Leo Ortolani sperimenta il manga

di admin 7

cover-ratman-mangaLeo Ortolani è uno dei pochi artisti italiani che merita davvero tutto il successo che ha; anzi, si può dire che la sua fama sia ancora troppo poca. Rat-Man è senza ombra di dubbio uno dei lavori più entusiasmanti e divertenti che l’Italia possa vantare. Le avventure del supereroe più bistrattato del mondo conta file di appassionati. Basti pensare al bagno di folla per il Comicon 2009 di Napoli, che presentava anche una mostra completamente dedicata a lui (la sala era perennemente piena, tranne forse il terzo giorno durante la sfilata dei cosplayers), o all’ondata di panico che si è diffusa a macchia d’olio su internet per il mistero che ha avvolto l’uscita di Rat-Man Collection N.72.

Nel mese di Aprile, infatti, c’è stato una sorta di tam-tam mediatico sul misterioso annuncio della Panini: la copertina del nuovo numero non era disponibile. Fatto strano per molti, visto che le nuove copertine si sono sempre viste anche prima della pubblicazione, senza alcun problema.

Successivamente, il sito ufficiale di Rat-Man ha confermato l’assenza della copertina, annunciando in maniera più o meno velata l’irreperibilità dell’autore stesso. Per giorni non ci sono state conferme, e nessuno ha avuto notizie di Ortolani. Qualcuno aveva pensato ad uno scherzo, poi a qualche bega scoppiata improvvisamente fra Ortolani e la Panini, poi ad un ritiro del nuovo numero, alla sospensione della serie. Le ipotesi più fantasiose e catastrofiche si erano presentate agli atterriti fan in attesa di notizie.

Oggi, il mistero è stato svelato. Come possiamo vedere dalle cover del N.72 e del N.73, Ortolani ha deciso di mettersi ulteriormente in gioco, adattando il suo stile addirittura a quello dei Manga giapponesi. Si tratta di una novità assoluta, che a quanto pare non si limiterà alle sole copertine, ma che si troverà anche all’interno della storia.

A questo punto, tirato un sospiro di sollievo alla notizia che Rat-Man uscirà regolarmente, si deve venire a patti con la sorpresa. Potrebbe essere, sì, un rimettersi in gioco dell’autore, che nella vita ha affrontato tutti i generi possibili e ha prodotto persino una serie animata sul suo personaggio. Questa novità potrebbe essere interpretata come un simpatico omaggio ad uno stile che apprezza particolarmente e che sente di voler citare. Potrebbe essere anche una critica ai disegnatori di tutto il mondo, che ricalcano lo stile grafico nipponico non sempre per piacere personale (essendo lo stile nipponico, a detta di tutti, quello che ‘vende’ di più).

Potremo trarre conclusioni migliori una volta letto Rat-Man Collection #72, contenente la prima parte di quella che sarà una trilogia, intitolata “E Adesso Sposami!”. La seconda parte, in uscita a luglio, si intitolerà “Rat-Girl”. Per la terza parte non è stato ancora annunciato nessun titolo.

copertinac73prw

[Fonte: c-mag.org]

  • Antonio

    Grande!

  • ravenard

    questa si che una sorpresa!

    Ricordo bene nelle vecchie storie che Leo non amava molto i personaggi manga :ninja:

  • appena cmprto e letto
    ed bellissimo come sempre :heart: :heart: :heart: :heart: :heart: :heart: :heart: :heart: :heart: :heart:

  • Kimimaro

    non l’ho comperaro ancora, ma dev’essere bello, comuque io sono un grande fan di ratman, e non mi sembra che avesse molta simpatia per i manga, vi dico solo che durante la seconda saga della seconda squadra segreta li raffigura come la causa per la quale tutti hanno perso interesse per il mondo del fumetto americano, mentre nella saga di marvelmouse sono la personificazione del nemico stesso, che piu forte(forze una metafora per mettere in luce il fatto del crollo delle vendite dei american’s comics a vantagio dei manga), distrugge pan piano tutti i supereroi facendoli scomparire…
    aveva fatto poi un numero dedicato hai manga, mi sembra “il grande rat-zinga”, e mi sembra solo un fiacco tentativo di dedica al mondo dei manga, cio piu che altro una dedica hai cartoni dei robottoni che arrivavano in italia un po di anni fa quindi non centra quasi nulla coi manga come li intendiamo noi…

  • Federintronato

    Oggi ero passato in fumetteria per la mia visita settimanale e, devo ammetterlo, ho faticato a trovare Rat-man! :silly:
    Copertina rosa e ragazza in stile manga! Assurdo! Vado per comprarlo e scopro di non avere niente in tasca (lasciato tutto negli altri pantaloni) :whistle:
    Sono curioso di leggerlo! :ninja:

  • Shika Shake Returns

    io di ratman ho solo 299+1 e il signore dei ratti non ne ho letti altri ma oggi quando sono passato in fumetteria ho dato un occhiata a questo ratman e mi sembrato bellissimo per i fan di rat-man questo numero, come del resto tutti gli altri, deve essere una SHICCHERIE :w00t:

  • non l’ho comperaro ancora, ma dev’essere bello, comuque io sono un grande fan di ratman, e non mi sembra che avesse molta simpatia per i manga, vi dico solo che durante la seconda saga della seconda squadra segreta li raffigura come la causa per la quale tutti hanno perso interesse per il mondo del fumetto americano, mentre nella saga di marvelmouse sono la personificazione del nemico stesso, che piu forte(forze una metafora per mettere in luce il fatto del crollo delle vendite dei american’s comics a vantagio dei manga), distrugge pan piano tutti i supereroi facendoli scomparire…
    aveva fatto poi un numero dedicato hai manga, mi sembra “il grande rat-zinga”, e mi sembra solo un fiacco tentativo di dedica al mondo dei manga, cio piu che altro una dedica hai cartoni dei robottoni che arrivavano in italia un po di anni fa quindi non centra quasi nulla coi manga come li intendiamo noi…

    guarda che ti sbagli io ti suggerirei di leggerti i commenti sulle foto del fumetto appenalo prendi perch li leo dice che ha molto rispetto per i manga e che si legge i shojo :happy: