Lights on: La saga di Final Fantasy (Capitolo 6: Final Fantasy VI)

di shishimaru 13

Eccoci finalmente, siamo già arrivati al sesto capitolo della fantasia finale che da alcuni fan è già noto come il migliore sotto certi punti di vista! Dopo le vittorie chiamate Final Fantasy IV e Final Fantasy V in cui era importante ridefinire al meglio ogni trama e giocabilità, Square doveva continuare la relativa striscia positiva che lo portava al top dei GDR giapponesi e, nel 1994, pubblicò finalmente Final Fantasy VI dopo qualche annetto di pausa su console SNES e poi portato su Sony PlayStation nel 1999, Nintendo Game Boy Advance nell’anno 2006 e sulla Virtual Console del Nintendo Wii a Marzo dell’anno corrente in Giappone. Il continuo ripubblicare tutta quanta la saga ci riporta a percepire chiaramente, e sarete d’accordo con me, quanto successo possa aver avuto (e infatti FF VI non è l’unico ad aver avuto un porting su altre console nel corso di tanti anni come già sapete)! Sakaguchi iniziò a lavorare su Final Fantasy VI come direttore, ma i continui impegni dovuti all’essere diventato vice-presidente dell’intera baracca lo costrinsero a cedere il tutto a Kitase che già lo aiutava per scrivere storia; a Hiroyuki Ito toccò fare da game designer e bilanciare per bene gli aspetti dei combattimenti con la storia in modo che non ci fosse un vero e proprio punto fin troppo in rilievo; Yoshitaka Amano ritornò come character designer mentre il sempre presente Nobuo Uematsu faceva quel che si poteva per le musiche. Il sesto capitolo fu rilasciato nel nord America con alcuni aggiustamenti dovuti perlopiù a censure per via delle troppe nudità o frasi offensive e simboli religiosi, vedendo modificare persino il nome da “Final Fantasy VI” a “Final Fantasy III” perché era il terzo gioco rilasciato in America (il secondo era FF IV). Tornò a diventare FF VI dopo il rilascio di FF VII di cui parleremo più avanti. Riguardo il gameplay, nulla di totalmente differente dai suoi predecessori: vediamo semplicemente una World Map in cui ci si sposta per andare in città e dungeon incontrando nemici casuali, la schermata del menu in cui il giocatore decide chi usare in battaglia e tanto altro, e la schermata appunto di battaglia dove il giocatore sceglie quali azioni compiere come l’attacco, l’uso di magie o oggetti e così via dando un occhio alla barra ATB inclusa già in FF IV. Ovviamente anche qui abbiamo le abilità uniche per ogni personaggi e finalmente vengono aggiunte delle specie di mosse finali che nei capitoli più nuovi ottengono nomi sempre diversi come Limit Break, Trance e via discorrendo, e che compaiono nei momenti più disperati in modo da aiutare a sconfiggere prima il nemico di turno ed ottenere esperienza utile ad aumentare il livello e le statistiche oltre ai Gil (la moneta del gioco).

FF VI conta molti personaggi, alcuni sono:

Terra/Tina
È la prima protagonista che incontriamo, una ragazza dal passato oscuro che possiede l’abilità di usare la magia.

Lock
Un cacciatore di tesori, un avventuriero che si ritrova sempre a essere confuso con un semplice ladro.

Celes
Generale ribelle dell’impero che si aggiunge al gruppo per combattere Kefka.

Edgar
È il re del regno di Figaro, un perfetto dongiovanni ma anche un buon re.

Mash
Mash è il fratello gemello di Edgar e proprio come lui ha un grande senso della giustizia, sebbene abbia abbandonato il regno da giovane per la libertà.

Shadow
Mercenario che per denaro porterebbe la testa di suo padre, anche se lo vediamo essere di supporto al gruppo quando necessario.

Final Fantasy VI comincia con Terra, una ragazza sotto il completo controllo dell’impero, raggiungere la cittadina di Narshe insieme a Biggs e Wedge, due soldati, per trovare l’Esper congelato e dotato di poteri magici utili alle conquiste. Una volta trovato, questo uccide i due soldati (i Biggs e Wedge fanno sempre una brutta fine o sbaglio?) lasciando Terra senza memoria e protetta solo da Lock che la aiuta a scappare dall’impero che ormai non possiede più alcun controllo su di lei. Da qui in poi gli eventi sono come sempre complessi e in particolare non è possibile trovare un vero e proprio personaggio principale (se non Terra) che abbia una propria personalità e psicologia in quanto la trama complessa riguarda appunto tutti i personaggi. Lock raggiunge insieme a Terra il regno di Figaro dove Edgar e Mash si aggiungono al gruppo e qui parte una corsa contro il tempo per fermare i piani dell’Impero ed evitare che la forza di Kefka, uno dei cattivoni più carismatici (e forse inquietanti) di tutta la saga di FF si scateni distruggendo tutto.

  • Nabucodonosor

    Potevi fare una descrizione maggiore su Kefka…senza spoilerare nulla ma almeno qualcosa potevi dirla in pi.

  • Elijah

    Capolavoro di gioco U_U

    Kefka rimane, con Sephirot, il personaggio migliore della serie FF, sicuramente uno dei pi divertenti e carismatici.

    Ma un po’ tutto il capitolo divertente XD

    Assolutamente consigliato !

  • ichigo2

    Kefka molto pi caratteristico di Sephiroth dal mio punto di vista!

    • ichigo2

      Ed anche uno dei personaggi pi cattivi in un fantasy :devil:

      • Elijah

        Beh, Kefka completamente PAZZO XD
        Il che lo mette un gradino sopra!

        Ma Sephirot inaugura quei final fantasy con eroi tormentati (ok, gli eroi tormentati ci son sempre stati… qui Locke e Terra si portano la testa, chi per la ragazza morta – la vicenda di “Fenice” – chi per tradimento e storia personale) che francamente non ho mai apprezzato a pieno (tipo FF VII e FF VIII) . E fra i tormentati Sephirot quello meglio caratterizzato.

        Negli altri FF personaggi che spicchino come questi due, in fondo, non ce n’ :/

        Forse lievemente Cecil (FF IV).
        Oppure Lulu (FF X), ma non tanto per le sue qualit psicologiche XD

        Poi perch cattivo ?
        Solo perch non disdegna ad avvelenare acquedotti, uccidere suoi alleati (Leo T.T), detronizzare imperatori e dei?

        E’ l’unico vincitore di sempre in un FF XD

      • ichigo2

        ok allora non lo definisco cattivo.
        ma nemmeno buono :D
        allora un non buono XD
        MI hai fatto ricordare il povero Leo T_T asd

      • Elijah

        La prima volta, pensavo che l’avrei avuto come personaggio giocabile, Leo T.T

      • _.-.-.-.—

        sephiroth sopravallutato,avra pure un buon design,ma alla fine sia come boss che come personalita,nn fa un baffo a kefka XD

  • Chris07

    oltre a essere il miglior Final Fantasy, per me anche il miglior GDR di sempre, trama,gameplay,personaggi ecc
    se la Square invece di voler rivoluzionare tutto con opere incompiute come gli ultimi FF si rimettesse a fare giochi come questo ne gioveremmo noi e loro

    • Elijah

      Bah, non saprei…
      Volendo in ambiente SNES “Chrono Trigger” non era per niente male, anzi.
      In realt non saprei dire quale dei due sia meglio, fra CT e FF VI, amandoli molto entrambi.

      Fra gli altri FF, Vi lo considero a parimerito con X, che pur non avendo dei personaggi meravigliosi quali quelli del VI, ha una giocabilit, una durata ed una cura dei dettagli particolari che lo rendono sicuramente un ottimo GDR.

      Il XII l’ho imparato ad amare, pur non apprezzandone a pieno la trama (rimpiango le scenette comiche che mettevano in tutti i FF e che ormai diventano sempre pi rari).

      Non ho mai giocato al XIII quindi non so come sia, ma miei amici possessori di X-box lo considerano parecchio simpatico, anche se non al livello dei migliori.

      Alla fine il punto di forza della Square sempre stata la sperimentazione ed il rinnovamento. E’ normale che dopo un po’ qualcosa cominci ad andare un po’ meno bene. Ma se non ci provi, non saprai mai!

      • _.-.-.-.—

        bah il 13 non brutto ed anche uno dei miei preferiti. il problema che il net pieno di nostalgic fags che dicono sempre che i titoli dell’era playstation sono i migliori,anche se secondo me il 7 era troppo facile e ha una grafica che adesso mi risulta un po’ disturbante,l’8 ha quel maledetto sistema di assimiliazione che lo rovina un po.invece sul 9 non ho da dire nulla xke lo trovo stupendo XD.il 13 ha un gameplay molto piu dinamico rispetto agli altri e questo lo trovo un bene,l’unico problema che ha il cosidetto effetto autostrada almeno finch nn si raggiunge grand pulse dove cmq ci sono un bel po’ di missioni secondarie da fare,oltretutto se uno s vuole mettere a prendere tutti i trofei/obiettivi allora ci si sta veramente un bel po’ di tempo ad ultimarlo.

      • Nabucodonosor

        Io al XIII non ho mai giocato, ma i miei amici che ce l’hanno mi hanno detto che noioso e nessuno di loro ha avuto la voglia di finirlo. Il VI e il VII sono tra i migliori, anche se in assoluto considero l’VIII quello fatto meglio di tutti, soprattutto a livello di gameplay. Infatti il VII fin troppo facile, tranne per la Emerald Weapon. Quelli della Square stanno cercando di trovare sempre nuove soluzioni, ma quando arrivi a fare il tredicesimo capitolo, e chiss quanti altri, normale che le novit siano un p sature, e trovare alternative belle e interessanti sempre piu difficile. Il X ha il miglior sviluppo dei personaggi a mio parere, mentre quello del XII il pi brutto in assoluta…

  • Elijah

    *diventano sempre pi rarE (dannazione!)