Iron Man: già in programma un sequel!?

di Olrac 16

Ieri è uscito in tutte le sale cinematografiche italiane, il primo film su Iron Man, personaggio della Marvel, creato da Stan Lee & Jack Kirby e apparso per la prima volta nel 1963, sulle pagine di “Tales of Suspense”.

Intanto lo stesso Iron Man; l’attore Robert Downey Jr., ha dichiarato che non esclude affatto un sequel, anzi ne parla con entusiasmo tant’è che lo stesso attore avrebbe indicato un particolare arco narrativo della vita del supereroe, per sviluppare il prossimo film. Si tratta de “Il Demone nella Bottiglia“, dove Iron Man deve fronteggiare il suo più temibile avversario: l’industriale e genio del crimine Just Hammer, affiancato dal suo esercito di super-cattivi. Ma allo stesso tempo combattere i propri problemi con quello che è uno dei vizzi più sfrenati dell’uomo: l’Alcool.

Al momento queste dichiarazioni, sono da considerare premature, sopratutto non conoscendo ancora i dati di vendita ai botteghini, ma senz’altro ci fa piacere sentire tutto questo entusiasmo intorno al progetto…

E proprio parlando di dati di vendita, che posso dire di aver dato il mio contributo avendo visionato il film, un film soddisfacente e al disopra dello standard degli ultimi di casa Marvel.

Il film è un vero e proprio trionfo di effetti speciali, il tutto a vantaggio delle scene fantascientifiche interpretate dall’armatura. Un armatura che intreccia in se il design sia della prima che dell’ultima (segnata dai cambiamenti di Extremis) serie che abbiamo visto nella Civil War. Dai tratti spigolati ma con molti richiami alla prima indossata da Stark nel ’63, riconoscibile sopratutto dal nucleo centrale.

La trama ovviamente ha subito diverse modifiche per essere resa più palpabile al pubblico cinematografico e cercando di donare a Stark, qualcosa che si avvicinasse ad un superpotere o comunque un forte segno distintivo. Stiamo parlando del mini reattore Ark che ha installato nel proprio petto, con la funzione di alimentare l’intera armatura e allo stesso tempo di preservare il proprio cuore da alcune schegge di una mina, grazie all’effetto magnetico. Il maggiordomo Jarvis, tramutato in un supercomputer pensante, che oltre a gestire l’intera villa di Tony, verrà persino configurato insieme ai sistemi dell’armatura.

Per quanto riguarda la psicologia del personaggio, è pur si ben congenita, ma lontana da quella dell’attuale Iron Man. Tony Stark all’interno del film sarà scosso da un forte cambio di personalità, da cinico eccentrico miliardario sciupafemmine, a eroe e salvatore dell’intera umanità. Tutte caratteristiche che combaciano con la figura di Iron Man, ma son ben lontane dal direttore dello S.H.I.E.L.D., interpretato dopo i fatti della Civil War, odiato e temuto da ex-compagni e nemici, considerato come l’uomo più potente al mondo che tiene in mano le sorti dell’intera America nelle sue mani, come un astuto burattinaio. Due personalità che si piazzano quasi agli estremi, ma questi sono solo gli inizi, dovremmo attendere un sequel per vedere lo sviluppo psicologico ed emotivo del personaggio.

Comunque nel complesso possiamo considerarlo un ottimo film, che appasiona, incuriosisce e diverte lo spettatore per la sua intera durata.

Notizia che in pochi sapranno la canzone “Iron Man” è dei Black Sabbath, contenuta all’intero dell’album “Paranoid” del 1970

  • Da quel che ho capito il sequel gi pi che sicuro. E dal finale sembrerebbe possibile anche qualcosa di pi che un semplice Iron Man 2.

  • Olrac

    Gi inoltre stato svelato l’arcano mistero del finale a sorpresa dei titoli di coda:

    http://it.youtube.com/watch?v=Jcj6Y-WWX14

    incontriamo niente meno che…

    Nick Fury!!! :w00t:

  • Cyrus

    Ragazzi..devo dire che una delle trasposizioni meglio riuscite…dire che mi piaciuto poco…

  • Io l’ho visto ieri ed fantastico…
    Leggo Iron Man da quando sono piccolo e devo ammettere che era un dei personaggi che in realt non ammiravo molto…ma dei film sicuramente uno dei migliori della Marvel..
    Riguardo al sequel chi d’accordo con me che il suo amico nero indosser la seconda armatura (quella argento) diventando cos War Machine (personaggio realmente esistente nel fumetto e tra l’altro nero di pelle)..infatti noterete che nel film lui guarda l’armatura e tra se e se dice “Magari un’altra volta…” :ninja: :ninja: :ninja: :ninja:
    W la Marvel e chi la produce!!!
    (Anche se ancora non ho visto in lavorazione il film dell’eroe + mitico di tutti i tempi…Capitan America!!!!!!!)

  • @ Echoes: Il Rhodes del film War Machine. Ha lo stesso nome :biggrin:
    @ Olrac: Vedo che anche te sei corso ai ripari dopo l’uscita anticipata dalla sala!!! :cheerful:

  • @ il nome di War machine nn me lo ricordavo… :silly:

  • Olrac

    @Echoes:

    Capitan America stato il primo eroe di casa Marvel ad uscire in trasposizione cinematografica nel 1990, e ancora prima in cortometraggi Home Video.

    Inoltre negli anni passati si parlava di un nuovo film dedicato all’eroe pi patriotico mai esistito, interpretato da Ben Affleck, ma poi il tutto stato accantonato…

    Qua puoi trovare la scena del combattimento fra Cap & il Teschio Rosso, tratto dal film del 1990:
    http://it.youtube.com/watch?v=cskfsstJmUs

  • Ho visto il trailer! Bello esagerato, ma Cap sembra un p frustone…
    Cosa ne pensi di un bel fil di Cap con le tecnologie moderne???
    Cmq nn l’avevo mai visto st film!

  • Olrac

    Penso che non sarebbe male, anche se dipende dal contesto in cui lo si vuole inserire.

    Cap. nasce come supereroe oppositore ai nazisti, se lo si vuole inserire in una time-line moderna, bisogner adottare l’ultima versione della storia: ossia, Cap e Bucky vengono rimangono ibernati in un ghiacciaio durante una missione sul finire della seconda guerra mondiale, per poi essere scongelati dopo nel nuovo millennio, pronto a sventare qualche nuova minaccia. Anche se come trama non la vedo delle migliori…

    Cap. stato creato come personaggio di spicco al senso patriottico dell’America, per questo stato ripreso nelle recenti testate come leader, sopratutto dopo i fatti dell’11 Settembre, per far sventolare ancora una volta quella bandiera a stelle e strisce anche sulle pagine dei fumetti.

    Se ci mettiamo a studiare il personaggio poi, alquanto scarno e difficile da realizzare al di fuori delle pagine di un fumetto. Per svariati motivi, primo fra tutti non un personaggi dalle grandi doti, il gene del supersoldato va bene ma questo non basta per attirare il pubblico, non ha sostentamenti tecnologici che incuriosiscano lo spettatore (per intenderci gadget alla James Bond), e in quanto al costume avrebbe bisogno di una bella svecchiata. Dall’altro lato abbiamo un personaggio dal forte carisma, ma da solo non basta…

    Sinceramente la vedo difficile proporre Capitan America alle grandi masse…

  • B…se la metti in questi termini si…non facile portare un eroe del genere al Cinema…(xk ho scritto cinema con la C maiuscola???)…Cmq bisogna dire che anche senza attrezzi particolari Capitan America riesce a stupire grazie a tutte le cose che riesce a fare da solo o con il suo scudo…lanciarsi da altissimi palazzi da un Uomo Ragno o dal + recente Iron Man ce lo possiamo anche aspettare, anzi gurdando i film aspettiamo quel momento, ma anche Capitan America lo fa, alla sua incredibile maniera, e da un personaggio senza poteri particolari non credo che tutti se lo aspettino…
    Capitan America l’unico personaggio Marvel che non ha dei poteri particolari (come hai detto precedentemente te), per al pari degli altri riuscito a catturare la fantasia e la stima di molti appassionati lettori.

    Se vogliamo anche Batman non ha poteri particolari…per ha il suo costume che ne fa di tutti i colori e hanno prodotto 6, ben 6 pellicole di Batman!!!
    Capitan America ha solo il suo inseparabile scudo, un simbolo e, nel fumetto, una leggenda…
    Vedere quell’uomo di blu vestito con le sue alette sulle tempie lanciare il suo incredibile scudo e sterminare manciate e manciate di Nazi per poi sparire all’improvviso…
    Ma in realt non ha solo lo scudo, ma anche armato del suo indomabile coraggio e della sua grandissima patriotticit che da tanto orgoglio nel cuore degli americani (nel fumetto, ma secondo me anche qualche “vero” americano orgoglioso di Capitan America).

    Secondo me, sarebbe un buon personaggio di un film, naturalmente affiancato da un’ottima storia…
    Anche se devo dire cha la sua storia dalla II Guerra Mondiale fino ai giorni nostri E’ un’ottima storia… :biggrin:

  • Olrac

    Beh io i miei dubbi te li ho esposti, ma sopratutto sono preoccupato dalle cosiddette “americanate” che ne potrebbero uscire, con un esagerazione oltre misura che farebbe cadere nel ridicolo il personaggio.

  • Quello si…purtroppo nei film ci sono spesso le “americanate”…cmq chi vivr vedr (speriamo di esserci per!)

  • chidori senbon

    @olrac
    youtube ha tolto il video ma grz lo stesso

  • fra

    stupendo, comunque un bacio alla fine c stava tutto con pepper! (mamma mia che roscia da sballo :tongue:)