Film che non vedremo mai a Hollywood. (seconda parte)

di bila85 1

Ciao a tutti,

come vi avevo promesso ecco la seconda parte dell’articolo sui film che Hollywood non ci mostrerà mai:

Spider-Man  Cameron

Non so quanti di voi se lo ricorderanno, ma Spiderman prima dei film degli ultimi 10 anni, aveva avuto una trasposizione già negli anni ’70. Un’altra cosa che forse non sapete del nostro amico ragnetto è che durante i primi anni ’90 James Cameron fu vicino a firmare/filmare una pellicola per il grande schermo.

Il copione di Cameron prevedeva versioni leggermente alternative di alcuni famosi villains, inoltre si vociferava della presenza del senatore Schwarzenegger nei panni di Octopus ( io ce lo vedo anche come super nemico…ma non ce lo vedo affatto come scienziato…al massimo lo avrei visto bene fare Hulk…non Bruce Banner, intendo proprio il Golia verde).

Di sicuro se Cameron avesse creato un film di tendenza come Terminator, il mondo dei Comics-movie sarebbe stato diverso oggi giorno…però non lamentiamoci troppo, se fosse andato in porto non avremmo avuto il ciclo di Sam Raimi che, tra alti e bassi, è comunque entrato nella storia.

X3 – Bryan Singer

Non è un caso il fatto che associare il nome di Bryan Singer al nome X-Men porti sorrisi sui volti degli appassionati.

Originariamente il Singer avrebbe dovuto scrivere un sequel di X-Men 2, non lontano dalle ipotesi dei fan; infatti il film avrebbe dovuto parlare del ritorno di Jean Grey come Phoenix. Ci sarebbe stato tutto quello che il pubblico desiderava: Phoenix, Emma Frost, Magneto…e ancora tanto altro come l’introduzione di Gambit (personaggio molto amato dai fan) e ovviamente Ciclope non avrebbe fatto quella fine di £%&d# (mi sono censurato da solo).

Purtroppo Singer e i suoi collaboratori all’epoca passarono alla Warner per la produzione di Superman returns ( bravi…no, davvero…ben vi sta…un film che…meglio sorvolare). Una sfortuna per tutti, Singer & soci, la Warner, e la Fox…ma soprattutto per noi, che per una scelta sbagliata ci siamo ritrovati di fronte non ad un film mediocre, ma a ben 2 film da 6 politico (giusto per l’impegno).

X-Men Origins: Magneto

Per molti di noi di sicuro è stato un piacere vedere Magneto in X-Men first Class; c’è stato un tempo in cui la Fox aveva davvero pensato di fare un film solo sulle sue origini.

Dopo X-men The Last Stand, alla Fox è nata l’idea di fare degli spin off sui mutanti. Come è stato per Wolverine e Deadpool (ancora in fase di lavoro), anche  lo stesso Magneto era un potenziale spin off, infatti  lo scrittore Sheldon Turner scrisse un copione per David Goyer che, una volta letto, lo  stesso Goyer decise di riscrivere. La storia avrebbe coperto il periodo che va dal 1939 al 1955,raccontando gli anni di Magneto ad Auschwitz ed il suo viaggio alla ricerca di vendetta.

Le cose non sono andate però nel verso che ci si aspettava e da qui la scelta di integrare questa parte di storia in X-Men: First Class, lasciando così molti ( davvero molti) fan a bocca asciutta e con un grosso dispiacere.

Y: The Last Man

La creatura artistica di Brian K. Vaughan sull’ultimo maschio del pianeta e sulla sua scimmia domestica, da anni fa mormorare di se’ riguardo ad un possibile film hollywodiano; lo stesso Vaughan ha scritto diversi copioni per un possibile adattamento.

D.J. Caruso è stato accostato al progetto per diversi anni, con lui lo stesso Shia LaBeouf ( che Caruso ha diretto in Disturbia) è stato proposto come possibile protagonista (Yorick Brown).

Nel 2008 però le speranze di Caruso di dirigere il film vengono meno. Caruso e la New Line hanno visioni troppo discordanti (Caruso pensa ad una trilogia, mentre la  New Line si rifiuta categoricamente di produrre più di un film) e così il progetto salta definitivamente.

Ultimamente si è tornati a parlare di un possibile adattamento sotto l’occhio vigilie di Louis Leterrier.

Blade 3 – David Goyer

Quanti di noi hanno mandato giù in maniera piuttosto ardua Blade Trinity?…molti vero?! Tutti sanno che è stato un mezzo flop (mamma mia quanto sono buono oggi), e la scelta di inserire elementi di “distrazione” dalla storia principale (sto parlando di Triple H e Volpicula) ne sono sono un esempio lampante.

Quello che molti ignorano è che il copione originale del film prevedeva ben altro; il copione proposto da David Goyer sarebbe stato ambientato in un futuro post apocalittico, nel quale (ovviamente) Blade, rimasto giovane per la sua natura, se la sarebbe vista contro i vampiri, la nuova razza dominatrice del mondo (pare  infatti che la storia prevedesse l’umanità ridotta in schiavitù dai vampiri).

Il personaggio femminile sarebbe dovuto essere quello di  Rachel Van Helsing (direttamente dal fumetto La Tomba Di Dracula) e il tutto sarebbe stato, almeno secondo molti, un ottimo lavoro. La New Line non l’ha pensata allo stesso modo, bocciando l’idea in toto e giustificandosi per colpa dello scenario troppo “dark”…mah, valli a capire; non ha senso dire una cosa del genere; più senso avrebbe metter tutto sotto un’ottica economica (di sicuro gli esborsi sarebbero stati maggiori).

A conclusione di questi due articoli (prima e seconda parte) mi auguro che nessuno si stia mangiando i gomiti per l’impossibilità di vedere questi film al cinema, ma spero (soprattutto) che queste informazioni vi abbiano fatto riflettere che poteva andarci meglio, ma di sicuro poteva andarci molto peggio e probabilmente questi titoli non sono che la punta di un iceberg.

Mata ne

Bila

[Fonte | Ign Comics ]

  • Don Homer

    Quella di Spider-man la sapevo anch’io: il copione prevedeva pure una scena di sesso.