Jiro Taniguchi, addio ad uno dei più grandi disegnatori dei manga

di Gtuzzi Commenta

Jiro Taniguchi

Ci ha lasciati all’età di 69 anni, stiamo parlando di uno dei più grandi disegnatori con gli occhi a mandorla di sempre. Stiamo parlando di Jiro Taniguchi, uno dei disegnatori più famosi a livello mondiale, che ha realizzato manga di grandissimo successo, come ad esempio “La montagna magica” o anche “Quartieri lontani”. Il comunicato della casa editrice Casterman che si occupa di stampare i suoi libri in Francia non ha ammesso repliche. Taniguchi ci ha lasciati.

Jiro Taniguchi, ci lascia il “poeta del manga”

Il talentuoso giapponese nacque il 14 agosto del 1947 vicino a Tottori e secondo gran parte degli addetti ai lavori ha rappresentato il collegamento ideale tra i manga e i fumetti di stampo occidentale. Una delle peculiarità delle sue opere è stata sempre quella di inserire una particolare enfasi lirica. Questa caratteristica è valsa a Taniguchi l’appellativo di “poeta del manga”.

Personaggi profondi e naturali, storie solo all’apparenza semplici

Un percorso che è iniziato soprattutto grazie a Kazuo Kamimura, che l’ha introdotto nel mondo del fumetto occidentale. Le sue storie spesso si rivolgevano ad un pubblico adulto, mentre i personaggi riuscivano sempre a conservare un’aurea profonda e naturale. Delle narrazioni che sono all’apparenza potevano essere definite semplici, ma che in realtà erano notevolmente intrecciate.