Battle Angel Alita: Last Order e altri nuovi titoli per Evening della Kodansha

di Silvia Letizia Commenta

Evening è il titolo di una rivista quindicinale della Kodansha di genere Seinen, destinata cioè a un pubblico prettamente maschile e maggiorenne, una porzione piuttosto abbondante della popolazione giapponese, fino a coinvolgere professionisti ultraquarantenni, e caratterizzato da storie coinvolgenti e dal forte impatto emotivo, a volte anche a discapito dell’azione.

Sul quinto numero di quest’anno della rivista sono state annunciate alcune new entry che andranno, nei prossimi mesi, a far parte della scuderia Kodansha. Tra questi, Battle Angel Alita: Last Order (GUNNM: Last Order) di Yukito Kishiro, la cui pubblicazione è prevista per marzo.

Avevamo già parlato dei dissidi tra Kishiro stesso e la rivista Ultra Jump della Shueisha, casa editrice che aveva ospitato non soltanto Last Order, ma anche la serie originale di Alita e i relativi spin-off.

Kishiro aveva annunciato lo scorso agosto la propria intenzione trasferire la pubblicazione del manga dalla casa editrice Shueisha alla Kodansha e così ha fatto. Dopo un periodo di pausa sembra che la pubblicazione della seconda serie Alita possa riprendere dal punto dove era stata interrotta.

Altre novità per quanto riguarda Evening saranno, per il sesto numero della rivista, il manga di Kentarō Okamoto Sanzoku Diary: Real Ryōshi Funtō-ki, una realizzazione grafica del suo diario personale, seguito da Japonica no Arukikata di Yuriko Nishiyama (autrice di Harlem Beat).
Il nono numero di quest’anno di Evening vedrà la pubblicazione di Itoshi no Mūko di Takayuki Mizushina (autore di Kemono to ChatParlare con le creature). Il decimo darà il benvenuto a un nuovo manga di Mieko Ōsaka, provvisoriamente intitolato Ikumen, mentre l’autore di Neko Rame, Kenji Sonishi, farà la sua apparizione sull’undicesimo numero con Shinkai Manga Kurage-chan. Per finire, l’ultimo titolo annunciato è, per il dodicesimo numero di Evening, Hitsuji no Ki, di Tatsuhiko Yamakami e Mikio Igarashi (vincitrice, nel 1988, del Kodansha Manga Award per la sua serie di maggior successo Bonobono).

Fonti [animenewsnetwork, wikipedia]