Dylan Dog: I Personaggi – Botolo

di shishimaru Commenta

Il cane è il miglior amico dell’uomo e Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo, doveva pur “conoscerne” uno oltre che avere tante belle donne! Botolo fa una prima apparizione nel numero intitolato “Dopo Mezzanotte“, ventiseiesimo della normale serie, in cui la vicenda si svolge tutta in una notte, una lunga notte! Vediamo Dylan tornare a casa senza chiavi, Groucho sembra sparito (“Beh, i casi sono due: o Groucho è morto o è andato al cinema. Ma non bisogna mai pensare al peggio: probabilmente è morto“), penny sprecati in telefonate inutili e un presunto killer che uccide con una scure, a cominciare dal vicino di Dylan fino al marito di Susan, l’ennesima donna innamorata ma in realtà sposata. Come se tutto questo non bastasse riceve un cappotto non suo con dentro la scure che riporta le sue impronte destando i sospetti di Scotland Yard, oltre che ad addormentarsi in taxi e risvegliarsi con l’autista morto affogato, con tanto di sue impronte ovviamente. Botolo appare finalmente nel momento in cui Dylan si addormenta per strada in preda alla stanchezza per svegliarlo, dopodiché per salvarlo dal serial killer evitando un accoltellamento gratuito. Lo possiamo vedere anche in altri numeri, come in quello di Johnny Freak dove trascina il nostro indagatore fino al luogo in cui Johnny era rinchiuso per salvarlo e curarlo in ospedale, attaccare i furfanti che tentano di bastonare tutti gli altri randagi e andare a salvare nuovamente Johnny. Altre comparse risultano nel numero 45 (“Goblin“), nel Maxi Dylan Dog 6 (in “Il Capobranco” di Paola Barbato), nel Gigante numero 8, “Cuori Randagi“, e ovviamente nel sequel, chiamiamolo così, “Il Cuore di Johnny“. Insomma, per quanto questo meticcio (o è davvero un levriero afgano?) non sia relegato al ruolo di personaggio principale come il felino Cagliostro, merita almeno una piccola menzione per la sua caratterizzazione che lo renderebbe un cane intelligente, giusto e fidato.