La Saga di Kingdom Hearts – KH: Birth by Sleep (Presentazione)

di shishimaru 3

Rieccoci a noi. Ho provato a narrare in un certo modo le avventure di Sora fra i mondi contro Heartless e Nessuno, ho mostrato uno spin-off in cui presentavo l’Organizzazione XIII e Roxas, ho tirato in ballo Xigbar che vedeva Xion, il fantoccio clonato da Sora, con la faccia di Roxas o comunque qualcuno di veramente identico. Mi sembrerebbe giusto mettere in chiaro prima o poi di chi si parla, ovviamente avvisandovi che chi non vuole sapere nulla del gioco e non vuole spoiler sarebbe meglio stare attenti, per quanto possa stare attento anche io.

Quest’oggi vi presento Kingdom Hearts: Birth by Sleep, probabilmente il capitolo che ha dato una importanza molto ma molto maggiore alla storia. Tiriamo fuori due (ma anche di più) informazioni: è come tutti gli altri capitoli un videogioco di tipo Action RPG sviluppato e prodotto da Square Enix per la console portatile Sony PlayStation Portable in supporto UMD e non digitale per PSP Go, pubblicato in Giappone nel Gennaio del 2010 mentre in Europa e USA chiunque ha dovuto “soffrire” non poco per cercare di mettere mano anche solo alla versione giapponese oppure prenotarlo da chissà quale fonte affidabile. Alla fine, BbS (chiamiamolo così) è giunto a noi occidentali nel mese di Settembre dello stesso anno, confermando una specie di record di vendite di 500.000 copie in pochissimo tempo. La versione americana ed europea godrebbe di aggiunte e vari fix in più rispetto a quella giapponese, anche se alla fine Nomura dichiarò che a breve sarebbe arrivata la versione Final Mix come se noi miseri mortali non avessimo atteso abbastanza. Ad oggi abbiamo infatti Kingdom Hearts: Birth by Sleep Final Mix contenente le aggiunte occidentali, voci inglesi, sottotitoli in giapponese e anche Keyblade e boss in più! Personalmente, aggiungerei anche “e ‘sti cavoli!”.

Ci sono stati anche dei cambiamenti ovvi al gameplay dovuti anche al tipo di console, con un solo analogico e solo un tasto per L e R. Bisogna ammettere che chi ci ha lavorato ha fatto un lavoro niente male e quasi quasi si potrebbe urlare al capolavoro in quanto il tipo di giocabilità, una volta presa la buona abitudine di utilizzare ciò che ci vuole, è sempre frenetico e divertente. Senza stare qui a rivelare proprio tutto, dico che sono state aggiunte delle abilità dove solitamente vedevamo opzioni come Attacca, Oggetti, ecc. a sinistra. Dunque: con l’unico analogico sinistro a disposizione si muove il proprio personaggio, mentre con i tasti direzionali si scorrono vari comandi e abilità da combinare insieme.

Una volta messi a segno alcuni colpi, magari usando dei comandi, è possibile raggiungere uno stato in cui i propri attacchi col Keyblade diventano più efficaci e anche di un certo tipo come fuoco, elettricità, vento. Questo è chiamato cambio di stile. I giocatori più incalliti e seri possono fondere insieme alcuni comandi per ottenerne di più forti e anche tipici per il proprio personaggio e, per tale ragione, a volte è necessario mettere insieme comandi ottenuti già da altre fusioni ed è necessario utilizzarli per ottenere esperienza. Quindi inseriamo negli slot i vari comandi e li usiamo aspettando che si carichino per poterli riutilizzare; da questo percepiamo una piccola cosa: non ci sono i Punti Magia. Esiste poi la barra Focus. Questa barra è sempre legata a un solo attacco da noi scelto (li possiamo ottenere durante il gioco) e viene usato premendo insieme i pulsanti L ed R. Dopodiché comparirà una visuale in prima persona con una sorta di mirino con cui punteremo i nemici. Quanto più tempo passeremo a “mirare”, più l’attacco sarà potente e la barra si scaricherà. Un ultimo appunto è per i D-Link: viaggiando fra i mondi nell’avventura, il nostro eroe controllato incontrerà vari personaggi con i quali si verranno a creare dei legami col cuore. Premendo la freccia Destra dei tasti direzionali riusciremo a vedere una lista di comandi nuova e che dipende dal personaggio con cui ci saremo linkati dimensionalmente.

Come se non bastasse tutto questo ambaradan, sono presenti vari mondi Disney (nuovi anche) e non pochi minigiochi che tornano inevitabilmente utili per migliorare l’esperienza di gioco e anche la forza. I maggiori sicuramente sono l’Arena Miraggio in cui sfideremo mano a mano ordate di mostri (chiamiamoli così per adesso) resistendo il più possibile per arrivare al boss finale, anche in multiplayer e… La Command Board. Avete mai giocato a Monopoli? Ecco, invece delle città, qui possiamo impadronirci di abilità e comandi nuovi da utilizzare in battaglia oltre a potenziare quelle che già abbiamo!

Per oggi finisco qui e come sempre vi lascio un video; si tratta di un filmato segreto contenuto in Kingdom Hearts II Final Mix. La prossima volta finalmente mostrerò qualche personaggio e svelerei anche la trama.

  • ichigo2

    ALLORA spero che arrivi presto il prossimo articolo :D
    il birth by sleep secondo me ad oggi il miglior capitolo della serie :happy:

    • Kamina

      concordo ^^

  • concordo anche io peccato che sia stato cos ingenuo da provarlo in modalit easy (mi pesa il sederino impegnarmi) se lo porvavo in difficile potevo anche accedere alla storia ultimissima!! rosicando scoprendo il video e il proseguimento del gioco.
    SPOILER…non mi pare!
    consiglio a tutti difficile si difficile ma sempre pi soddisfacente e completo.
    -.-‘come del resto tutte le serie KH