Curse of the Wendigo, dal disegnatore di The Walking Dead

di bila Commenta

Ciao a tutti,

è iniziata la seconda metà di luglio, e il caldo ( come ovviamente deve essere…purtroppo ) continua a tenerci compagnia ( il più delle volte indesiderata ); quindi immagino che sia un “lavoraccio” anche stare davanti al pc a leggere le notizie che vi scriviamo, ma nonostante tutto, siete qui; e se siete qui allora giustificate i nostri impegni e quindi eccovi, come ringraziamento, una notizia dedicata, soprattutto, a tutti gli appassionati di “ the walking dead” e degli horror comics.

Immagino che molti di voi conoscano  the walking dead ( serie che ha spostato l’equilibrio , per quanto riguarda il genere horror, verso uno stile nuovo, più fresco ), e penso che molti altri appassionati conoscano ancora meglio il nome di uno dei disegnatori del fumetto, tale Charlie Adlard, attualmente uno dei maggiori esponenti del genere horror; bene, vi chiederete dove voglia arrivare a parare?! Tolgo subito ogni indugio (fa troppo caldo anche per la suspense; lasciamola ai periodi invernali ): la Dynamite Entertaimnet ha reso noto che Adlard si è unito al progetto dello sceneggiatore Mathieu Missofe (2000 AD, Batman: Gotham Knights ) per la realizzazione di un nuovo fumetto horror: Curse of the Wendigo.

Gli appassionati in materia sapranno che il Wendigo è una creatura del folklore degli indiani del nord America e del Canada, le cui caratteristiche non possono essere descritte con precisione ( variano da tribù a tribù ), ma a grosse linee si tratta di una creatura maligna che si ciba di uomini, dalla forma vagamente umanoide, irsuta e con denti aguzzi, velocissima e con capacità di caccia che la rendono insuperabile; oltre a questo la creatura sembra avere origini da un essere umano ( essendo leggende indiane, si parla sempre di cacciatori ) il cui cuore è stato contaminato dal male (che sia il morso di un altro Wendigo  o l’aver mangiato carne umana o l’esser stato esiliato).

Il fumetto è stato ambientato durante la prima guerra mondiale, in Francia, e segue da vicino la “disperata” alleanza tra un gruppo di  soldati francesi e tedeschi, isolati dal resto della guerra, che , temporaneamente, stringono un patto di non belligeranza per combattere, uniti, un nuovo nemico che li minaccia entrambi. Al gruppo incaricato di scovare e distruggere la minaccia prende parte uno dei pochi indiani (nativi d’America) arruolati nell’esercito degli Stati Uniti dell’epoca; l’indiano seguirà così le tracce della malvagia creatura, una volta umana, dalla terra della sua tribù fino alle trincee francesi.

Lo scrittore parla così della sua storia:

“ Oltre all’azione e alle caratteristiche soprannaturali, Curse of The Wendigo è anche una storia drammatica; una storia che parla della follia della guerra, e dell’umanità comunque presente all’interno di uno dei più disumani  conflitti della storia moderna.”

Per quanto concerne il disegno invece Adlard ha raccontato che si è immerso totalmente nella ricerca della realtà dell’epoca, osservando al dettaglio le vecchie cartoline della Francia di quel periodo, cercando in questo modo di rendere più reale possibile l’ambientazione del fumetto.

Non ho la più pallida idea di quando sarà possibile leggerlo in italiano e in Italia, ma per ora posso dirvi che la Graphic novel (perché effettivamente questo è il termine più adatto a quest’opera), sarà disponibile negli U.S.A. a partire da settembre 2011 in un volume da 48 pagine con un prezzo di copertina di 7.99 $.

Vi lascio con quella che dovrebbe essere l’immagine di copertina.

Mata ne

Bila

[ Fonte | Ign comics ]

[ Fonte | Wikipedia ]