Il Giappone criminalizza il download pirata

di admin 14

devilman-animeVenerdì scorso, il parlamento giapponese ha approvato un emendamento per il quale è illegale scaricare materiale protetto da copyright senza un’ autorizzazione specifica. Tuttavia, la nuova legge non riguarda lo streaming on-line, non specifica alcuna punizione per il download illegale, e precisa che i violatori della nuova legge devono essere a conoscenza, prima di scaricare il file, che esso è stato caricato senza autorizzazione.

La nuova legge entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2010.

Il caricamento di materiale protetto da copyright a Internet senza autorizzazione è illegale in Giappone dal 1997, ma il download di materiale protetto da copyright per uso personale non è mai stato in precedenza illegale in Giappone.
Da questa notizia notiamo le differenze tra il nostro paese e quello del sol levante. Certamente qui si scarica materiale pirata con molta facilità e privi di preoccupazioni. Come dice una pubblicità prima di ogni film, scaricare contenuti protetti da copyright dal web è un reato ma nonostante ciò quasi tutti coloro che hanno un comune pc scaricano video, canzoni, film e tanto altro senza nessun consenso.

Difficile risolvere questo problema. Da parte mia credo che bisognerebbe fare autocritica: la fascia d’età attiva con il download pirata è prevalentemente quella dei teenager. C’è crisi e a causa di essa gli stessi ragazzi non hanno i liquidi per acquistare un nuovo videogame o l’ultimo dvd uscito con quello che costano. Quindi credo che abbassando i costi il problema si attenuerebbe di molto. Perchè si dovrebbe scaricare un film pirata per una settimana se si può acquistare per 10 euro originale?! Esprimete la vostra opinione,un saluto!

ICHIGOUZUMAKI91

  • PaK

    sarebbe da fare un discorso molto lungo…ma ora troppo tardi XD
    per c’ da dire che ormai da un pezzo che si riesce a scaricare film/musica ecc in molto poco…l’esempio del film scaricato in una settimana un p fuorviante..perch mettiamo il caso di una persona fannullona… ok se esco di casa e faccio qualche chilometro , mi compro un bel film a 5 euro , 10 per quello in blue ray… ottimo! per aspetta… posso scaricare un film da 5 euro in 10 15 minuti senza alzarmi dalla sedia… chi me lo fa fare??
    alla fine credo si riduca tutto ad una questione di coscienza…

  • bandavampiri

    quoto. si lamentano della “crisi”, ma i prezzi dei prodotti restano invariati. anzi!
    E poi, siamo onesti, un fan, un vero fan, anche se scarica, prima o poi compra. chi non compra, qualcuno che cmq non avrebbe comprato neanche prima ( come per le scanlation).

    Cio, se so che qualcosa merita, in qualche modo (aspetto promozioni varie, faccio collette) me lo procurer, no?

  • perch ci metti una settimana a scaricare tu? :silly:

  • Lorenzo

    Non sono un :angel:, se merita compro :biggrin:, altrimenti… :ninja:
    Un prezzo migliore senz’altro aiuterebbe, meno tasse altrettanto, per il resto una questione di etica morale; la legge la conosciamo, poi se ti beccano inutile :cwy: ma bisogna prendersi le proprie responsabilit senza giustificarsi dietro un “ma tanto lo fanno tutti”. :devil:
    E con questo non ho visto, sentito o detto nulla. :whistle:

  • Marco C.

    Boh io non li capisco davvero. In generale non vado al cinema perch costa davvero troppo (7,5 euro!!!) e non compro film o CD per lo stesso motivo ma se abbassassero i prezzi cambierei idea e come me moltissima gente. Al posto di vendere un DVD a 40 euro ne venderebbero 10 a 5 euro, eliminando la pirateria e guadagnandoci pure. :lol:

  • Drake

    Mi lamento soprattutto dei costi dei videogiochi che sono veramente esorbitanti.
    E’ vero che su ognudo di essi ci hanno sbattuto programmatori, disegnatori, ecc. Quindi il massimo rispetto per il loro lavoro che giustamente deve essere retribuito. Ma alla fine all’intera equipe va 1/10 dei guadagni.
    Quindi finch per un gioco devo spendere 60 euro allora preferisco non giocarci.
    Poi in Italia i prezzi sono sempre esorbitanti.
    Questo non giustifica il download illegale. Per dovrebbero fare come in Giappone dove si penalizza chi carica i contenuti e non chi li scarica.
    In definitiva se un videogioco mi costasse 30 euro molto probabilmente lo comprerei.
    Ed infatti, come molti, aspetto anche un anno sperando che scenda di prezzo. Cosa che purtroppo per i titoli pi famosi non accade. Anzi!

  • Emanuele

    se attuassero tutti quanti la politica commerciale della FX, sarebbe un toccasana: questa casa di videogiochi, almeno in Europa, vende i propri videogiochi da un minimo di 9,99 a 19,99 :shocked: … e stiamo parlando di giochi di una certa qualit tipo Sacred, Imperium, American Conquest e compagnia bella.
    Quando vedo un qualsiasi gioco con un prezzo che oscilla tra i 60 e 70 euro, non mi azzardo nemmeno a girare la custodia per vedere le prestazioni.

  • S

    mi accodo a chi dice che bisogna abbassare i prezzi. le cose migliorerebbero molto (anche se qualcuno preferirebbe lo stesso scaricare) se tutto costasse meno. con la ps2 i giochi a 60,65 euro… con la psone un po’ di meno se non sbaglio… 52 credo. c’erano le lire (lira,mi manchi :cwy: ) e non ricordo XD. con la ps3… 70euro!!!! giochi per il NDS 45euro… troppo lo stesso per una console portatile,dai!

  • Sirrus

    Io ammetto di scaricare soprattutto perch l’unico modo per avere spesso prodotti non censurati/rovinati dal doppiaggio. Poi ci sono anche tanti altri film che in Italia nemmeno arrivano, e mai arriveranno.
    Ma nonostante questo sempre illegale. Perch? Se io non ho altro modo per poter avere quel determinato prodotto… mica posso fare un viaggio in Giappone, o sperare in eBay.
    Alcuni copyright sono decisamente esagerati, applicati a film o Album che dovrebbero semplicemente far parte del patrimonio culturale dell’umanit.
    Sar anche giusto proteggere il lavoro di migliaia di persone, ma alcune regolamentazioni dovrebbero essere molto pi dettagliate, perch si rischia di proibire tutto, e di rallentare il libero diritto di poter espandere le proprie conoscenze.

  • io

    straquoto per Sirrus :sideways:

  • eleclipse

    e di rallentare il libero diritto di poter espandere le proprie conoscenze.

    Ehm sebbene il linea teorica si possa essere d’accordo sul fatto che le cose non disponibili in lingua ( e solo quelle) siano “giustificate” dall’essere scaricate (ma comunque si tratta sempre di usufruire del lavoro altrui a gratis) il suddetto diritto non esiste, mi spiego meglio, non che se dopo che io, mankaga-regista-scrittore-creatore-di-videogame-oaltro mi sono fatto il culo a fare un lavoro arriva uno e mi prende tutto a gratis perch ha il diritto di espandere le proprie conoscenze, se fossi al suo posto gli espanderesti qualcos’altro :biggrin:

  • Giuseppe

    assolutamente daccorco con eleclipse! vero che i prezzi a volte sono elevati, ma spesso si pu anche attendere un p prima di correre ad acquistare una cosa… io faccio cos e aspetto qualche offerta, tipo feltrinelli che robe come film li mette a rotazione in offerta e quando ho qualche spicciolo in pi compro. per il cinema faccio uguale, un cinema qui a padova mette solitamente gli spettacoli delle ore 16,00 il venerd a 3 , ovviamente mi ci fiondo… anche perch lo fa con tutti i titoli anche il giorno dopo l’uscita se capita, ne cito l’ultimo che ho visto… “Angeli e Demoni” … ;)

  • shuto

    Purtroppo molti non capiscono che dietro ad un gioco o ad un cd audio ci sono diverse spese e anche se lo capiscono se ne fregano. vero anche che con uno stipendio normale non posso pagare 60 euro per visionare un videogame che magari poi finisco in 3 giorni e non mi piace. Quello che mi interessa davvero l’ho sempre comprato, la discografia di un artista, una serie di giochi come final fantasy, manga e fumetti vari e mi sembra il modo giusto di fare… ma la maggior parte di quello che ho trovato su internet finito nel cestino dopo averlo ascoltato o provato o letto… e 60 euro da buttare nel cestino non li ho! Io prima che ci fosse questa possibilit di scaricare da internet i giochetti o i cd me li facevo prestare altrimenti stavo senza e compravo solo quelli che ero sicuro mi piacessero. Ora acquisto molto di pi perch mi capita di provare qualcosa e reputarlo valido. Vorr dire che se vinco all’enalotto non mi pongo pi il problema! :whistle:

  • Antonio

    ma vadano un p a quel paese, moralisti del cavolo. Si sempre copiato/scambiato, nella naturaumana condividere e sempre sar cos. Il download per uso privato va depenalizzato, scambio etico. Che si combatta la vera pirateria, quella da strada, quella che genera LUCRO per i clandestini irregolari e per le mafie del falso. E lasciateci scaricare in pace e non rompete le scatole, paghiamo 8e care9 le connessioni e vogliamo sfruttarle. Assurdo e ridicolo il concetto di “mancata vendita”, cosa cavolo una mancata vendita? Come si prova che chi scarica/scambia avrebbe comprato (a quei prezzacci da panico) se avesse dovuto rinunciare alla c.d.pirateria? Io dico che una minima parte lo avrebbe fatto. Quindi le case non ci perdono nulla lo stesso. Se proprio si lagnano tanto, CAMBIASSERO MESTIERE. W il filesharing per uso privato.