Lambertow ed i “musi gialli”

di Kernel 28

Lambertow ed i musi gialli

Meno di un mese fa un quotidiano a tiratura nazionale come l’italico il Giornale, testata fondata da Indro Montanelli e diretta attualmente da Mario Giordano, riportava la notizia di un’onoreficenza conferita all’onorevole Lamberto Dini da parte del Giappone. Per l’esattezza stiamo parlando del Gran Cordone dell’Ordine del Sol Levante, titolo riconosciuto a Dini per i suoi sforzi nel “consolidamento delle relazioni bilaterali tra Giappone e Italia“, impegno che si sarebbe accollato durante il suo mandato come Ministro degli Esteri, nel governo 1996-2001. Nell’articolo de il Giornale si legge, purtroppo, un’espressione che all’attuale governo giapponese, e per ovvie ragione, non è andata molto a genio: “Lambertow fa incetta di consensi tra i musi gialli giapponesi“. Questo simpatico epiteto sembra aver suscitato le perplessità dell’ambasciatore giapponese in Italia, Shinsuke Shimizu, il quale ha provveduto una settimana fa a recapitare una formale lettera di protesta alla redazione della testata giornalistica incriminata. In questa, resa disponibile anche sul sito ufficiale dell’ambasciata giapponese, si legge:

Egregio Direttore,

ci riferiamo all’articolo apparso sul Vostro giornale il 30 aprile a p. 16, intitolato “Lambertow premiato dai giapponesi”. Nel medesimo si legge “Lambertow fa incetta di consensi tra i musi gialli giapponesi”.

E’ ben accetta l’attenzione prestata alla notizia del conferimento dell’onorificenza al Senatore Dini da parte del Giappone. Tuttavia, riteniamo che l’espressione utilizzata per identificarci, ossia “musi gialli”, abbia una connotazione dispregiativa e molto negativa. Segnaliamo che l’espressione non sarebbe neppure necessaria nel contesto, quindi il suo utilizzo è totalmente gratuito. Inoltre, tale espressione così grossolana non ci sembra consona né all’altezza di un giornale come il Vostro, a tiratura nazionale e con una sua tradizione nel giornalismo italiano.

Pertanto, richiediamo quanto prima una spiegazione a scopo di rettifica sull’espressione “musi gialli giapponesi” come apparsa sul Vostro giornale.

Attendendo una Sua risposta in merito, Le porgiamo distinti saluti.

Shinsuke Shimizu
Ministro e Vice Capo

A titolo personale, non posso che condividere il disappunto dell’ambasciatore giapponese, il quale, contrariamente a tanti italiani, sembra avere la buona abitudine di leggere i giornali. A questo punto non resta che sperare in un proficuo “sviluppo delle relazioni bilaterali”, come nel caso del nostro amico quì sotto.

Gran Torino

  • Fauno

    :blink: :blink: :blink: :blink:

    Ma siamo tutti impazziti?!?!?!?!? :wassat: :wassat: :wassat: :wassat:

  • ON!ZUKA

    Il Giornale… E vi sorprendete? :getlost:

    Non sapevo di questa cosa.
    Per fortuna non lo leggo quel giornale.
    Tralasciando poi il mio punto di vista puramente personale, ritengo che sia oggettivo il fatto che quelle parole sono offensive.
    Musi gialli? Ma siamo in tempi di guerra?

    Davvero, si vergognasse il pirla che ha scritto tali parole.

  • brookie

    beh dai anche il giornalista avr visto il film sopraindicato nell’immagine e si sar detto “beh se lo dice clint allora lo posso dire anch’io” XD
    direi che questo articolo rispecchia molto bene la stupidit del nostro paese e dei ostri connazionali nei rapporti con le altre “razze”

  • DeathNEAR90

    Sono d’accordo al 100%…fa 1 p pena la figura ke facciamo sempre noi italiani x colpa d certe xsone… :getlost: ke lavorano x il Giornale…ke d una certa persona…:getlost: :biggrin:
    x anke i giapponesi c vanno gi pesante con noi….vorrei segnalare un manga di loro fattura ke ci sfotte con offese grossolane e censurabili…il titolo dovrebbe essere ITARIA…
    kmq….il razzismo da qlk anno una piaga sociale nel nostro paese… e certe uscite nn ci mettono certo in buona luce nei confronti dei paesi stranieri…

  • ON!ZUKA

    DeathNEAR90, di ITASIA si parlato anche qui su Komixjam.
    In Itaria si prende per i fondelli il mondo intero, non solo l’Italia.
    Credo che accettare certi tipi di giochetti su di noi possa essere divertente.
    Che poi qualcuno non sappia prenderla per il verso giusto, ci sta pure.

    Per un conto chimarci “mangiaspaghetti”, “pizzaioli”…
    Un conto sarebbe “Mafiosi di mer*a”.
    Credo che muso giallo sia qualcosa di razziale… Come se domani in Giappone appellassero gli italiani “culi bianchi”. :lol:

  • My Funny Valentine

    mi unisco al primo commento di onIzuka :pouty: non ci stiamo pi con la testa

  • Questa ignoranza e non rispetto, non riesco a spigarmi come un’espressione del genere possa essere stata pubblicata su una testata giornalistica cos “importante”

  • Natsu

    ed ecco a voi l’ennesima figura di merda dell’italia…ringraziamo questo giornale per averci ricordato ancora una volta quanto siamo tristi nel nostro paese

  • Sirrus

    Oh beh… c’hanno Mario Giordano come direttore XD, ex direttore di Studio Aperto… e ho detto tutto.

  • Giorgio

    Povero Indro, si star rivoltando nella tomba.

  • Gilgamesh

    Povero Indro, si star rivoltando nella tomba.

    :sad: :sad: :sad:
    La gente non usa pi neanche il cervello!!!!!
    Ma si rendono conto che loro hanno Mazinger Jeeg Goldrake!!!!

  • Zanzy

    qualcuno mi spiega l immagine?

  • Kernel

    qualcuno mi spiega l immagine?

    L’immagine ritagliata da una screen-shot del sito del Giornale dove pubblicato l’articolo. Per chi volesse vederla in direttissima ricordo il link: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=347623

  • Dreik

    Mamma mia che rimbecilliti..

  • AoiKage

    Il titolo Hetalia. E no, non prende in giro nessuno, sono solo caricature di TUTTO IL MONDO realizzate attraverso la personificazione delle nazioni con conseguente (come in ogni caricatura che si rispetti) accentuazione degli stereotipi tipici di ogni nazione. E’ molto diverso dall’offendere una razza ed una cultura con espressioni simili su un giornale nazionale. Ma proprio tanto eh…

  • JhonSavor

    Che figura di merda… mister Montanelli mi si squota in una maniera assurda… (per chiudere l’argomento “sfottimento dell’Italia nei manga”: ogni volta che ci tirano in mezzo nelle loro storie facciamo sempre la figura dei mafiosi criminali, leggete detective conan e tutor hitman reborn… e che palle con sti stereotipi! :angry: fortuna che ci sono anime come quello sul ristorante italiano di qualche tempo fa… :tongue:)

  • Oh beh… c’hanno Mario Giordano come direttore XD, ex direttore di Studio Aperto… e ho detto tutto.

    Ah, ora capisco^^

  • Silvano

    Mah… sinceramente credo sia pi ignoranza del giornalista che razzismo vero e proprio. Il razzismo qualcosa di pi sottile e che non viene sbandierato cos su un giornale ma che presente nella vita di tutti noi ogni giorno. Non sono i fischi alla stadio contro Balotelli ma quello che avviene tra bianchi, neri, cinesi, magrebini, rumeni e albanesi tutti i giorni. :alien:

  • admin

    Mah… sinceramente credo sia pi ignoranza del giornalista che razzismo vero e proprio. Il razzismo qualcosa di pi sottile e che non viene sbandierato cos su un giornale ma che presente nella vita di tutti noi ogni giorno. Non sono i fischi alla stadio contro Balotelli ma quello che avviene tra bianchi, neri, cinesi, magrebini, rumeni e albanesi tutti i giorni. :alien:

    Il razzismo qualcosa di pi sottile?????????????

    No comment… Il razzismo razzismo, che venga sottinteso, fatto capire o sbandierato. La discriminazione in Italia sta crescendo in modo esponenziale negli ultimi 4-5 anni

  • Kernel

    Che figura di merda… mister Montanelli mi si squota in una maniera assurda… (per chiudere l’argomento “sfottimento dell’Italia nei manga”: ogni volta che ci tirano in mezzo nelle loro storie facciamo sempre la figura dei mafiosi criminali, leggete detective conan e tutor hitman reborn… e che palle con sti stereotipi! :angry: fortuna che ci sono anime come quello sul ristorante italiano di qualche tempo fa… :tongue:)

    Montanelli Montanelli, e io lo lascerei dove sta, nella sua tomba, perch lui con questo giornalista non c’entra assolutamente nulla. Quando era direttore lui il giornalismo era molto diverso…o forse era lui ad essere diverso dal giornalismo (o dai giornalisti) di oggi.

  • [email protected]

    “…A titolo personale, non posso che condividere il disappunto dellambasciatore giapponese, il quale, contrariamente a tanti italiani, sembra avere la buona abitudine di leggere i giornali….”

    come se l’ha letto lui… gliel’hanno segnalato al 100%

  • Silvano

    Caro admin, ma hai capito quello che intendevo dire oppure ti sei soffermato solo sul “sottile”? E’ ipocrita definire razzista ogni cosa e non credo che in un articolo passi un termine del genere se non solo per ignoranza di chi scrive. Che il razzismo in Italia cresca solo una tua convinzione. Non so quanti anni tu abbia ma in Italia c’ sempre stato, prima (abito in lombardia) contro i veneti, poi contro i meridionali, poi contro gli albanesi e cos via con tutti i migranti. Il diverso sempre visto dalle gente con timore ed nella natura umana essere diffidente verso ci che non si conosce, purtroppo molte volte si valica il limite della diffidenza e si entra in quello della discriminazione.
    Un articolo scritto da un incompetente non pu fare male quanto l’emarginazione ormai consueta ai giorni nostri.

  • admin

    Caro admin, ma hai capito quello che intendevo dire oppure ti sei soffermato solo sul “sottile”? E’ ipocrita definire razzista ogni cosa e non credo che in un articolo passi un termine del genere se non solo per ignoranza di chi scrive. Che il razzismo in Italia cresca solo una tua convinzione. Non so quanti anni tu abbia ma in Italia c’ sempre stato, prima (abito in lombardia) contro i veneti, poi contro i meridionali, poi contro gli albanesi e cos via con tutti i migranti. Il diverso sempre visto dalle gente con timore ed nella natura umana essere diffidente verso ci che non si conosce, purtroppo molte volte si valica il limite della diffidenza e si entra in quello della discriminazione.
    Un articolo scritto da un incompetente non pu fare male quanto l’emarginazione ormai consueta ai giorni nostri.

    L’articolo documenta l’ignoranza delle persone che “stanno dietro” l’informazione purtroppo. In Italia cresce il razzismo. Vuoi dati? purtroppo nessun ente li raccoglie tuttavia se prima la “gente comune” discriminava, ora gli organi di informazione e la politica vanno di pari passo, senza neppure avere il filtro del “buon esempio”.

    Fini ha detto del suo, essendo al governo pure
    http://www.affaritaliani.it/forum/finiforumrazzismo011009_1.html

    Amnesty International (nn male eh) ha denunciato il rischio di razzismo dato che l’intolleranza sta crescendo: http://www.diariodelweb.it/Video/Italia/?d=20080528&id=35143

    ti potrei citare altre fonti ecc pure per volevo evitare giornali e/o siti che danno un’opinione come la mia e non dati.

  • Silvano

    Sulla prima parte allora concordiamo e ne sono felice. Per quanto riguarda la crescita purtroppo no. Io credo fermamente che sia cambiato il soggetto del razzismo e come ti ho scritto se prima era un razzismo violento tra italiani ora altrettanto violento ma tra cittadini italiani e non. C’ anche da sottolineare che prima non vi era tutta l’informazione libera che vi ora, internet una manna dal cielo per evidenziare certi eventi che prima c’erano ma non venivano trattati per convenienza. Qui anni fa non venivano venduti terreni a cittadini veneti o affittati appartamenti a meridionali solo perch non erano nati qui ed io giudico la cosa altrettanto grave quanto gli eventi odierni. Dati? Non ce ne sono, perch gli italiani amano nascondere i propri crimini e cercare di dimenticarsene.

  • jash

    @on!zuka: ma scusa te non hai il culo bianco? ma tra di voi tu e tuoi amici non vi chiamate in modo affettuoso come “testa di cazzo” “trippone” e via discorrendo?

    ma per favore!

    rimane il detto “chi si offende fetente!”

    vorrei fare una precisazione: il gergo giornalistico pu permettersi questi usi specialmente nei titoli… se uno “musi gialli” lo associa al disprezzo allora offensivo… se uno lo associa ad una caratteristica fisica non offensivo (non tutti possono essere effettivamente musi gialli)

    come kernel fa notare:
    qualcuno mi spiega l immagine?

    Limmagine ritagliata da una screen-shot del sito del Giornale dove pubblicato larticolo. Per chi volesse vederla in direttissima ricordo il link: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=347623

    quindi il giornalista imitava clint che chiamava musi gialli gli occhi a mandorla.

    magari si potrebbe sottolineare l’errore che il giornalista ha fatto: con musi gialli sono identificati i cinesi non i giapponesi! … no asp … anche i giapponesi forse

    comunque anche gli italiani, i francesi, i tedeschi, gli americani sono presi in giro in tutto il mondo anche dai giornali con parole offensive e dispreggiative su una ben certa classificazione raziale ma non mi pare che se la prendano pi di tanto

    e rimane il detto: “chi si offende fetente!”

    c’ di peggio

  • Mellie_Misora_Maru

    Letta qualche giorno fa, ma cosa ci aspettiamo da quella spazzatura che Il Giornale e i “giornalisti” che ci scrivono?
    Probabilmente questa volta una gaffe, ma comunque irrispettoso verso i giapponesi e anche se stato frainteso il direttore DEVE delle scuse e spiegazioni. E in pi abbiamo fatto l’ennesima figura di merda, perch non bastava che il Premier tempo fa facesse la battutina su Obama abbronzato.. il rispetto se n’ andato chissdove.

  • italo

    be siamo in un paese

    dove il presidente da dei COGLIONI a gratis a quelli di sinistra..

    questa dei musi gialli solo l’ennesima cazzata..