C4DTeam, quando passione e bravura si incontrano

di shikaku 6


Come vi avevo già accennato nella notizia sulle novità dell’animazione in casa Mediaset, Goldrake è certamente uno dei punti di riferimento per gli appassionati di “cartoni giapponesi” di vecchia data, quantomeno qui in Italia: è stato, infatti,  il primo vero e grande successo degli anime nel nostro Paese ed ha avuto un’influenza tale non solo nel mondo dei media, ma è divenuto un vero e proprio fenomeno sociale suscitando dibattiti in televisione, arringhe ed invettive della carta stampata e addirittura interrogazioni parlamentari. Questo ci aiuta a capire come, a distanza di anni dalla sua trasmissione, tante persone siano ancora oggi molto legate a questo prodotto che in effetti solo da noi, in Francia e qualche altro Paese ha conosciuto una fama di tale portata, mentre basti pensare che negli Stati Uniti questa serie è passata praticamente inosservata al punto che, dei 74 episodi che costituiscono questo titolo, solo 26 ne sono stati trasmessi prima di essere cancellato dai palinsesti.

Vi chiederete perché sono ancora qui a parlare di Ufo Robot, o meglio di Grendizer, questo il suo vero titolo, ma il fatto è che mentre cercavo riscontri della scorsa notizia mi sono imbattuto in un video creato da un certo C4DTeam che mi ha incuriosito molto. Da quello che si poteva intuire dal contesto in cui si trovava si sarebbe dovuto trattare di una creazione di un gruppo di fan per cui non mi aspettavo più di tanto, ma ho dato comunque uno sguardo perché si sa che spesso passione e impegno riescono a dare risultati ben più apprezzabili di produzioni con grossi mezzi e grossi budget. Quello a cui mi sono trovato di fronte è stato però qualcosa di incredibile: un’animazione tridimensionale che farebbe invidia anche alle grandi produzioni hollywoodiane e, a differenza di quest’ultime però, un certo rispetto per l’opera originale che si nota nella cura dei dettagli nel tentativo di ridare vita a uno dei “robottoni” più amati.

Se non li conoscete già, vi mostro ora un loro lavoro con protagonista il Grendizer, un video creato per un’occasione particolare: il trentennale della trasmissione dell’anime sulla “seconda rete” italiana. Il corto, prodotto in collaborazione con UFORobots.net e l’Area Japan del Lucca Comics & Games fu trasmesso nel 2008 durante la fiera ed è per questo che potremo vedere il principe Duke Fleed pilotare il suo Grendizer e combattere la flotta di Vega nientemeno che fra i cieli della nostra Lucca! Si tratta di un misto di animazione 3D e riprese dal vivo che creano un piccolo gioiello d’animazione:

Veramente d’effetto no? Ma chi sono questi geni?
Beh il C4DTeam è un gruppo di ragazzi “appassionati amanti della fantascienza e dell’animazione 3D”, come loro stessi si definiscono in una pagina del loro sito. Hanno iniziato 6 anni fa coltivando un interesse e sono riusciti a renderlo una piccola realtà lavorativa realizzando vari progetti anche per importanti aziende. Tutto questo però non li ha sottratti ai loro progetti personali come il SRP (Super Robot Project) nell’ambito del quale si inserisce per l’appunto il video che vi ho mostrato poco prima e il più recente movie test intitolato: Grendizer Arch Enemy. Dal punto di vista tecnico c’è stato un notevole passo avanti, nella costruzione dei personaggi, nelle animazioni dei movimenti, ora molto più “realistici”, e anche una maggior dinamicità delle scene di azione. Molto azzeccate anche le musiche realizzate ad hoc per il trailer a sottolineare quanto questo gruppo nel suo piccolo riesca ad essere completo e a realizzare prodotti di una certa qualità. Vi lascio al loro ultimo lavoro e alla speranza che continuino a regalarci progetti di questo genere o magari, sognando in grande, che qualcuno si accorga di loro e li contatti per realizzare qualcosa di più grande visto che se lo meritano ampiamente per le capacità che hanno dimostrato di avere e perché sarei proprio curioso di vedere un intero live-action ispirato a questo “robottone”, fatto però con lo spirito degli appassionati e non con quello di chi pur bravo lo fa comunque solo per mestiere. Bando alle ciance. Ecco a voi il video:

Allora? Li conoscevate? Che ve ne pare?