Capitan America: Il punto della situazione (1)

di Manuel 13

A Luglio si torna in trincea, sui campi di battaglia.

Ormai le notizie sono molte e preziose ma su tutti campeggia una cosa: Capitan America è pronto per tornare in grande stile.

Creato nel 1941 dall’inossidabile Stan Lee e dalla sua Marvel Comics, la Leggenda Vivente o più amichevolmente Cap è stato un combattente patriottico contro le forze dell’Asse durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, riciclato con scarso successo durante gli anni della Guerra Fredda, l’originale Steve Rogers venne recuperato negli anni ’60 ed inserito di diritto nel supergruppo dei Vendicatori.

Joe Johnson (Jurassic Park III, Hidalgo) è l’uomo che sta portando sugli schermi cinematografici di tutto il mondo le avventure classiche di Capitan America, l’eroe più patriottico che vi capiterà mai di vedere.

Creato dagli sforzi di Marvel Studios e Paramount Picture, The First Avenger: Capitan America (ribattezzato The First Avenger in alcuni paesi del mondo per l’inconveniente del termine America nel titolo) si prepara a mostrare un diverso punto di vista del Secondo conflitto mondiale unendo il supereroistico ai film di guerra a cui molti registi ci avevano ben abituato in passato.

Nelle vesti di Cap troviamo il florido Chris Evans, non nuovo a superheroistic production (già Torcia Umana nel film dei Fantastici Quattro e Lucas Lee nel film Scott Pilgrim Vs. The World).

Cap (Chris Evans) e Bucky (Sebastian Stan) nell'Europa in guerra

Il prode ragazzo, come nel fumetto, da smagrito e inoffensivo ragazzo di città, verrà indotto con il siero del supersoldato e diventerà il simbolo ispiratore della nazione americana nel conflitto contro le forze di Hitler e di numerosi altri personaggi rappresentati nel fumetto originale.

Troviamo quindi nell’Europa dilaniata dai mortai e dalle bombe il gerarca nazista Johann Schmidt alla ricerca di un manufatto extradimensionale in grado di rovesciare le sorti della guerra, dietro il volto dell’attore che lo interpreta, Hugo Weaving (Matrix, Lord of The Ring), si nasconde però un volto scarnificato e rosso che autorizza i suoi sottoposti a chiamarlo “Teschio Rosso”.

Red Skull (Hugo Weaving) con il cubo di cui è alla disperata ricerca

Accanto al folle nazista uno scienziato genetista interpretato da Toby Jones (la voce originale di Dobby in Harry Potter) c’è Arnim Zola, altrettanto folle e pericoloso.

Cap però non combatte da solo, Sebastian Stan (Gossip Girl) incarna l’opposto prototipo della gioventù hitleriana, il giovane Bucky, spalla di Cap nelle missioni più difficili con cui condividerà anche l’insolito destino.

Bucky (Sebastian Stan) in azione con un fucile di precisione

Accanto a questo duo ruotano i volti di Tommy Lee Jone (Men in Black, No Old Man’s Land) nella divisa del colonnello americano Chester Phillips e Dominic Cooper (Mamma Mia!) nel ruolo di Howard Stark, soldato che fonderà le imprese Stark e avrà come figlio un certo Tony Stark alias Iron Man.

Concludono l’ottimo cast JJ Field (The Last Vampire, Centurion) che interpreta Union Jack, supereroe appartenente all’alleanza britannica, Hayley Atwell che interpreta l’alleata Peggy Carter e Stanley Tucci che interpreta il creatore di Cap, lo scienziato Abraham Erskine.

Il colonnello Chester Phillips (Tommy Lee Jones

Particolari molto interessanti, oltre all’evidente curiosità di vedere come si fonderanno questi due generi relativamente distanti tra loro è la possibilità di vedere all’opera le forze del futuro S.H.I.E.L.D. guidato da Nick Fury (interpretato nella parte ambientata nel presente da Samuel L. Jackson) e della controparte avversaria, nota molto per essere l’organizzazione incontrasto con Cap stesso: l’Hydra guidata da Schmidt e dai suoi pericolosi sottoufficiali.

La realizzazione del lungometraggio si attesta senz’altro ad ottimi livelli, se c’è una cosa che Marvel Studios è stata in grado di fare in questi ultimi anni con le ultime produzioni legate alle loro creature di carta è proprio d’aver reso giustizia allo stile originale delle opere, seppur con qualche problema di percorso (vedi: L’incredibile Hulk).

Da un punto di vista personale è innegabile storcere il naso di fronte ad una produzione con tanti nomi celebri di Hollywood e dintorni riuniti sotto un regista che non ha mai brillato di luce propria, le promesse per un’ottimo prodotto però ci sono tutte, bisogna solo pazientare e vedere.

Le forze dell'Hydra

Menzione a parte va fatta per Chris Evans / Capitan America che ha già firmato un accordo per apparire nel crossover de I Vendicatori sotto l’abile regia di Joss Whedon e un possibile sequel di questo film, stavolta ambientato ai giorni nostri e non più in territorio bellico.

Personalmente parlando, il film mi incuriosisce alquanto, a differenza di Thor (che uscirà ad Aprile da noi) che non mi ha mai attirato come personaggio l’opera messa su da Johnson è affascinante e, si spera, manterrà livelli di qualità delle pellicole di Iron Man (non con la stessa ironia, spero, altrimenti chi li sente i veterani della WWII).

Cap inizierà a sparare le sue munizioni il 22 luglio in America e il 27 Luglio in altri paesi tra cui l’Italia.

[Fonte & Immagini | Badtaste]

[Trailer Ufficiale | Trailer Addict]

  • Treuga87

    Sar ma a vedere queste immagini del film mi viene in mente un certo filminio, si chiama “Bastardi senza gloria”…

    Sarebbe una cosa interessante se fosse lui a dirigerlo :)

    • Majin_Manuel86

      Dio ce ne scampi da Tarantino alla regia di un film di supereroi! Sarebbe pi indicato per un film tratto da qualche opera minore ma i Marvel sotto la sua regia sarebbe una cosa tremenda!

  • mikelegold

    :devil: sarebbe moooooooooooooooooltooooo interessante!!!

  • jocker90

    la domanda sorge spontanea, perch usare chris evans come Cap, che lo stesso attore che fa la torcia umana? Vuol dire che se fanno il film degli Avengers, dovranno cambiare uno dei due attori e allora viene fuori un po una cagata.
    E poi sinceramente per Cap ci vorrembe un attore pi sullo stampo superman non uno come evans.

    • Manuel

      Chris Evans non far pi la Torcia Umana, semplice ^_^

      Peraltro i F4 non appariranno nel film dei Vendicatori, il loro rilancio atteso l’anno successivo il film dei Vendicatori (2013)

      • jocker90

        Ora tutto quadra!
        Anche se diciamo che non mai bello quando cambiano gli attori, infatti mi rimasto ancora di traverso tutti i casini usciti fuori con il cast di spiderman

      • Manuel

        Tieni conto che da quando entrata in scena Marvel Movies, gli studi di produzione cercano di creare sempre un equilibrio tra tutte le pellicole.

        Proprio per questo stanno cercando di “resettare” tutti i personaggi Marvel per poterli sfruttare anche in film “crossover” come per l’appunto i vendicatori.

        Lo stesso sar fatto sicuramente con Spiderman e con i F4

  • GILA

    a m piaciuto hidalgo spero sia bravo

  • Ringo90

    Io sono sostanzialmente d’accordo con Joker90, condividendo buona parte di ci che ha espresso. Analogamente, nella stessa misura, credo che non sia plausibile, che non sia coerente, appropriato e non indissolubilmente motivo di successo che uno stesso attore interpreti due personaggi/supereroi marvel diversi, totalmente. Insomma, in fin dei conti, far interpretare da uno stesso attore (in questo caso Chris Evans) due supereroi marvel differenti non mi convince, stona un p. Ritengo, invece, pi coerente e appropriato che ogni attore diverso interpreti non pi supereroi diversi, bens un solo personaggio per il quale viene giustamente riconosciuto. E indipendentemente dal fatto che Evans sia un bravo attore o no.

    • Majin_Manuel86

      Posso condividere il disappunto ma….ci che stato in passato NON SARA’ pi nel presente e nel futuro.

      I Fantastici 4 erano della Fox, i nuovi fantastici 4 saranno della Paramount ergo molto probabilmente nessuno degli attori presenti prima sar nuovamente riscritturato.

      La fase di transizione tra i vecchi film Marvel e quelli nuovi iniziata da Iron Man (in realt gi da Blade 3) e proseguir riproponendo tutti i personaggi che gi avevano avuto collocazione filmica.
      Eccezion fatta per Ghost Rider, tutti gli altri personaggi saranno interpretati da attori diversi.

  • Ma quindi il film sar prevalentemente ambientato nel ’45?

    • Manuel

      Prevalentemente si ma ci saranno parti nel presente con lo SHIELD che recupera Cap ibernato.

  • Dinko

    Sembra una figata! Per fare un mio personale confronto in fattori di aspettativa sulle due prossime pellicole: thor e cap america: il secondo mi ispira molto pi del primo. I personaggi devono avere dei costumi fighi e quello di thor non granch. Mi sa che lo stanno indirizzando pi verso un mondo dove prevale un’altra-scienza che un mondo mitologico-fantasy come dovrebbe.