individui ostili, consapevoli dell’etnia zingara di Magda, incendiano la casa della giovane famiglia e l’inesperienza di Magnus, coaudivata dal tentativo di impedirgli di entrare in casa da parte delle persone coinvolte, porta alla morte della piccola Anya che muore carbonizzata.

Furioso per questo gesto mostruoso, Magnus ricorre inconsapevolmente al suo potere e massacra le persone coinvolte nel disastro schiacciandole o riducendole a brandelli.

Magda dopo la fuga, con Wanda e Pietro

Sconvolta dopo aver assistito alla morte della figlioletta ed al massacro del marito, Magda scappa dall’uomo e si rifugia lontano sulle montagne Wundagore dove in gran segreto da alla luce il secondo e terzo genito di Magnus: la futura Scarlet Witch (Wanda Maximoff) e Quicksilver (Pietro Maximoff).

Erik & Charles

Perse le tracce della moglie, Max sfugge agli inseguitori che volevano fargliela pagare per la strage e grazie al falsario George Odekirk crea una nuova identità per lui: lo zingaro Erik Magnus Lenhsherr.

Per anni l’uomo manterrà intatta l’identità e nessuno scoprirà mai quella vera, trasferito in Israele Erik lavorerà per alcuni anni come ordinario presso un ospedale psichiatrico dove farà la conoscenza della sua vita.

Charles Xavier, impiegato nello stesso ospedale ed Erik iniziano a conoscersi diventando grandi amici e sottoponendosi reciprocamente a lunghi dibattiti su come l’umanità avrebbe potuto vedere la nascita di una nuova razza dominante sulla terra, una razza di super-umani o come li avrebbe ribattezzati Erik tempo dopo, Homo Sapiens Superior.

Nonostante la grande amicizia i due non rivelano i loro poteri fino all’occasione propizia: il barone Strucker e la sua organizzazione criminale HYDRA, residuato della Germania Nazista tenta il colpo grosso derubando il neonato stato di Israele dall’oro nazista che era stato recuperato dalle banche tedesche, Erik per motivi personali ingaggia una lotta durissima con l’HYDRA ed è costretto a rivelare i suoi poteri a Charles il quale condivide con l’amico il suo di potere: il controllo mentale e la telepatia.

Nonostante Charles sapesse fin dall’inizio che Erik possedesse un potere (grazie al suo) ha voluto attendere che fosse l’uomo in prima persona a rivelarglielo.

Dopo aver intrappolato Strucker in una grotta e fatto crollare tutto, apparentemente uccidendo il leader dell’HYDRA, Charles ed Erik capiscono di avere visioni differenti sul modo di convivere con la razza umana: Charles è convinto di poter realizzare una pace ed una collaborazione solida tra mutanti e umani, mentre Erik impaurito che la paura e l’ostilità verso ciò che non si conosce, porti l’umanità ad un altro olocausto nei confronti dei mutanti, non intende scendere a compromessi con loro.

Erik rimane in bilico tra una convivenza pacifica e non belligerante tra umani e mutanti e l’idea di dover dimostrare come la razza dei mutanti sia nettamente superiore a quella umana, di fatto una nuova razza dominante nel mondo.

Charles & Erik: due leader con idee diverse

Prendendo strade diverse, Charles diventa il Professor X mentre Erik, preso l’oro nazista, diventa Magneto.

L’ascesa di Magneto

Come Magneto, la prima azione ufficiale è quella di aggredire una base militare degli USA chiamata Cape Citadel distruggendone i missili ma viene fermato da un gruppo di mutanti allestito dal suo vecchio amico Charles: gli X-men che con questo salvataggio della base, compiono la loro prima missione.

Con l’aiuto dell’oro nazista rubato, Magneto allestisce su un piccolo asteroide orbitante attorno alla Terra la nazione M o Asteroide M, un luogo che nonostante l’ambiente ostile, possa risultare una nazione libera per ogni creatura mutante.

Consapevole di dover agire come Charles, riunisce attorno a se’ uno stuolo di mutanti disillusi ed arrabbiati dalle condizioni disumane in cui devono nascondersi e crea la Confraternita dei mutanti con la quale persegue i suoi obiettivi, tra i nuovi mutanti affiliati ci sono (anche se inizialmente non ne è a conoscenza) i suoi figli Scarlet e Quicksilver.

Con la confraternita al seguito e numerosi poteri mutanti che può utilizzare, Magneto attacca la piccola nazione sudamericana di San Marco e vi stabilisce la sua nazione mutante poi con l’aiuto dei mutanti ostili all’umanità, tenta di rubare all’America una nave militare con la quale, grazie al potere del mutante Mastermind (Jason Wyngarde), definire il suo esercito militare, pronto a difendere la nazione.

Tuttavia i suoi piani vengono nuovamente sfumati dall’intervento della First Class degli X-Men.

Esilio

Magneto incassa numerose sconfitte con la sua Confraternita finchè non scopre che un essere che lui iniziamente pensava mutante, lo Straniero, è in realtà una creatura aliena giunta sul pianeta per studiare le capacità delle razze presenti.

Dopo l’ennesima sconfitta, lo Straniero approfitta del caos per intrappolare Magneto stesso e un suo alleato Toad (Mortimer Toynbee) in un bozzolo spaziale che spedisce in un pianeta lontano trasformato in un laboratorio di analisi.

Lo Straniero con Magneto e Toad

Con la scomparsa di Magneto creduto morto e Toad, uno dei membri fondatori, la Confraternita sulla Terra si spezza e Quicksilver e Scarlet disertano andando a chiedere “asilo” ai Vendicatori che spesso li hanno affrontati.

Sfuggito miracolosamente allo Straniero, Magneto e Toad ritornano sulla Terra dove il secondo scompare senza lasciare traccia.

Magneto aggredisce gli X-Men da solo finendo quasi per sconfiggerli ma il ritorno dello Straniero sul pianeta permette ai mutanti di sconfiggere il Signore del Magnetismo che ritorna nuovamente prigioniero dell’alieno.

Sfuggito nuovamente (e stavolta definitivamente) dal pianeta laboratorio dello Straniero, Magneto riassembla la sua Confraternita di Mutanti e rapisce tutti gli X-Men per processarli per crimini contro la propria razza.

Tuttavia una nuova squadra di Vendicatori, aiutati dal ribelle Toad, permetterà agli X-Men di fuggire ancora una volta.

Terra Selvaggia

Creduto morto, Magneto si rifugia nella terra primordiale antartica nota come Terra Selvaggia che localizza come sua nazione mutante prediletta.

Grazie alle sue conoscenze dell’ingegneria genetica crea un gruppo di animali mutanti che possano difendere ed arricchire la zona selvaggia poi riparte con la riorganizzazione della sua Confraternità.

Combatte nuovamente con il professor X ed il gruppo dei Difensori e rinviene, dopo lo scontro una tecnologia aliena vicina al cuore della Terra con il quale crea un umanoide artificiale che chiama Alpha.

Alpha però si ribella contro il suo stesso creatore e lo riporta allo stato infantile con i suoi poteri, la minaccia del signore dei magnetismo sembra scongiurata ma Xavier decide di non poter lasciare il suo amico/nemico in quelle condizioni e lo affida alle cure della dottoressa Moira MacTaggert che sull’isola di Muir gli permette di ritornare adulto ma prima di farlo, manipola il codice genetico, estraniando il gene “malvagio” dal mutante.

Magneto ed altri mutanti sottoposti al potere di Alpha

Purtroppo la natura non può essere controllata e non appena Magneto riattiva i suoi poteri, il suo carattere e l’origine della sua rabbia ritorna.

Erik viene riportato all’età adulta ma con la mente più vecchia come era prima della trasformazione ad infante.

Rivelazioni

Dopo aver combattuto contro il Dottor Destino (Victor Von Doom) per la supremazia del mondo, Magneto scopre con la nuova formazione della Confraternita dei mutanti di aver conosciuto i suoi figli: Quicksilver e Scarlet Witch, entrambi sposati rispettivamente con Crystal (Crystalia Amaquelin) una Inumana e Visione, un androide.

Scoperto pure la sua nipotina Luna Maximoff (figlia di Quicksilver) e vedendola come un legame con la razza umana tanto odiata, Magneto la ripudia e tenta di riavvicinare i figli alla sua causa ma vedendo la sua avversione per gli umani e per il modo in cui ha scacciato e mai cercato la madre (Magda), i figli rifiutano il padre e lo allontanano.

Magneto trova in seguito alleati preziosi nel professor X ed i suoi X-Men quando l’entità aliena conosciuta come l’Arcano rapisce numerosi superesseri della Terra, li trasferisce su Battleworld e da il via alle Guerre Segrete per riscoprire quale tra il bene ed il male è più forte.

Magneto con sua grande sorpresa viene posto nello schieramento del bene, sconvolgendo molti supereroi, il motivo è che l’uomo intende aiutare la sua razza ad essere felice ed in pace ed è quindi impossibile trasferirlo nella fazione del male, Capitan America (Steve Rogers) difende spesso il mutante per la sua causa e il suo scopo viene lodato anche da Wasp (Janet Van Dyne) che però non può accettare le azioni che l’uomo ha compiuto in passato.

Concluse le Guerre Segrete, Magneto si ritira sull’asteroide M che però entra in collisione con l’alieno Warlock in viaggio verso la Terra che lo disintegra e lo fa precipitare nell’Oceano Pacifico.

Sopravvissuto all’impatto, Magneto viene tratto in salvo da un peschereccio comandato da Lee Forrester, una giovane donna che lo aiuterà a riprendersi dalle ferite e condividerà con lui una piccola e fugace storia d’amore.

Processo

Dopo il suo recupero, Magneto si unisce agli X-Men al ritorno dell’Arcano che intenderebbe riaprire le Guerre Segrete, i mutanti coalizzati sconfiggono l’essere e gli impediscono tale desiderio.

Magneto accetta di rimanere con il gruppo dei suoi avversari e per lungo tempo ammorbidisce le sue opinioni sulla razza umana a tal punto da decidere di piegarsi alla legge dell’uomo e farsi giudicare per i crimini commessi.

Viene allestito un tribunale speciale che accusa Magneto di tutti i crimini precedenti alla sua “morte figurativa” dopo il disastro dell’asteroide M ma il tribunale e la seduta viene interrotta dall’attacco dei Fenris (Andrea e Andreas Von Strucker), figli gemelli del Barone Von Strucker leader dell’HYDRA.

Il combattimento che ne deriva porta alla sconfitta dei gemelli ma porta anche Xavier in uno stato di pre-morte derivato dallo scontro stesso, prima di cadere nel coma Xavier chiede a Erik di guidare la sua scuola al posto suo, Magneto accetta questo incarico e decide di non ripresentarsi in aula di tribunale.

Prende la cattedra di preside alla scuola per giovani mutanti di Xavier sotto il nome di Michael Xavier, cugino del professore.

Vedendo questo cambiamento nel loro padre, Quicksilver e Scarlet si riavvicinano a lui.

Confronti

La sua carica però attraversa una lunga serie di disastri: l’Arcano ritornato per fargliela pagare uccide e poi riporta in vita i New Mutants della sua scuola, traumatizzando studenti e professori della scuola.

Viene inoltre manipolato dalla mutante telepate Emma Frost, direttrice della Massachussets Academy e Regina Bianca dell’Hellfire Club, in lotta contro i Vendicatori ed il gruppo dei Sovietici Supremi.

Magneto viene ritrovato dalla giustizia umana e sottoposto ad un nuovo processo, timoroso di trovarsi colpevole, l’uomo utilizza un dispositivo di controllo mentale sulla giuria cercando di fargli cambiare l’opinione già ben piazzata, il risultato è la completa assoluzione per i crimini commessi ed un aumento vertiginoso dell’ostilità verso i mutanti da parte delle organizzazioni umane ostili alla razza.

Sentendo che l’odio ha raggiunto livello insostenibili dopo un gravissimo attentato ai mutanti, Magneto congiuntamente a Tempesta (Ororo Munroe) si unisce all’Hellfire Club nelle vesti del Re Bianco.

Con la sua nuova posizione evita che alcuni studenti perdano la vita ed impedisce alcune rappresaglie anti-mutanti nella Nazione nonostante questo assiste impietoso alla morte di tutti gli X-Men della vecchia generazione che vengono ripresi in diretta nazionale da costa a costa.

Hellfire Club

I rapporti con i New Mutants però si deteriorano ulteriormente dopo aver visto l’Hellfire Club negoziare con i demoni dell’incidente noto come “Inferno“, inoltre Magneto deciso a spodestare il presidente stesso dell’Hellfire Club (Sebastian Shaw) come Re Grigio rivela durante il confronto che la sua intenzione è allestire un’armata per la futura guerra tra umani e mutanti.

Saputo questo, i New Mutants si rifiutano di tornare sotto il tutoraggio di Magneto.

Avalon

Dopo numerosi confronti ed un’alleanza che gli costa la stima per se stesso (con Teschio Rosso alias il gerarca nazista Johann Schmidt), Magneto stufo dei continui combattimenti riorganizza le sue mire di dominio e decide di creare una seconda stazione orbitale che chiama Avalon che dichiara appartenere alla razza mutante che vuole vivere in pace ed armonia, realizza inoltre un altro Asteroide M.

Chiamato da un gruppo di mutanti chiamati Accoliti si mette alla guida degli stessi e “soggiogato” dall’influenza di uno di loro, Fabian Cortez, dichiara come alcuni missili nucleari recuperati da un sottomarino sovietico, siano posti a difesa dell’asteroide orbitante e siano puntati sulla Terra.

Scopre inoltre che la professoressa Moira MacTaggert aveva effettivamente alterato la sua struttura genetica durante gli eventi del ritorno all’infanzia e che questi avevano portato agli eventi che vedevano Magneto direttore della casa di Xavier ed ora, sovrano di Avalon con la minaccia del nucleare.

Magneto rapisce Moira e la porta nello spazio scoprendo come in realtà la dottoressa non era riuscita fino in fondo ad alterare la sua componente genetica e che quindi tutto ciò che Magneto aveva fatto era stato di sua spontanea volontà.

Gli X-Men e Xavier (ritornato direttore della sua scuola) partono per Avalon e salvano Moira nello stesso momento i sovietici, infastiditi dall’uso del loro arsenale nucleare, lanciano sull’asteroide un fascio di particelle in grado di farlo detonare e conseguentemente far perdere le armi ai loro avversari.

Tradito anche da Cortez all’ultimo minuto, Magneto respinge Xavier e gli X-Men sulla Terra deciso a rimanere su M fino alla fine, apparentemente morendo nella grande esplosione che ne consegue.

Si scoprirà che Magneto non è morto e che è l’unico sopravvissuto tra gli Accoliti grazie al potere di uno di loro, Chrome.

Onslaught

L’ONU delibera l’attivazione di una serie di satelliti orbitali che impediscano al signore del magnetismo di utilizzare i suoi poteri sul pianeta, di tutta risposta Magneto distrugge i satelliti e riorganizza i suoi Accoliti vedendo inserirsi nelle fila anche l’ex-men Colosso (Peter Rasputin).

La distruzione dei satelliti porta anche alla simultanea distruzione di tutti gli apparecchi elettrici della Terra, gli X-Men rispondono a questo attacco con un assalto ad Avalon, supportati dalla spia interna Colosso.

Nella battaglia che ne consegue Magneto strappa l’adamantio dalle ossa di Wolverine ed un infuriato Xavier prosciuga la mente di Erik fino a portarlo ad uno stato di coma.

La furia mentale di Xavier ed il potere del magnetismo posti ad intensa attività comportano la nascita dell’entità Onslaught, frutto e addizione dei poteri di Xavier e Magneto.

Magneto rimane in coma su Avalon adorato dai suoi mutanti finchè la stazione non viene distrutta da Olocausto, mutante arrivato dall’Era di Apocalisse.

Colosso prima della distruzione porta Magneto in una capsula d’evacuazione e lo spedisce sulla Terra dove viene recuperato da Astra, un’alleata di Magneto che ora ne desidera vedere solo la morte.

Genosha

Astra clona Magneto creando Joseph, poi grazie ad un risveglio provvidenziale fugge e mentre tutti sospettano che Joseph sia il vero signore del magnetismo, il vero Erik crea un piano dietro le quinte e sbatte fuori Gambit (Remy LeBeau) dal gruppo degli X-Men, rivelando ai suoi stessi compagni i crimini del mutante (il quale ha ucciso anche George Odekirk, l’unico che conosce il vero nome di Magneto).

Magneto crea dunque un macchinario in grado di amplificare i suoi poteri e dirigere la Terra verso un nuovo asse rotatorio, addirittura spedendola contro il sole, minacciando di farlo se le Nazioni Unite non esaudiranno il suo desiderio: creare una nazione mutante.

Gli X-Men insieme a Joseph (scoperto la sua natura di clone) lo confrontano duramente e Joseph sacrifica la sua stessa vita riportando la Terra sul suo normale asse rotatorio, di fatto Magneto viene sconfitto ma l’ONU, messe sotto pressione dall’ufficiale per gli affari mutanti cedono comunque alle richieste di Magneto (che ha perso nella battaglia il suo potere) e gli donano un’isola nella regione africana, Genosha.

All’interno dell’isola, Magneto governa aiutato da molti altri mutanti tra cui molti che gli si sono rivoltati in passato come Quicksilver o il leader degli Accoliti Fabian Cortez, ingaggiando poi una terribile guerra civile con gli abitanti umani dell’isola.

La guerra civile a Genosha, secondo le intenzioni dell’ONU avrebbe potuto eliminare o almeno ridurre il pericolo di Magneto e dei suoi mutanti purtroppo finisce nella maniera opposta ed Erik crea un rifugio per milioni di mutanti che accorrono a Genosha in cerca di una casa.

Ripristinati i suoi poteri grazie ai geni che si sono radunati sull’isola, Magneto rapisce Charles e lo utilizza come simbolo per dichiarare guerra all’umanità intera, Jean Grey assolda un nuovo team di X-Men per aiutare Ciclope (Scott Summers) e Wolverine a recuperare il professor X.

Recuperato Xavier che taglia i legami psicologici tra Erik ed il suo stesso potere, Wolverine si vendica dell’uomo infliggendogli seri danni e ripartendo alla volta della terraferma.

Genocidio

Durante la convalescenza di Magneto, Genosha viene assaltata da centinaia di Sentinelle mandate dalla sorella perduta di Xavier, Cassandra Nova.

L’evento porta alla morte oltre 16 milioni di mutanti ed esseri umani e Magneto viene elencato tra le vittime cadute, tutto avviene mentre Polaris (Lorna Dane) una delle pochissime sopravvissute, scopre che Magneto è in realtà il padre biologico ed ha ucciso i genitori della mutante per coprire le sue tracce.

Gli ultimi momenti a Genosha per Magneto sono spartiti nel rivelare a Polaris il fatto d’essere sua figlia e nella registrazione di un messaggio audio nel quale Magneto in nome del popolo mutante, dichiara che l’essere mutante non morirà mai e continuerà a vivere e prosperare nel mondo che gli appartiene.

Ciò che accade in seguito è ancora oggi tra i lettori motivo di dibattito, resta il fatto che Magneto…ritorna.

House of M

In seguito agli eventi successivi al massacro di Genosha, Magneto ed il suo destino appare confuso, sembra riapparire sotto lo pseudonimo di Xorn ma qualunque piega prendano gli eventi, Magneto riappare proprio sull’isola della distruzione, rinvenuto da Xavier che lo accusa in quell’occasione di aver ucciso, per la vendetta di Genosha, circa cinquemila persone tra cui la mutante Jean Grey.

Magneto è ovviamente estraneo a questi fatti, anzi è disgustato dall’idea che qualcuno, dopo il genocidio mutante, possa anche solo pensare che lui sia in grado di eliminare così tante persone.

Mosso solo da spirito di sacrificio il mutante si adopera per ricostruire il suo paradiso mutante, viene sostenuto in questo caso da Xavier che lo aiuta nella difficile ricostruzione, saldando nuovamente l’amicizia con l’uomo.

Purtroppo durante questo periodo, Wanda soffre per la perdita dei suoi figli e altera con il suo potere mutante la realtà, distorcendola e modificando alcuni eventi finchè il Dottor Strange (Stephen Strange) non decide di portarla al coma per sedare il suo potere.

Magneto, sentendo da Genosha, la sofferenza psichica della figlia crea un wormhole che possa salvare la figlia prima dell’aggressione dei Vendicatori e di Strange, così facendo il mondo scopre che il signore del magnetismo è ancora vivo.

Magneto chiede aiuto a Xavier per visitare la figlia, sempre più folle di rabbia e sempre più pericolosa ma non riesce a curare la sua personalità che con il passare dei mesi, diventa sempre più instabile.

Convinti che non ci siano altre soluzioni, i Vendicatori optano per uccidere Scarlet e Quicksilver, venuto a conoscenza di questa opzione, chiede a Scarlet di usare i suoi poteri per creare la Casata degli M.

Nella nuova realtà alternativa creata da Scarlet, Magneto viene aggredito nel 1979 da alcune Sentinelle, sopra il cielo di Manhattan e svela con questa azione, una fitta cospirazione governativa per sopprimere nella violenza il gene mutante nella popolazione, una cospirazione che passa anche da Richard Nixon, allora presidente degli Stati Uniti.

Riconosciuto il delitto, Magneto diventa leader di Genosha ed ottiene la concessione di salvaguardia di tutti i mutanti del pianeta, di fatto rendendoli la razza dominante del pianeta sopra gli esseri umani.

Crea quindi su Genosha una città sviluppata tecnologicamente dal quale domina il mondo mutante ed umano con i suoi famigli: Quicksilver, Scarlet (con i suoi due bambini) e Polaris.

Un manipolo di superesseri che ricorda gli eventi così come sarebbero dovuti accadere (tra cui Wolverine che desiderava come mutante riavere i ricordi del progetto Arma X e quindi ricorda gli eventi che sono realmente accaduti nel presente regolare) guida una rivolta contro Magneto a Genosha convinti che sia il responsabile di questo evento temporale.

Butterfly (Layla Miller) l’unica a poter trasmettere agli altri i ricordi di ciò che il mondo doveva essere, ripristina i ricordi di Magneto stesso che scopre come tutto sia stato chiesto e causato dal volere di Quicksilver, il ragazzo si confronta con il padre sostenendo come lui avrebbe lasciato morire Wanda senza muovere un dito, il confronto finisce violentemente con Magneto che offeso e disgustato dal figlio, lo riduce in fin di vita.

Scarlet rinviene con i suoi ricordi in quell’istante ed al culmine della rabbia scatena un’ondata contro Magneto e contro la razza mutante che da quel momento per lei non sono altro che dei mostri, pronuncia il suo “ultimo incantesimo” (No More Mutants) e ripristina la realtà corretta con una sola eccezione.

Il 98% della popolazione mondiale viene privata dei suoi poteri e diventa umana, anche Magneto è tra questi e viene risparmiato da Wolverine dopo una piccola lotta solo per permettere all’uomo di vivere finalmente ogni secondo della sua “merdosa vita da Sapiens”.

Nation X

Dopo alcune comparsate nel mondo e nelle diatribe sorte dopo e per House Of M, Magneto ricompare sempre depotenziato ad Utopia, la nuova nazione mutante nata dai residuati dell’asteroide M.

Magneto prima stordisce il gruppo dei mutanti poi si offre di aiutarli a respingere le orde dei Predatori X, gli viene inoltre annunciato che la mutante chiamata Hope Summers cioè la Messia Mutante, nata dopo House of M/Decimazione è viva e vegeta.

Dopo aver aiutato il gruppo a respingere gli avversari, Magneto entra di diritto nel gruppo aiutando Nation X a non sprofondare nell’Oceano Atlantico nel quale è insediato, tramite l’aiuto di Namor l’atlantideo che si offre con il suo popolo di creare un pilastro di sostegno nell’oceano per sollevare ed assicurare Nation X.

Nonostante i risultati della nuova nazione, Magneto si rifiuta di farne parte e si insedia sul monte Tamalpais, dove entra in stato di meditazione profonda e cerca di convogliare il suo potere (ripristinato parzialmente in gran segreto dall’Alto Evoluzionario) attraverso lo spazio, per riportare un membro degli uomini-x, Kitty Pride (Katerine Pride) nuovamente sulla Terra.

Nonostante il cambiamento di potere, la sua capacità gli permette di localizzare il gigantesco proiettile stellare nel quale Kitty è rinchiusa nello spazio e trasportarlo nuovamente sulla Terra, liberare la donna e spedire il proiettile lontano dal pianeta, dove non possa più nuocere.

Tuttavia il potere è talmente intenso e lo sforzo talmente elevato che Magneto finisce in coma.

Secondo Avvento

Erik si riprende dal coma giusto in tempo per la seconda venuta di Hope che si fa teletrasportare su Utopia da un morente Nightcrawler (Kurt Wagner) mentre la sentinella Nimrod, incaricata di distruggere ogni forma di vita mutante, sta assediando il nuovo territorio libero della popolazione mutante.

Nonostante la salute cagionevole, Magneto entra in battaglia assieme agli altri del gruppo contro Nimrod e le sue squadre della morte, smembrando i robot grazie al nucleo ferroso di Utopia spedito contro gli avversari come proiettili.

Di fatto Magneto salva Utopia dall’ennesimo annichilimento.

Dopo la dura battaglia Magneto scoprirà che i Giovani Vendicatori stanno andando a caccia di Scarlet Witch, ritiratasi a vita segreta e che due di loro Wiccan (William Kaplan) e Speed (Thomas Shepherd) sono in realtà la reincarnazione dei figli perduti di Scarlet, creati dopo gli avventi di House of M e Vendicatori D-I-V-I-S-I.

Magneto si rivela ai due giovani annunciando di essere il loro nonno e si offre di andare assieme a loro a cercare la madre, tuttavia i Vendicatori tentano di eliminare la spedizione ma Wiccan teletrasporta il trio sulle montagne di Wundagore dove incontrano Quicksilver e Scarlet insieme.

Quicksilver, dopo gli eventi imperdonabili del padre aggredisce l’uomo ma durante la colluttazione tra i due, si scopre che la Scarlet Witch che hanno dinanzi è solo un DoomBot creato da Von Doom, scoperto questo la eliminano e prendono strade separate.

La lista degli eventi su Magneto è tristemente accorciata e priva di numerosi passaggi, talvolta importanti che hanno segnato il percorso di questo malvagio al Top Ten di molte classifiche di lettori.

Ho dovuto interrompere qui senza nominare (purtroppo) Necrosha, Age of X, Onslaught Unleashed ed il prossimo Schism nel quale Magneto avrà senz’altro un ruolo di primo piano essendo stata la guida in alcuni periodi (come avrete letto) dello Xavier Istitute.

La lista è stata estremamente difficile da condensare e selezionare anche per un semplice fatto: gli uomini-x vivono da sempre in un mondo che nelle edizioni Marvel prosegue talvolta senza collegamenti diretti a saghe (vedi Civil War o Dark Reign, dove la sola presenza mutante è rappresentata quasi sempre dalla telepate Emma Frost), un così vasto archivio di materiale non può e non deve trovare spazio tutto in un solo articolo, un giorno forse rivedremo Magneto tra queste pagine con nuovi sviluppi.

  • ilburchiello

    Ottima sintesi, grazie molte.
    Sarebbe possibile avere non dico tutte ma almeno qualche fonte?

    • Manuel

      pi facile se chi interessato a sapere i volumi o i numeri di una data storia mi chiedono direttamente info a riguardo, complicato condensare oltre alle vicende anche dove sono contenute

      • ilburchiello

        Innanzitutto ti chiederei consiglio sulle saghe migliori.
        Mi pare peraltro che quella di House of M sia stata ristampata tutta assieme in volume.
        Poi mi interessano in particolare le origini di Magneto, Guerre segrete e la fase in cui Magneto sostituisce Charles alla guida della scuola.
        Forse un po’ troppo… vedi un po’ tu!

      • Manuel

        La migliore saga che coinvolge Magneto secondo me Testamento che, guarda caso, quella che racconta le origini di Magneto stesso, l’opinione puramente personale perch amo molto lo stile moderno della Marvel e apprezzo solo qualche volta gli stili pi classici e vintage, Testamento relativamente nuovo e ben studiato ma negli anni ’70 sarebbe stata un’altra cosa comunque ecco la lista pi o meno completa:

        -Collezione 100% Marvel – Magneto: Testamento
        -House of M stato ristampato il tutto in unico volume (Grandi saghe N.53)
        -Guerre Segrete (Grandi Saghe 15), lo puoi anche trovare in un Marvel Omnibus ancor pi ricco.
        La direzione dell’istituto Xavier da parte di Magneto inizia pi o meno da Uncanny X-men #200 (che tratta il processo precedente alla direzione) e si protrae bene o male fino al #224 (Non so l’alternativa italiana quale sia).

        Se ti pu interessare un bel capitolo della vita di Magneto quello di Genosha con il genocidio mutante, devi reperire i volumi appartenenti a New X-Men #115 per assistervi :happy:

      • ilburchiello

        Grazie molte della puntuale risposta!
        Cercher di recuperare quanto mi consigli!

      • Elijah

        Il genocidio di genosha raccolto anche in un 100% marvel :
        “X come Extinzione” (storia parecchio bella);

        ma se riesci, ti consiglio anche le storie riguardanti 1) l’acquisto della sovranit di genosha ed 2) il rapimento di Xavier con la nuova squadra degli X-men -> nella seconda storia c’ un Ciclope strepitoso

      • ilburchiello

        Ok, grazie ancora delle dritte, anche se ammetter che non mi entusiasma il tratto dei disegni di quel periodo.
        E invece le altre due saghe che consigli come le potrei recuperare?

      • Elijah

        Uhm… che periodo intendi?

        Quelle citate sono abbastanza recenti ( disegni di Quitely – X per extinzione; Davis – per le storie di Genosha; Larroca – per il rapimento di Xavier);

        Personalmente non saprei che consigliarti… a parte qualche albetto qui e l, non seguo pi molto; il mio mito X-men si ferma a Claremont (“Storia di un futuro passato” la mia preferita in assoluto)

      • ilburchiello

        S intendevo proprio questo periodo recente. Anche io apprezzo soprattutto gli X-Men di Claremont.
        Ho visto adesso che il ciclo Morrison stato tutto ristampato in 5 volumi 100%. Ho comunque deciso di provarci e ho gi preso “E come estinzione”.

  • chopper king of pirates

    questo lo aspettavo da un p!!!evvai! me lo leggo subito!
    Scusa Manuel, io continuo a chiedere, magari prima o poi ti convinco: prima o poi scriverai qlcs su Sentry?
    Ciau!

    • Manuel

      Sentry un personaggio che affiorato solo negli ultimi 10 anni, quelli a cui interessa il buon Reynolds sanno praticamente tutto di lui.

      Comunque uno spazio lo troviamo di sicuro! :happy:

      • chopper king of pirates

        grazie!!! :cwy:

  • Logan_alle_Hawaii

    Premesso che Magneto ne ha fatte talmente tante che non facile riportare tutto e quindi ti faccio i complimenti devo pero riprenderti su alcune cose che non sono corrette.
    Colosso si unisce agli Accoliti dopo che Magneto viene ridotto ad un vegetale, difatti in quel periodo Peter ad occuparsi di “accudire” Magneto, e dopo la distruzione di Avalon per colpa di Olocausto lui torner da Kitty (in quel momento nelle fila di Excalibur)

  • Logan_alle_Hawaii

    Durante HoM Wolverine e Layla sono gli unici a ricordare le cose nel modo corretto. Il primo perch come desiderio chiese di avere tutti i ricordi della sua vita, Layla invece aveva proprio il potere mutante di risvegliare i veri ricordi negli altri

    • Manuel

      Il concetto di Wolverine che ricorda tutto l’ho citato anche se forse confusionario.
      Logan come “desiderio da mutante” voleva avere i ricordi di Arma X e del suo passato e perci ricordava la corretta linea temporale.
      Layla…come hai detto tu!

  • Elijah

    Yay! Magneto il mio preferito da sempre!

    Per quanto riguarda la raccolta delle storie, molte di queste le puoi trovare in alcuni oscar mondadori di qualche anno fa (e che si trovano piuttosto facilmente… non ricordo il nome della collana, ma ne fanno parte anche Spider-man, FF4, Catwoman, Tomb Rider ecc).
    Li riconosci per il formato libretto (quello di Dylan Dog, per capirci).

    Altre storie le trovi ancora pi facilmente fra i 100% marvel, oppure nellla raccolta di “La Repubblica” di quasi 6 anni fa (I classici del fumetto – X-Men) – possono sembrare irrecuperabili, ma spesso alcune fumetterie le hanno ^_^

    • ilburchiello

      Grazie anche a te, Elijah.
      In realt non amo i formati oscar e quelli di “la Repubblica”, ma i 100% marvel li trovo un’ottima idea per recuperarsi queste saghe. Da poco (e con poco) mi sono recuperato “Wolverine: Arma X” che disperavo di potere mai leggere!

      • Elijah

        Ahahahahah anch’io ho comprato quel 100% 3 mesi fa ^_^

      • ilburchiello

        :lol: