La Kodansha annuncia Akumu no Sumu Ie: Ghost Hunt

di Silvia Letizia Commenta

La rivista ARIA edita dalla Kondansha ha deciso di celebrare il suo secondo anniversario lanciando un sequel del manga Ghost Hunt intitolato Akumu no Sumu Ie: Ghost Hunt (La casa dove dimorano gli incubi: Ghost Hunt). Il primo capitolo del sequel è stato pubblicato sul numero di ARIA di Settembre, uscito sabato della scorsa settimana. Shiho Inada sta ancora una volta adattando la light novel di genere mystery e soprannaturale scritta da Fuyumi Ono, come aveva già fatto per la prima serie di Ghost Hunt. In particolare, questa nuova serie sarà un dattamento della light novel di Ono scritta nel 1994 e intitolata, appunto, Akumu no Sumu Ie. Questa light novel è il seguito ufficiale delle light novel che avevano già ispirato la prima serie di Ghost Hunt. A causa del fatto che si tratta di una light novel considerata, anche dai fan, piuttosto rara, questo light novel è nota col soprannome di “sequel misterioso”.

Nella prima serie originale di Ghost Hunt, una studentessa delle scuole superiori di nome Mai Taniyama si imbatte nella Shibuya Psychic Research, un’agenzia di investigazione sui fenomeni paranormale gestita da un ragazzo alto, oscuro, misterioso e naturalmente distaccato che Mai soprannomina Naru, dalla parola inglese narcisista. Non molto tempo dopo la stessa Mai si unisce all’agenzia che vede tra le proprie fila un occultista cinese, uno psichico famoso in tutto il mondo, un’autoproclamatasi sacerdotessa di un tempio scintoista, un ex monaco buddista e un esorcista cattolico.

In Akumu no Sume Ie, Mai, Naru e gli altri membri della Shibuya Psychic Research sono chiamati a investigare sui fenemoni paranormali che sono stati registrati nella casa della madre di uno degli altri personaggi, una ragazza di nome Midori.

La rivista ARIA pubblicherà i nuovi capitoli a cadenza mensile.

La pubblicazione della prima serie di Ghost Hunt si era conclusa nel 2010 e dalla serie era anche stato tratto un anime di venticinque episodi.

[ Fonte | ANN ]
[ Fonte | Wikipedia ]