Lucky Bags, una tradizione giapponese

di tappoxxl Commenta

Oggi voglio parlarvi di una tradizione che ad ogni inizio di anno nuovo, prende piede in tutto il Giappone.
Ogni anno, da molti anni ormai, i negozi giapponesi mettono in vendita dei sacchetti portafortuna. Pagando un determinato prezzo, si ha la possibilità di ricevere qualche bel regalo. Ovviamente una gioielleria non regalerà mai dei fiori, come un negozio di elettronica non regalerà mai un comodino. Ogni tipologia di negozio mette in vendita la propria merce. Nelle buste, gli oggetti possono arrivare anche ad un valore doppio, se non addirittura superiore, rispetto al prezzo pagato per la busta. Ovviamente più è alta la possibilità di trovare qualche oggetto di valore, più il prezzo della busta aumenta, però c’è anche la possibilità di trovare qualche bel regalino tecnologico a poco. Come nel caso degli Apple Store del Giappone che hanno deciso di inserire anche alcuni IPad 2 nelle loro “Lucky Bags”. Queste buste, note con il nome di “Fukubukuro”, segnano l’inizio del nuovo anno in tutto il Giappone. Come da tradizione il prezzo della busta non può essere superiore al valore dell’oggetto contenuto al suo interno. Infatti le Lucky Bags negli apple store vengono vendute ad un prezzo di circa 330 euro, prezzo ben inferiore ad un IPad 2. La tradizione giapponese vuole che i parenti ad inizio anno si scambino buste con soldi e piccoli doni e questa consuetudine ha dato vita alla vendita nei negozi delle “Buste Fortunate”. A seconda del valore dell’oggetto contenuto nella busta, la tradizione vuole che quell’anno sia più o meno fortunato. Ad esempio, a chi trova un IPad 2 con una spesa di 330 euro, si dice che avrà un anno fortunato. Chi invece con una spesa di 200 euro troverà oggetti per un valore di 210 euro, sarà meno fortunato.
Amerei poter avere una simile tradizione anche qui in Italia, ma già mi immagino la calca nei negozi in stile “film apocalittico”. Qui da noi i saldi sono sufficienti.

 

[fonte – Nippolandia]