Harry Potter: Dou Omoimasuka?

di Echoes-Kun 19

Ci ha fatto emozionare. Lo abbiamo invidiato per il posto dove studia. Lo abbiamo amato per le sue avventure. Lo abbiamo letto con ferocia. Lo abbiamo aspettato con impazienza. Lo abbiamo odiato perché, con quel ciuffo davanti agli occhi, sembra un po’ emo. Chi è? Ma come chi è?!

Harry Potter

Harry Potter nasce nei primi anni ’90, ma è solo nel ’97 che la sua storia prende vita dalla penna della ormai famosissima Joanne Kathleen Rowling, più conosciuta come J.K. Rowling. Suddivisa in 7 libri, la storia di Harry Potter ormai è famosissima in tutto il mondo. Raccontata in poche parole è più o meno così:

Harry è un bambino di 10 anni, orfano, da sempre ha vissuto succube degli zii materni e del cuginetto (???) bullo. Il giorno del suo 11° compleanno scopre di essere un mago, non uno di quelli che tirano fuori carte dalle maniche e fazzoletti colorati. Un mago vero, con tanto di bacchetta e scopa volante. Non è tutto. Esiste un intero mondo fatto di maghi, streghe, giganti, folletti, pozioni magiche e tutto quello che le nostre fantasie fanciullesche abbiano mai immaginato. Quello che stupisce di più Harry è che tutto l’intero mondo magico conosce sia lui che tutta la sua storia meglio di Harry stesso.

Infatti in realtà i genitori di Harry non sono morti in un incidente stradale come la zia Petunia ha sempre sostenuto, ma per mano del più grande mago malvagio della storia, Voldemort che, a causa della sua cattiva fama, viene chiamato Colui-che-non-deve-essere-nominato. L’ironia della sorte vuole che il malefico mago venga sconfitto da un piccolo neonato, Harry, a cui ha però lasciato una piccola cicatrice sulla fronte a forma di saetta. Questo è il motivo per cui Harry è una leggenda nel mondo magico.

Harry scopre di essere un mago perché, essendo figlio di un mago, si è guadagnato il diritto di frequentare la più prestigiosa scuola di magia di tutti i tempi: La scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

Durante il primo anno Harry conosce quelli che diventeranno i suoi migliori amici, il simpaticissimo Ronald Weasley, detto Ron, e la geniale so-tutto-io Hermione Granger. Ma le sorprese per Harry non finiscono, infatti, sempre durante il primo anno, si imbatteranno nello spirito redivivo di Voldemort che cerca in tutte le maniere di tornare in vita. Da qui comincia lo scontro tra il nostro eroe e il suo alter-ego malignamente cattivo.

Inizialmente la storia di Harry Potter sembrava un racconto per bambini, infatti i suoi primi lettori erano per lo più tra i 7 e i 14 anni, ma piano piano la storia si è evoluta ed è diventato un libro per tutti, grandi e piccini.

Secondo me il successo di Harry Potter non sta tanto nella storia avvincente e nella narrazione, ma nel fatto che la Rowling è riuscita a creare non solo un personaggio simpatico, bravo e coraggioso, ma intorno ha creato un vero e proprio mondo a partire dai caratteri dei personaggi fino a intere città con negozi, banche, case, personaggi e addirittura uno sport con tanto di regole, campo e palle, anche la scuola ha le sue materie tutte particolari. Un solo uomo era riuscito a fare tanto fino ad adesso: George Lucas con Guerre Stellari.

Come detto in precedenza i libri che compongono la storia di Harry Potter sono 7 e in ordine sono:

Harry Potter e la pietra filosofale (Harry Potter and the Philosopher’s stone – Harry Potter and the Sorcere’s stone [titolo americano])
Harry Potter e la camera dei segreti (Harry Potter and the chamber of secrets)
Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (Harry Potter and the prisoner of Azkaban)
Harry Potter e il calice di fuoco (Harry Potter and the goblet of fire)
Harry Potter e l’ordine della Fenice (Harry Potter and the order of the Phoenix)
Harry Potter e il principe Mezzosangue (Harry Potter and the Half-blood prince)
Harry Potter e i doni della morte (Harry Potter and the deathly hallows)

Ovviamente da tutti i libri sono stati tratti dei film prodotti dalla Warner Bros che hanno aumentato ulteriormente il successo del maghetto. Harry è interpretato dal piccolo Daniel Radcliffe, Ron è Rupert Grint ed Emma Watson interpreta Hermione. I primi due episodi sono stati diretti da Chris Columbus. Per il terzo il regista cambia, infatti la regia viene affidata ad Alfonso Cuaron. Mentre il Calice di fuoco è stato diretto da Mike Newell. Nel film appare anche Robert Pattinson (che poco dopo interpreterà un maledetto vampiraccio in un’altra saga…). L’Ordine della Fenice è sotto le direttive di David Yates, il quale ha diretto anche “Il principe Mezzosangue” e “I doni della morte”. Per finire, l’ultimo film (come bene saprete) è stato diviso in due parti, la prima uscita pochissimi giorni fa, mentre la seconda parte è stata programmata per il 15 Luglio 2011. (Io lo voglio subito, non so voi…)

Alcune curiosità:

– L’attore che interpretava il preside di Hogwarts nei primi due film è morto, infatti Albus Silente, dal terzo film cambia leggermente faccia.
– A Orlando, in Florida, all’interno del parco “Isle of Adventure” è stata aperta un’intera sezione dedicata al maghetto.
– I tre attori principali, da perfetti sconosciuti, sono diventati inseparabili amici sul set e fuori.
– Tante le star che hanno partecipato al film, a partire da Gary Oldman, nel ruolo del padrino di Harry, Sirius Black, fino a Robert Pattinson (già citato precedentemente).
– Per ogni film è stato tratto anche il relativo videogioco per consolle e PC più uno sulla Coppa del Mondo di Quiddich e uno fatto con i personaggi della Lego.

Che dire di più?

DOU OMOIMASUKA?

See Ya in KJ!!!

  • Vedere i poster tutti di fila fa pensare: ma cosa gli hanno dato ai tre mocciosi tra il secondo ed il terzo film? Ormoni a badilate?? XD

    • Majin_Manuel86

      No solo due anni circa in pieno sviluppo ormonale ^_^

      • Ah i film non sono usciti regolarmente ogni anno?

  • Franky

    Ci sono cresciuto insieme, ho divorato ogni libro, apprezzato ogni film, e giocato a ‘quasi’ tutti i videogames. Saga affascinante sotto ogni punto di vista. Aspetto con un p di amarezza (vista la fine) l’ultimo film. Voto 11

  • ningen

    Harry Potter non mi ha mai fatto ne caldo ne freddo, ogni tanto se capitava guardavo qualche film ma da quello che ho visto non ci trovo nulla di entusiasmante.

    • Manuel

      diciamo che di tutto il fenomeno POTTER hai preso l’esempio peggiore per assaporare l’atmosfera!

  • bhe allora io ho visto tutti i film e letto tutti i libri, devo dire che il primo e il terzo film sono fatti bene, tutti gli altri fanno pena in confronto a ci che scritto nei romanzi. per quanto riguarda alla prima parte dei doni della morte devo dire che gli dare un 8/10, infatti a mio parere i film corrispondenti ai libri + lunghi, sarebbero dovuti esser divisi cos come fatto con l’ultimo

  • grano_89

    Posso darti ragione sul primo film, ma non sul terzo. Infatti, proprio dopo aver visto il terzo che, per principio, non ho pi nemmeno guardato gli altri.
    Il principe mezzo sangue una cosa a parte. E’ stato un po’ un “richiamo” XD

    Per quel che riguarda i libri, fino al quarto tutto bene.
    Dal quinto in poi, l’atmosfera si appesantisce di botto, senza un intermedio, e pur rimanendo di stile pregevole, la situazione del maghetto diventa una roba da tagliarsi le vene (e con spiegazioni filosofiche persino nella briciola di pane avanzata sulla tovaglia, tra un po’ XD).

    Se ci aggiungiamo la comparsa di personaggi che, per il numero di apparizioni che fanno potevano tranquillamente fare a meno di esistere, e morti piazzate a random, il quadro generale diventa decisamente pesante.

    Eppure per qualche motivo regge. E parecchio. E’ una saga con cui sono cresciuto (quantomeno quella dei libri), e nonostante qualche arricciamento di naso qua e la, non mi pento di aver avuto questo genere di accompagnamento.

  • Yamato

    Allora… io ho comprato il primo libro di Harry Potter all’et di nove/dieci anni, quindi in pieno target per quella che era la sua prima avventura (ho provato a rileggerla adesso, e lo stile di scrittura davvero per bambini XD): l’inizio era lento, noioso… poi arriva Hagrid, arrivano i maghi, arriva tutto il mondo inventato dalla Rowling e mi finisco il libro in un paio di giorni. Pian piano, li compro tutti e rimango sempre pi coinvolto… fino al quarto. Io non avevo mai pensato ad HP come ad una saga che potesse imbastire una vera e propria trama lungo termine… ma con il quarto e – sorpattutto – con il quinto, tutto cambia. Le atmosfere si fanno pi cupe, la storia sempre pi interessante e quello che era un fenomeno alimentato quasi esclusivamente dal mondo meraviglioso inventato dalla Rowling diventa anche un romanzo a dir poco avvincente, che ti lascia interrogativi sempre pi grandi e novit sempre pi cupe all’orizzonte… a quel punto ho 14/16 anni e sono completamente innamorato della saga. L’ultimo libro, per intenderci, l’ho finito in tre giorni: arrivavo da scuola, mangiavo, leggevo fino a cena, rimangiavo, leggevo fino a quando non ero stanco. Geniale, assolutamente geniale. Il pi grande fantasy dal dopo “The Lord of the Rings”.
    I film, invece, un altro capitolo: fatti abbastanza bene i primi due – volete anche per il libri, decisamente pi corti -, il terzo gi comincia a presentare NOTEVOLI carenze di realizzazione, il quarto risolleva un po’ la china, il quinto mi ha convinto abbastanza (malgrado gli evidenti tagli a ci che avviene e viene spiegato nel libro), poi arriva il sesto ed esco dalla sala anzitempo: una merda del genere NON Harry Potter! In compenso, la prima parte del settimo (anche se taglia qualcosina all’inizio, e va ben oltre – a quanto ricordi – la prima met del libro), invece, torna sui livelli dei primi film (o del quinto) e mi fa ben sperare per il finale. In ogni caso, a chiunque voglia conoscere VERAMENTE Harry Potter: state lontani dai film e leggetevi i libri, autentici capolavori.

  • Shishimaru

    Bellissima storia. Ma non ho amato i film che non mi hanno dato le stesse emozioni dei libri. Sono i lavori di limatura a rendere migliore qualcosa!
    Tra l’altro,nel trailer dell’ultimo film ho gi visto cose diverse,come la battaglia con Voldemort in solitario -.-‘

    • Majin_Manuel86

      Quello sar il male minore! Gi il destino di Minus cambiato, non oso immaginare quello degli altri personaggi in risposta ad una logica buonista!

      • Shishimaru

        Oddio mio… E suppongo che per colpa del finale del sesto film alcuni particolari conseguenti non ci sono nel settimo. Come quel Weasley che stato morso dal lupo mannaro o come si chiama. Miseriaccia… possibile che i fan non si lamentino con pi insistenza?

  • ichigo2

    Da notare la scelta di rendere la scritta Harry Potter dal primo film fino al settimo sempre pi oscura partendo da un dorato brillante del primo fino al quasi totale nero del settimo :D
    Sono dettagli…

    • Shishimaru

      Beh,dettagli carini per! Non ci avevo fatto caso! :)

  • Oltre al piacere o no i libri ed i film, dove alla fine ognuno si rif giustamente ai propri gusti, volevo proporre un piccolissimo sondaggio, visto che tra gli amici ho trovato opinioni discordanti: secondo me nel libro Hermione dovrebbe essere piuttosto bruttina nei primi, e dopo diventare giusto leggermente carina (eccezion fatta per il ballo del ceppo), mentre Ginny dovrebbe essere una figa della madonna; ma nel libro succede il contrario.

    Voi cosa dite?

  • Mila

    Eccomi fresca fresca di film (sono andata a vederlo ieri sera, regalo di compleanno!).
    Sono una grandissima fan di HP, me lo ha fatto conoscere una mia compagna di corso quando ero gi al 4anno di universit, lo lessi a tempo di record prima che uscisse il primo film proprio perch volevo andare a vederlo e odio vedere un film tratto da un libro senza avelo prima letto (mi piace immaginarmi le cose prima con la mia testa, con la mia fantasia prima di farmi condizionare da quella degli altri).
    CVD ho fatto bene! I libri sono miliardi di volte meglio dei film, che riesco ad apprezzare solo perch conosco gi la storia. Concordo che dal 3 film in poi sia un calando e per me il 5 tocca il fondo e comincia a scavare, l’apoteosi stata Voldemort vestito da babbano, per non parlare del fatto che dal libro pi lungo hanno tratto il film pi corto: una garanzia di risultato! Non ricordo bene il 6 perch l’ho visto di corsa in dvd quando ero appena diventata mamma (quindi non ci stavo molto con la testa), cmq l e conto di rivederlo proprio in questi giorni. Il 7 per ora mi sembra decisamente tornato agli antichi splendori, speriamo anche nel 7bis!

  • Carletto

    Non una delle mie serie preferite. Iniziai a leggere il primo volume dell’opera diverso tempo fa ma non mi piacque e lo lasciai a met, per quello che riguarda i film sono riuscito a vedere solo il primo che comunque devo dire caruccio.

  • Krystal91

    Il percorso che ho fatto io invece con Harry Potter tutto strano XD perch l’ho conosciuto e me ne sono appassionata guardando i film fino al 5 dopo invece leggendo continuamente in internet che i film (come succede sempre) erano penosi in confronto ai libri ho deciso che volevo provare a leggere gli ultimi due, ovvero il principe mezzosangue e i doni della morte, prima di vedere i film e cos ho fatto! Inutile dirvi che li ho adorati!!! *.* E ci sono rimasta malissimo quando sono andata a vedere il principe mezzosangue perch non mi piaciuto per niente dato che avevo letto prima il libro!!! Mentre tutto sommato, chiudendo un occhio, la prima parte dell’ultimo film non mi sembrata cos male e si spera che sia fatta ancor meglio la fine!!! Comunque adesso sto leggendo tutti i libri arretrati (dopo aver letto gli ultimi due non potevo non leggere anche gli altri) iniziando dal 1 e finendo col 5 che sto leggendo proprio in questi giorni!!! =) E mi sa che appena lo finisco mi rilegger gli ultimi due!!! ^^

  • dreida

    Sono d’accordo con chi parla dei primi due film fatti bene e poi una discesa ininterrotta verso uno spiacevole decadimento. Il terzo in qualcosa ancora si salva. Il quarto in fondo il classico film tratto da un libro, pieno di salti temporali e spiegazioni troppo sottili o inesistenti. L’ordine della fenice troppo pi oscuro del gi oscuro libro e spiega davvero male molti dettagli che sarebbero fondamentali per l’ultimo pezzo della saga. Il principe mezzosangue poi…una delusione su quasi tutti i fronti! Nonostante tutto, non posso fare a meno di riguardali di tanto in tanto, giusto per assaporare i ricordi dei libri che impiegherei decisamente troppo a rileggere!
    Per ci che riguarda l’ultimo pezzo, che attendo con grande ansia, del percorso del maghetto, mi aspetto delle piccole sorprese. Parlavate di Minus qui sopra. E’ vero il suo destino pare differente, ma come mi sono ricreduto dopo la delusione della liberazione di Edvige, spero di rimanere felicemente sorpreso anche per il destino di Codaliscia. Onestamente ho apprezzato moltissimo l’espediente per la morte della civetta!