Kadokawa: monopolio nel mercato delle light novel

di Silvia Letizia 1

L’edizione del lunedì del giornale giapponese Asahi Shimbun ha pubblicato la notizia circa la quale la casa editrice Kodansha sta lanciando un nuovo marchio editoriale dedicato alle light novel. Il mercato delle light novel al momento è controllato al 48% da una delle rivali della Kodansha, la Kadokawa. Uno dei recenti acquisti da parte di quest’ultima casa editrice, quello della Media Factory, ha espanso ulteriormente il suo controllo sul mercato.

A dispetto del fatto di essere la più grande casa editrice giapponese, la Kodansha si è ritagliata uno spazio piuttosto piccolo nel crescente mercato delle light novel. Nel suo articolo, l’Asahi Shimbun descrive il termine light novel, coniato nel 2000, come “romanzi d’intrattenimento scritti per le nuove generazioni“. Alcune light novel, come la serie di Haruhi Suzumiya di Nagaru Tanigawa, o Full Metal Panic! di Shoji Gatoh, sono state pubblicate anche al di fuori del mercato nipponico.

Nel 2009, l’intero mercato giapponese dei bunko è valso un totale di 132 miliardi di yen pari a circa 1,3 miliardi di euro. Di questo totale, le vendite delle light novel hanno fruttato circa 30 miliardi di yen (290 milioni di euro), cioè più del 23% del totale. Se il mercato stesso dei bunko ha riscontrato un periodo di crisi con conseguente calo nelle vendite, le light novel costituiscono un eccezione in quanto hanno riportato una crescita del 13,6% a partire dal 2004.

Nel 2009, i marchi di proprietà della Kadokawa Denki Bunko, ossia Fujimi, Fantasia Bunko, Famitsu Bunko e Kadowaka Sneaker Bunko controllavano rispettivamente il 26%, il 10%, il 7% e il 5% del mercato delle light novel, per un totale del 48% al quale si deve aggiungere un ulteriore 8% che la Kadokawa si è appena assicurata acquistando la Media Factory con il suo MF Bunko J. Stando a quando asserito dall’Asahi Shimbun, l’unione della Media Factory e della Kadokawa assicura a quest’ultima un controllo quasi totale, pari al 90%, sul mercato delle light novel dedicate a un pubblico maschile.

La Super Dash Bunko di proprietà della Shueisha detiene solo il 4% del mercato delle light novel, mentre Gagaga Bunko della Shogakukan il 2%. Le altre case editrici si dividono il rimanente 38%.

Il nuovo marchio editoriale della Kodansha dedicato alle light novel comincerà a pubblicare da Dicembre la light novel di Midori Kuriyama Ojamajo Doremi 16, seguito dell’anime Ojamajo Doremi (Magica Doremi). Con lo stesso marchio usciranno anche Shingeki no Kyojin: Before the fall, un adattamento del manga di Hajime Isayama ‘s Shingeki no Kyojin (Attack on Titan), vincitore del premio Kodansha Light Novel Bunko New Author Prize, il primo concorso edito dalla Kodansha e dedicato alle light novel, che sarà anche adattato in un anime di quindici minuti dallo studio AIC.

Il Kadokawa Group Holdings è in parte proprietaria della ASCII Media Works, Fujimi Shobo, Enterbrain e della Kadokawa Shoten. Queste compagnie sorelle hanno pubblicato rispettivamente Dengeki Bunko (Toaru Majutsu no Index, Shakugan no Shana), Fujimi Fantasia Bunko (Full Metal Panic!, Seitokai no Ichizon), Famitsu Bunko (Baka to Test to Shōkanjū, Bungaku Shōjo) e Kadokawa Sneaker Bunko (Haruhi Suzumiya, Rental Magica).

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]

  • dans

    forse sn 1 dei poki se nn l’uniko a capire la tua spiegazione dettagliata a percentuali….se t pu rincuorare e credo ke nn lo far quello ke succexo in italia e ke suceder in europa e nel mondo prima o poi i potemti prendono coscienza d tutto ci ke pu destabilizzare il loro potere e lo comprano.I giapponesi ke stanno avanti 20 anni rispetto a noi sanno cosa li aspetta e nonostante il monopolio delle light novel nn si faranno abbindolare cm noi