Kore wa Zombie Desu ka? annunciata la seconda serie

di Silvia Letizia Commenta

Sul numero di luglio della rivista edita dalla Fujumi Shobo, il mensile Dragon Age uscito giovedì, è stato dato l’annuncio ufficiale della produzione di una seconda stagione della serie animata Kore wa Zombie Desu ka? (Questo è uno zombie?). La prima serie basata sulla light novel originale di Shinichi Kimura era andata in onda in Giappone da Gennaio a Marzo di quest’anno per un totale di dodici episodi.

La storia racconta di un ragazzo di scuola superiore, un po’ pigro, di nome Ayumu Aikawa. Quando una serie di misteriosi ominidi perpetuati da un serial killer comincia a colpire la città, anche lui finisce con l’essere ucciso. Ayumu, tuttavia, viene riportato in vita come zombie da una ragazza necromante soprannominata Yu (il vero nome, molto più complicato è Eucliwood Hellscythe), che Ayumu aveva incontrato subito prima di essere ucciso. Una volta diventato uno zombie, Ayumu si ritrova circondato da alcune ragazze dotate di poteri e oggetti magici e da vampiri ninja. Inoltre, avendo accidentalmente privato una delle ragazze, Haruna, dei propri poteri, gli viene assegnato l’incarico di combattere al suo posto.

Il titolo della seconda serie non è ancora stato reso ufficiale, ma si pensa potrebbe essere Kore wa Zombie Desu ka? Jigoku Hen (Questo è uno zombie? L’arco dell’Inferno).
Lo staff che ha lavorato alla prima stagione è stato confermato anche per questa seconda. Il regista sarà Takaomi Kanasaki, il supervisore della sceneggiatura Makoto Uezu e gli scrittori Shigeru Morita e Touko Machida.

Per quanto riguarda la serie di light novel che hanno ispirato Kore wa Zombie Desu ka? al momento sono state pubblicati sette volumi con illustrazioni di Kobuichi e Muririn. Il primo volume è uscito per l’etichetta Fujimi Fantasia Bunko della Fujimi Shobo il 20 Gennaio 2009. L’ultimo volume, dal titolo Kore wa Zombie Desu ka? Yes, She is the Sleeping Boobs è stato pubblicato a Gennaio di quest’anno. Della serie esiste anche un manga, disegnato da Sacchi e pubblicato su Dragon Age a partire da Gennaio 2010.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]