Award of Merit al Tokyo Anime Fair 2011

di shikaku Commenta

Mentre dagli Stati Uniti sono state annunciate recentemente le nomination agli Oscar di quest’anno dal fronte opposto, in Giappone, invece arrivano notizie sui vincitori dell’annuale Award of Merit nell’ambito del Tokyo International Anime Fair. Una premiazione nata nel 2005 e che si è subito imposta come importante riconoscimento nel mondo dell’animazione per tutti quelli che hanno contribuito con spirito pionieristico allo sviluppo e alla diffusione degli anime nell’ambito della realizzazione, della formazione e delle divulgazione di questi prodotti. La cerimonia di premiazione avverrà durante il Tokyo Anime Fair che si svolgerà al centro eventi Tokyo Big Sight dal 24 al 27 marzo e quest’anno si sono distinti in particolar modo moltissimi staffer dello studio Toei Animation (One Piece, Dragon Ball, Ken il Guerriero, I Cavalieri dello Zodiaco e chi più ne ha più ne metta). Ma vediamo prima la lista dei riconoscimenti nelle relative categorie.

Produttore
Takeshi Ariga (Toei)

Sceneggiatore
Shun’ichi Yumkimuro (Toei)

Science-Fiction Researcher
Takumi Shibano

Regista
Tomoharu Katsumata (Toei)

Character Designer/Direttore dell’animazione
Shingo Araki

Direttore artistico
Mataji Urata (Toei)

Tecnico audio
Hiromi Kanbara (Toei)

Editor
Yutaka Chikura (Toei)

Doppiatori
Midori Kato
Ichirô Nagai
Miyoko Asou
Takako Sasuga

Al di là dello strapotere Toei è da notare innanzitutto il riconoscimento a quello che considero un vero artista: Shingo Araki, character designer di serie notevoli come Lady Oscar e soprattutto I Cavalieri dello Zodiaco (non so voi ma preferisco molto più il tratto di Araki che quello originale di Kurumada). Questo vecchietto dunque all’età di 72 anni meritava davvero un riconoscimento per i suoi meriti nel campo del character design anche se va ricordato che a breve debutterà come mangaka per una rivista francese che fa da contenitore ad alcune serie disegnate appositamente per il mercato francese da autori giapponesi.

Menzione speciale merita invece il premio della categoria “Science-Fiction Researcher” introdotta per la prima volta, o per meglio dire istituita appositamente, quest’anno per omaggiare la memoria di un importate autore ed traduttore come Takumi Shibano scomparso proprio all’inizio del 2010 all’età di 83 anni. La sua attività non è stata solo legata al mondo dell’animazione anzi, era principalmente un traduttore e un autore di romanzi e racconti fantascientifici. Ha contribuito dunque alla diffusione di questo genere in Giappone e in quanto esperto ha collaborato alla realizzazione di molti anime proprio nel ruolo di “Science-fiction Researcher” con lo pseudonimo di Rei Koizumi.

A limitare l’imbarazzante strapotere della Toei ci pensano i quattro premiati nella categoria doppiatori, tutti provenienti dal cast dell’anime Sazae-san. Si tratta di un titolo che pur non essendo mai arrivato in Italia non credo sia ignoto agli appassionati del settore visto che stiamo parlando della serie animata più longeva che ci sia in circolazione. Dal 1969 racconta in chiave umoristica la società giapponese dal dopoguerra ad oggi restando sempre in testa alle classifiche di audience, quantomeno tra gli anime, insomma, mutata mutandis, sono un po’ i Simpson giapponesi.

Oltre agli Award of Merit vi ricordo che ci sarà anche la premiazione per gli anime dell’anno i tokyo Anime Awards, ma l’aria di festa di questa fiera però ha dovuto fare i conti con una serie di problemi legati alla protesta delle aziende del settore contro il decreto del Governo di Tokyo di cui parlammo tempo fa; proteste di cui parlerò a breve.

Fonte [animenewsnetwork]