BEFORE WATCHMEN, novità in casa DC

di bila85 9

La notizia iniziata a trapelare qualche giorno fa è oggi ufficiale, la famosissima graphic novel “Watchmen” (di Alan Moore e Dave Gibbons), scritta tra il 1986 e il 1987, avrà un seguito, o meglio un Prequel.

Questa è la versione ufficiale della Dc Comics, che ha annunciato l’uscita della saga per la prossima estate; la Saga, intitolata Before WatchmenIt’s not the end of the world. It’s the beginning (come appare al centro della home page del sito di casa DC), sarà composta da 7 miniserie, dedicate ognuna ad un diverso personaggio. La serie vedrà al lavoro molti artisti di punta di casa Dc e accompagnerà i lettori per 35 settimane.

La composizione di BEFORE WATCHMEN dovrebbe essere la seguente:

RORSCHACH (4 volumi) – Storia: Brian Azzarello. Disegni: Lee Bermejo

MINUTEMEN (6 volumi) – Storia / Disegni: Darwyn Cooke

COMEDIAN (6 volumi) – Storia: Brian Azzarello. Disegni: J.G. Jones

DR. MANHATTAN (4 volumi) – Storia: J. Michael Straczynski. Disegni: Adam Hughes

NITE OWL (4 volumi) – Storia: J. Michael Straczynski. Disegni: Andy e Joe Kubert

OZYMANDIAS (6 volumi) – Storia: Len Wein. Disegni: Jae Lee

SILK SPECTRE (4 volumi) – Storia: Darwyn Cooke. Disegni: Amanda Conner

Gli albi che compongono le miniseries avranno un’uscita a cadenza settimanale, e conterranno anche 2 pagine di una storia intitolata: CURSE OF THE CRIMSON CORSAIR (la maledizione del corsaro cremisi); storia scritta da Len Wein (supervisore della serie originale di Watchmen)con le tavole di John Higgins ( colorist per Watchmen). Per ultimo ci sarà anche un singolo numero intitolato: BEFORE WATCHMEN: Epilogo, che conterrà i lavori di vari scrittori e disegnatori, compresa un’intera storia del Corsaro Cremisi.


Dave Gibbons, disegnatore originale della serie, ha fatto sapere di aver “apprezzato i motivi dell’iniziativa della Dc comics e il desiderio degli artisti coinvolti di rendere omaggio al lavoro originale”; ha poi augurato alla nuova serie “di avere il successo che merita”.

Se questo era il suono della campana di Gibbons, di tutt’altro suono è quella di Alan Moore (neanche troppo strano a dirsi) che ha liquidato l’argomento in questo modo:

“Vedo questo  progetto come  una ulteriore conferma al fatto che, apparentemente, siano ancora dipendenti da una idea che io ho avuto 25 anni fa. Questo non significa che voglia dei soldi. Quello che in realtà voglio è che vorrei che queste cose non accadessero. Per quanto mi ricordi non ci sono stati molti sequel o prequel a Moby Dick.”

Alan Moore. Diretto come sempre.

Posso solo dirvi che ci toccherà attendere questa estate, questa infatti è la data più “precisa” che abbiamo a disposizione.

Vi saluto lasciandovi con una galleria che comprende le copertine delle uscite di BEFORE WATCHMEN.

Aspetto i vostri pareri sulla notizia.

[ Fonte | Dc comics ]

[ Fonte | Ign Comics ]

[ Fonte | Comic Book Resources ]

  • Fabius Bile

    Alan Moore ha detto semplicemente la verit, come col cinema, quando sono a corto d’idee, tirano fuori solo sequel, prequel e rebbot.

    Spero che non sia solo una commercialata (anche se i nomi tirati in ballo sono di primo piano), per la mancanza del team originale dal proggetto, non mi fa ben sperare.

    • bila85

      capisco quello che dici e lo condivido. Il team originale non avrebbe mai preso parte, cio forse Gibbons s, ma ci troviamo di fronte ad una mole troppo grossa di lavoro (watchmen sono stati solo 12 albi), mentre Moore non avrebbe mai fatto una cosa del genere, (probabilmente) uno dei migliori, se non il migliore scrittore di comics in circolazione, ma molto conservatore su queste cose. Non di certo uno sbaglio, ma dovrebbe accettare il beneficio del dubbio…si dovrebbe essere innocenti fino a prova contraria :biggrin:

  • Moore un grande ma anche esageratamente eccentrico. Un seguito non lo avrebbe mai fatto anche perch ha chiaramente detto di non voler pi lavorare con DC e Marvel. Gioca anche molto sulla sua follia in modo tale da risultare ancora pi prezioso ogni suo lavoro
    mi dispiace molto che il volume su cui lavorano tutti e due i kubert sia quello sul personaggio che meno mi interessa ma di sicuro sar mio insieme a quello su Rorschach

    • Quello che dici vero ma a prescindere dai rapporti di Moore con DC e Marvel alcune opere uniche sarebbe meglio restassero tali.
      Personalmente ritengo di aver visto tutto quel che c’era da vedere su questi personaggi in quanto, pensati per una grafic novel fatta e compiuta, venne all’epoca narrato tutto ci che serviva saper per caratterizzarli.
      Mettere poi 5 scrittori diversi (e uno basterebbe gi) a scrivere storie di personaggi che non hanno inventato rischia di creare caratterizzazioni non fedeli agli originali, portando un’opera coma Watchmen al livello del pi banale dei comics.
      Per queste ragioni al momento non vedo validi motivi per acquistare questi albi.

  • Fabius Bile

    Comunque sia, credo che li prender tutti, ovviamente quando usciranno in italiano.

  • Jacopo

    La questione complessa, ma riassumo cos: se fanno un buon lavoro, ok, altrimente insudiciano un capolavoro macchiando se stessi di vergogna. una scommessa pericolosa, davvero pericolosa.
    Per quanto riguarda il dissenso di Moore, conoscendo come la pensa l’uomo, credo sia prevedibile e accettabile il suo parere. E questo, mi va di sottolinearlo, riguarda i fini del progetto: far soldi.
    E io condivido questa sua disapprovazione. Sta di fatto per che se i mezzi sono buoni e il lavoro esce bene, non mi esimer dal comprarlo solo perch una commercialata.

  • bila85

    faccio il maligno:
    Secondo me ci avevano pensato da un po’, ma aspettavano di lanciare il nuovo logo per poter rendere il tutto ancora pi “commerciale”

  • Fabius Bile

    Il nuovo logo fa veramente schifo, invece le copertine suno molto belle.

  • Chris07

    Per quanto l’idea di rivedere alcuni dei personaggi di Watchmen sia esaltante, soprattutto se affidati alle cure di autori del genere, penso che l’idea di Moore sia totalmente condivisibile.
    Inoltre qualcuno pensa davvero che questi nuovi prequel possano anche lontanamente avvicinarsi a quello che fu Watchman(e che tutt’ora )??
    Certe opere dovrebbero rimanere cos come sono, senza prequel,sequel reboot e affini, soprattutto se si parla di opere di Moore che per quanto sia megalomane e borioso indubbiamente uno dei pi grandi geni fumettistici del pianeta.
    Purtroppo alle case editrici pi che la qualit in se di cio che producono interessa guadagnare il massimo possibile da ogni opera, con questo non voglio dire che questi albi saranno pessimi, anzi magari visti gli autori usciranno anche delle belle storie ma il punto che alla Dc questo non interessa a mio parere, perch il 90% di noi (me compreso probabilmente) solo per il fatto che c’ Watchmen di mezzo li compreranno, e la Dc ha ideato questi Prequel basandosi solo su questo