Ikigami verso la conclusione

di Regola Commenta

La rivista Big Comic Spirits della Shogakukan ha annunciato che lunedì l’autore Motoro Mase inizierà il ventesimo e conclusivo ciclo del suo manga di successo Ikigami: The Ultimate Limit il 23 Gennaio, intitolandolo “Moboroshi no Kuni” (Il Paese da Lungo Perduto). Il manga ha avuto inizio nel 2004 con una one-shot e ha ottenuto la serializzazione nel 2005, comunque non regolare contando circa tre capitoli l’anno, raccolti fin’ora in nove tankobon, di cui sette sono stati pubblicati in italia dalla Planet Manga. Nel 2008 è stato anche realizzato un live-action prodotto dalla TBS. Il decimo tankobon, dati i tempi di pubblicazione, sarà molto probabilmente il conclusivo.

Ikigami: The Ultimate Limit è un seinen manga, dalla struttura piuttosto semplice, che va ad affrontare temi spesso maturi e non semplici da trattare. In una società senza guerra il governo ha emanato una legge alquanto discutibile: la Legge per la Prosperità Nazionale, secondo la quale ad ogni cittadino deve essere sottoporsi una vaccinazione obbligatoria, innocua nella maggioranza dei casi, ma che per un caso su mille rappresenta una vera e propria condanna a morte. Viene inoculata infatti una capsula che raggiungerà il cuore uccidendo il cittadino in età adulta. Il protagonista, Kengo Fujimoto, lavora per l’anagrafe e si occupa di consegnare gli Ikigami (Annunci di morte) con 24 ore d’anticipo a quei cittadini destinati a morire, e notificare il loro decesso, poichè in caso di atti criminali da parte del cittadino in quel margine di tempo la famiglia verrebbe a perdere un vitalizio (chiamato Pensione per la Prosperità Nazionale) che lo Stato garantisce. Il manga è incentrato soprattutto sulle ultime 24 ore di vita di ogni vittima di questo sistema, i quali reagiranno in maniera diversa ma sempre disperata, e sulla figura del protagonista, che non ha alcuna fiducia nella legge e nel sistema per cui lavora.

[Fonti \ Anime News Network]

[Fonti \ Planet Manga]