Continua il caso riguardante Christopher Handley…

di Vips 15

Vi dice nulla questo nome? Per i più smemorati, ricordo che la persona in questione è colui che venne arrestato tempo fa, per detenzione di manga considerati osceni ed a sfondo pedo-pornografico. Di questo fatto ne parlammo anche qui su Komixjam circa un mesetto fa ed oggi spuntano altri importanti risvolti della vicenda che a breve riporterò. Diciamo fin da subito che le cose, per il nostro Christopher Handley, pare non si mettano proprio bene.

Prima di tutto un brevissimo riassunto della vicenda: l’americano sopracitato venne arrestato intorno al maggio del 2007, con l’accusa appunto di detenere materiale che in America è da considerarsi illegale. Nella sua vasta collezione si sono trovati, a seguito di un’ispezione richiesta dai servizi postali, insospettiti da alcuni manga da lui ordinati, numerosi volumi, VHS e DVD riguardanti il genere lolicon. A causa dell’associazione di questo genere con la pornografia minorile e l’omossessualità in generale, Handely venne arrestato e messo sotto processo; tuttavia molte delle accuse vennero poi ritirate per mancaza di leggi e imputazioni precise per il caso in questione, inoltre con il supporto CBLDF (Comic Book Legal Defense Fund) le cose parevano mettersi un pò meglio per il malcapitato. Nonostante ciò il processo a carico di Handley rimase, così come le accuse principali a lui rivolte.

Ad oggi possiamo dire che la situazione non sia affatto migliorata: il 2 Dicembre comincerà il processo che deciderà effettivamente le sorti del 38enne e, in caso di esito negativo, dovrà scontare la bellezza di vent’anni di carcere. Vista la particolarità del caso e la complessità di giudizio che viene richiesta, per decretare la colpevolezza o meno di Handley verrà utilizzato il Test di Miller, un particolare “strumento” utilizzato nelle aule americane per decretare la gravità del fatto e capire se la quantità di materiale da lui posseduto sia sufficiente a garantirgli la condanna.

E’ possibile inoltre leggere le parole di Eric Chase, l’avvocato che segue il caso in questione, rilasciate sul blog Splash Page di MTV, dove il legale sostiene che le rappresentazioni dei bambini di cui si parla non sono altro che il risultato del particolare stile con cui vengono disegnati i personaggi in quel genere di fumetti e che poi, venendo a trovarsi in situazioni di sesso esplicito, portano a questo tipo di pensieri.

Infine è stato intervistato anche Neil Gaiman, noto romanziere che talvolta ha narrato episodi di violenza (anche su minori) per necessità di racconto e che quindi avrebbe dovuto andare incontro alla stessa sorte di Handley evidenziando quindi l’incoerenza della giustiza; Gaiman continua facendo notare che nessuno è stato colpito, ferito o leso dall’accaduto ma che ciò che è ritenuto pericoloso è solamente un concetto, il tutto in difesa dell’imputato. Insomma la vicenda coninua.

Personalmente credevo che fosse stato tutta una manovra per dare un pò di tono alla giustizia americana, per dimostrare la presenza delle forze dell’ordine e per (in pieno stile americano) far parlare un pò di se, il classico fuoco di paglia in tre parole. Ora aspettiamo il processo e vediamo, se Christopher Handley verrà davvero condannato, sempre secondo il mio modesto parere, siamo veramente alla frutta, perchè vuol dire che anche un disegno, fatto da altri pergiunta, può rendere colpevole di chissà quale crimine.

[Fonte animeclick]

  • King Barbaros

    …Che cazzata…spero che il processo finisca presto e lo lascino in pace quel povero cristo, con le scuse (almeno) da parte degli accusatori…

  • Zoro

    Vorrei sapere: ma l’autore o gli autori sono stati citati in giudizio perlomeno per difendere o offendere quel povero cristo di un lettore? :blink:

  • King Barbaros

    Vorrei sapere: ma l’autore o gli autori sono stati citati in giudizio perlomeno per difendere o offendere quel povero cristo di un lettore? :blink:

    non credo anche perch non sarebbero potuti essere imparziali, poi provengono da un’altro stato

  • ticcio

    QUELL UOMOE DA AIUTARE SI MA NON DA CONDANNARE NON HA FATTO MALE A NESSUNO SEGUENDO QUEL RAGIONAMENTO ALLORA DOVREI ANDARE CONTRO E PUNIRE TUTTI QUELLI CHE LA PENZANO IN MODO DIVERSO DAL MIO PUNTO DI VISTA

  • Ieffola

    andiamo bene… :getlost: Adesso nessuno l pu leggere quello che gli pare! ma chi quello che lo ha accusato?

  • mikness360

    adesso anche leggere un reato?bah…a sto punto dovrebbero arrestare tutti quelli che hanno film porno nel computer XD

  • Kimimaro

    QUELL UOMOE DA AIUTARE SI MA NON DA CONDANNARE NON HA FATTO MALE A NESSUNO SEGUENDO QUEL RAGIONAMENTO ALLORA DOVREI ANDARE CONTRO E PUNIRE TUTTI QUELLI CHE LA PENZANO IN MODO DIVERSO DAL MIO PUNTO DI VISTA

    ma che aiutare, si solo comperato dei manga hentai!
    mica un pedofilo!(non che io ne sappia molto :whistle:)nei manga hentai quasi tutte le “protagoniste” sono minorenni, quindi quasi inpossibile non iccappare in simili problemi; anzi no, queste cazzate succedono solo in america.

  • Yamato

    Se devo essere sincero, mi sono sentito rabbrividire quando ho aperto la pagina di Wikipedia sul “Miller Test” (che non conoscevo): in pratica un “test” che uno pu rivoltarsi un po’ come gli pare, quindi senz alcuna valenza “scientifica”… insomma, trovo uno scandalo solo il fatto che la giustizia utilizzi mezzi simili… bah…
    C’ chi ha scritto che, se lo condannano, siamo alla frutta… beh, se devo dire la mia, dalla frutta ci siamo da un pezzo, e l’America (forse) in primis, almeno su certi lati del settore giudiziario. Ma ormai gli States sono diventati il paese dei controsensi (difatti proprio ieri ne parlavo con un compagno del forum che frequento: in America censurano i fucili della Marina in OP, per sotto casa hanno l’armiere di fiducia…-.-), nulla (purtroppo) di cui stupirsi…

  • Casa86

    adesso anche leggere un reato?bah…a sto punto dovrebbero arrestare tutti quelli che hanno film porno nel computer XD

    :pouty:

  • Ocouf

    Venti anni per avere in casa un fumetto?
    Ma almeno avessero le prove che questa persona pericolosa per gli altri!

  • Kimimaro

    Se devo essere sincero, mi sono sentito rabbrividire quando ho aperto la pagina di Wikipedia sul “Miller Test” (che non conoscevo): in pratica un “test” che uno pu rivoltarsi un po’ come gli pare, quindi senz alcuna valenza “scientifica”… insomma, trovo uno scandalo solo il fatto che la giustizia utilizzi mezzi simili… bah…
    C’ chi ha scritto che, se lo condannano, siamo alla frutta… beh, se devo dire la mia, dalla frutta ci siamo da un pezzo, e l’America (forse) in primis, almeno su certi lati del settore giudiziario. Ma ormai gli States sono diventati il paese dei controsensi (difatti proprio ieri ne parlavo con un compagno del forum che frequento: in America censurano i fucili della Marina in OP, per sotto casa hanno l’armiere di fiducia…-.-), nulla (purtroppo) di cui stupirsi…

    ed al posto dei fucili hanno i walkytolkye?

  • Cinzia

    Vorrei sapere se qualcuno a conoscenza dei titoli dei manga e anime che sono stati oggetto delle indagini. Grazie :)

    Personalmente anche io ritengo che ognuno debba essere libero di leggere e guardare i manga e anime che preferisce indipendentemente dal fatto che siano a sfondo sessuale o violento, ma ci sono dei casi in cui anche io che leggo tranquillamente ogni genere di fumetto (tra cui doujinshi e yaoi senza per questo considerarmi una deviata) rabbrividisco…
    es: mi capitato di vedere alcune immagini di una dou che rappresentava i protagonisti di Card captor sakura (Syaoran Li, Sakura e Tomoyo) in atteggiameti esplicitamente sessuali… beh, mi spiace, ma anche io ho ritenuto quel fumetto materiale pedopornografico.

  • bontakun88

    a un personaggio gli hanno mozzatto un intero braccio per censurare il fucile
    http://www.rolonoazoro.com/index2.php?id=CensuraFox.htm

  • FOX8

    ormai l’america con la sua repressione, censura e societ omogeneizata non mi stupiscono pi di tanto, tutto l viene considerata la manifestazione di satana dagli evangelisti e dai bigotti, e si vantano anche di essere liberi, pua!

  • D.

    Scusate…ma ci sono centiania di manga in cui il protagonista un ragazzino sotto i 15 anni che deve combattere, e molto spesso le prende…allora sarebbe violenza su minore?
    Mi viene in mente Michiko & Hatchin…nella prima puntata le prende di santa ragione…vuol dire che chi ha il DVD deve essere accusato di complicit?
    Ma andiamo!
    Sono disegni e poi lo stile molte volte fa si che un 30enne sembri un 15enne, al posto di perdere tempo con queste cavolate dovrebbero fare qualcosa di pi serio….
    L’ America presta pi attenzione alla censura degli Anime e a questo tipo di “crimini” (che crimini non sono) piuttosto di occuparsi del VERO marcio..