Konami: abusi nei confronti degli impiegati e progetti futuri

di Silvia Letizia Commenta

Lunedì di questa settimana, il giornale finanziario giapponese Nikkei ha pubblicato un rapporto circa le voci che circolano a proposito della ristrutturazione della compagnia Konami, inclusi i vari cambiamenti riguardanti la Kojima Productions. La Konami ha cominciato a incentrare la sua produzione di videogiochi su videogame per cellulare dopo il successo di Dragon Collection nel 2010. A differenza di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, il cui budget stimato da Nikkei supera i 10 miliardi di yen (quasi 74 milioni di euro), i videogiochi per cellulare sono molto più economici da produrre.

konami2

A Marzo di quest’anno, il dipartimento della Konami noto col nome di Kojima Productions è stato dissolto e rinominato “ottavo dipartimento di produzione”. I membri dello staff si sono lamentati delle strette misure di regolamento imposte della Konami, in quanto a tutti gli impiegati, incluso lo stesso Kojima, è stato vietato l’accesso a internet a lavoro. Solo i membri dello staff che avevano bisogno di costanti contatti con l’esterno hanno visto concesso un indirizzo email permanente. A tutti gli altri è stato assegnato un numero di cinque cifre che cambiava ogni tre o quattro mesi. In aggiunta, la pausa pranzo degli impiegati era monitorata attraverso delle card speciali, e gli impiegati che rientrava in ritardo dalla pausa vedevano i loro nomi annunciati a tutta la compagnia.

Gli impiegati che un tempo creavano videogiochi e non sono più considerati utili dalla compagnia, sono stati inoltre assegnati ad altri tipi di lavoro come guardia di sicurezza, inservienti, addetti alla pulizia o addetti alle riparazioni di macchinari. Diversi impiegati, inoltre, sono stati assegnati a mansioni diverse dopo aver messo un “mi piace” su Facebook sotto lo status di un altri impiegato che parlava di lasciare la compagnia.

konami1

Nikkei ha riportato anche altre lamentele riguardanti la Konami. Akira Sakuma, creatore della serie di Momotaro Densetsu acquistata dalla Konami dopo che quest’ultima aveva assorbito la Hudson Games nel 2012, ha espresso una lamentela su Twitter annunciando di avere difficoltà a contattare la Konami per riuscire a ottenere quanto dovuto per la distribuzione dell’ultimo titolo della serie. La produzione di nuovi giochi appartenenti a serie come LovePlus, Tokimeki Memorial e Suikoden è stata interrotta. Il produttore di LovePlus e Tokimeki Memorial, Akari Uchida, ha dato le sue dimissioni a Marzo.

La Konami, infine, non ha ancora confermato o negato le voci che circolano a proposito dell’abbandono della compagnia da parte di Hideo Kojima dopo il completamento di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain.

[ Fonte | ANN ]

[ Fonte | Wikipedia ]