Intervista a Hiro Mashima, il creatore di Fairy Tail

di admin 1

Presso il Comic-Con 2008 di San Diego, IGN è riuscita a strappare un’intervista al noto Hiro Mashima, il creatore di Fairy Tail. (Potete vedere la sua arte nel disegnare velocemente i suoi personaggi qui)

Hiro Mashima a soli 21 anni è riuscito a pubblicare la sua prima opera, Rave, all’interno dello Shonen Magazine. Da lì il successo che lo ha portato ad una notorietà non indifferente. Ricordo che pubblicò anche Cocona, pubblicato in Italia da Star Comics, e Monster Soul.

Vi riportiamo l’intervista tradotta in italiano da komixjam:

IGN: E’ la prima volta che vieni al Comic-Con di San Diego?

Hiro Mashima: Si

IGN: Trovi qualche differenza tra il Comic-Con ed altre manifestazioni a cui hai partecipato in Giappone?

Mashima: L’entusiasmo mostrato dai fans è simile in entrambi i casi

IGN: Parliamo di Fairy Tail. Cosa ti ha spinto al crearlo?

Mashima: Volevo creare una comunità dove fare amicizia, divertirsi e fare nuove esperienze… tutto questo è stato di ispirazione per Fairy Tail. Volevo inoltre creare una storia dove i ragazzi trovassero la loro propria via.

IGN: Una cosa che spicca in Fairy Tail è la presenza di molti differenti personaggi. Quant’è difficile creare così tanti personaggi e qualcuno di loro è basato su persone che conosci?

Mashima: Inizialmente ho creato i personaggi in base alle mie amicizie ed alle persone che ho incontrato durante la mia vita ma ci sono molti aspetti della mia personalità che sono inclusi all’interno di tutti i personaggi. Per esempio Natsu, il personaggio principale di Fairy Tail,

IGN: Dicci alcune cose che, probabilmente, i lettori non considerano nella creazione di un manga

Mashima: Lavorando nell’industria impari alcune cose: mentre la gente che guarda per esempio i film, commenta “mi è piaciuto” o “non mi è piaciuto”, nel nostro campo abbiamo commenti come “io avrei fatto questo in modo diverso..” e riesci a seguire questi piccoli dettagli.

IGN: Cosa ti ha influenzato a prendere per la prima volta la penna e disegnare un manga?

Mashima: Fondamentalmente il fatto che mio nonno andasse in montagna a cercare vecchi manga buttati via e me li portasse a casa. Da lì ho iniziato a fare qualcosa che mi sarebbe piaciuto svolgere per tutta la vita.

IGN: Cosa ti piace fare mentre stai disegnando un manga?

Mashima: nel mio tempo libero adoro vedere film, sono un videogiocatore ed adoro i libri. La mia band preferita sono i Green Day.

IGN: C’è qualcosa in particolare che vorresti fare intanto che sei qui? Sarà divertente incontrare i tuoi fans?

Mashima: Una cosa che volevo fare l’ho già fatta e consisteva nel partecipare ad un vero e proprio bar super-chiassoso. Una cosa che vorrei realmente fare è incontrare i miei fans e leggergli in inglese un discorso che ho preparato.

IGN: Cosa pensi dei manga al giorno d’oggi? Saranno ancora legati alla carta stampata nel futuro?

Mashima: Questa è veramente una domanda molto difficile. E’ arduo commentare la direzione dell’industria dei manga in generale. Io credo nella cultura della carta stampata. Carta e penna sono gli strumenti con cui il manga dovrebbe essere creato ed io voglio continuare con questra tradizione. Credo comunque che i contenuti distribuiti nella rete cresceranno molto con il tempo.

IGN: Le vendite dei manga in Giappone sono diminuite tuttavia negli Stati Uniti non sono mai state così alte. Hai qualche commento?

Mashima: E’ un peccato che siano diminuite in Giappone tuttavia sono eccitato nel vedere gli aumenti di vendite negli Stati Uniti. Per autori come me, comunque, è più importante lavorare duramente per creare un pubblico Giapponese.

IGN: Se dovessi consigliare una manga da leggere che non siano i tuoi, cosa consiglieresti?

Mashima: DragonBall

[Fonte: IGN]

  • lOOkout!!

    Che mito Hiro Mashima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! il mio mangaka preferito!!!!!! e gli piacciono pure i Green Day!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ahaha ah ah ah ahahahah ah a a!!! Tutto questo semplicemente fantastico!!!!!!!!!!!!!!