Isabella Gallon-Aoki, la salvanimali

di tappoxxl Commenta

Tempo fa vi avevo parlato delle condizioni in cui erano costretti a vivere gli animali. Ora, voglio parlarvi di una donna di origini italiane, Isabella Gallon-Aoki, che sta cercando di aiutare quanti più animali possibili. Si trasferì in Giappone 25 anni fa, andò a vivere a Nigata e ora ha deciso di trasferirsi nelle zone colpite dallo tsunami per dare una mano e mettere in salvo gli animali scampati al disastro. Isabella si occupa già da anni di un’associazione che si prende cura animali di ogni genere. Guida un gruppo di volontari da molto tempo e la sua esperienza in materia è notevole. Ora, ha organizzato un call center per raccogliere le richieste d’aiuto inviate dai padroni dei cuccioli smarriti. Al Japan Times Isabella ha riferito che non si sente una fanatica di animali ma, più semplicemente, il suo lavoro consiste nel salvare gli animali e si è sentita in dovere di fare qualcosa per loro anche nelle zone limitrofe a Fukushima. Ha organizzato luoghi di accoglienza per le povere bestiole, assieme ai volontari vanno tutti i giorni per le strade attorno a Fukushima alla ricerca di animali da salvare. Quando hanno chiuso l’area attorno alla centrale di Fukushima, la situazione è precipitata: la sua organizzazione riceveva più di 40 telefonate al giorno. I proprietari avevano lasciato gli animali domestici in casa, perché sapevano che l’emergenza non sarebbe durata a lungo, invece il governo ha deciso di chiudere la zona intorno alla centrale nucleare così i proprietari di animali domestici hanno dovuto affidare il compito del ritrovamento dei cuccioli all’associazione di Isabella. Isabella e i suoi volontari hanno forzato le barricate della polizia, spesso col favore delle tenebre, per recuperare quanti più animali possibili. Una donna simile, nonostante stia salvando solo animali, col suo lavoro ha contribuito a restituire la felicità a molti sfollati. Persone con un cuore e una passione simili fanno sempre bene a questo pianeta.

[fonte – http://gogreen.virgilio.it/news/ambiente-energia/fukushima-italiana-soccorre-animali-terremotati.html?pmk=rss]