Daredevil – Archivi Marvel (7)

di Manuel 5

[Settimo appuntamento, stavolta dedicato al supereroe senza paura, lo Scavezzacollo (come rinominato da Leo Ortolani per il suo Rat-Man ma anche perché DareDevil vuol dire proprio scavezzacollo), l’uomo senza paura e senza vista: Daredevil!]

La vita dura in un quartiere non certo brillante e pulito come Hell’s Kitchen.

Un padre che per quanto amorevole è poco presente nella vita di un ragazzo fragile e bistrattato dai coetanei e dai bulletti in generis.

E lo smacco peggiore di tutti: perdere l’uso della vista a causa di un incidente. Diventare cieco in un mondo ostile.

Ma alla fine risalire la cresta, diventare un avvocato di fama, diventare un uomo brillante e generoso, diventare perfino un vigilante, insomma diventare DareDevil! Il Diavolo Scarlatto è tra noi ed è il più crudele supereroe Marvel abbiate mai conosciuto.

I primi anni

Matthew Michael Murdock nasce a New York e fin dai primi anni, rimasto orfano di madre, si trasferisce con il padre Jack Murdock nel fatiscente quartiere di Hell’s Kitchen, un luogo già “bizzarro” per il nome che diventa anche peggio quando ci si vive. Matt studia mentre il padre Jack è un pugile professionista, onesto nel suo lavoro ma tremendamente sfortunato negli incontri.

I primi anni scolastici Matt li affronta in malomodo: i bulletti lo istigano e fare rissa ed il giovane Matt spinto dal padre che non vuole che lui usi i pugni nella vita, non si ribella ne si difende e continua a prenderle di santa ragione.

La vita subisce il più grosso tracollo il giorno in cui Matt, rientrando da scuola vede un cieco attraversare la strada ed un camion con un autista distratto che lo sta per investire, Matt soccorre l’uomo e lo salva ma il camion sbanda e il suo contenuto viene rilasciato dritto in faccia al giovane Murdock: il camion trasportava liquidi tossici.

Matt vede per l’ultima volta.

In ospedale i medici capiscono di non poter far più nulla per gli occhi del ragazzo: la cornea e tutto il nervo ottico sono irrimediabilmente bruciati ed il medico curante non può che rivelare al padre ed al giovane ragazzo che la cecità completa è inevitabile.

Ma fin da subito Matt capisce che non è tutto perduto, venuto a contatto con dei liquidi sconosciuti, Matt ha sì perso la vista ma sente anche affinati e perfezionati tutti gli altri sensi, soprattutto l’udito che gli permette di visualizzare mentalmente una mappatura dell’ambiente che lo circonda grazie all’infrangersi dell’onda sonora sui diversi materiali.

Stick, il mentore cieco di Matt Murdock

Tornato alla vita di tutti i giorni il ragazzo viene a contatto con un altro non-vedente di nome Stick. L’uomo è un maestro delle arti marziali che fin dalla nascita ha subìto il fardello della cecità, prende sotto la sua ala il giovane Matt e gli insegna la vita di un cieco con qualche spruzzata di arti marziali acrobatiche.

Al giovane ragazzo le lezioni piacciono molto tanto che inizia a condurre due vite distinte: in una è un bravo e studioso ragazzo colpito da una privazione visiva, nell’altra è un ragazzo che si allena duramente nelle arti marziali e non manca di vendicarsi dei bulletti che in passato (e anche ora) tentano di prendersi gioco di lui.

Il diavolo di Hell’s Kitchen

Il padre intanto continua una traballante carriera nel pugilato sub-urbano di New York, il suo manager è Fixer (Roscoe Sweeny) un malavitoso impegnato nelle scommesse clandestine sugli incontri sportivi.

Il padre di Matt, in una cover dedicata alla sua vita

Un giorno Fixer pone l’ultimatum a Jack Murdock: perdere l’incontro per sistemarsi economicamente con il figlio cieco.

Jack ha l’opportunità di uscire dal mondo della boxe e di sistemarsi con il figliolo ma spinto dallo stesso Matt per un motivo di orgoglio, non va al tappeto e sconfigge il suo avversario sul ring, condannandosi a morte.

La notte stessa Jack viene raggiunto dal braccio destro di Fixer, Slade e viene ucciso, lasciando Matt solo al mondo.

Matthew Murdock dopo aver seppellito il padre scopre che la polizia non può incastrare Fixer per l’omicidio e l’assassinio rimane senza colpevoli, disgustato dal fallimento del sistema giudiziario, Matt inizia a preparare un costume con il quale celarsi nell’ombra e nel tempo stesso incutere paura nei criminali, assume il ruolo di Devil e cerca i responsabili della morte del padre.

L'originale Devil in costume giallo e rosso

Nonostante la sua età giovane, Matt sconfigge in combattimento Slade nei panni di Devil poi insegue Fixer in una stazione della metropolitana e lo spaventa a tal punto da portarlo ad infarto, morto Fixer il diavolo si ritira e diventa una leggenda di Hell’s Kitchen.

Nelson & Murdock  – Studio Legale

Matt continua gli allenamenti e diventa un liceale, la scuola è cambiata ed anche gli studenti, il ragazzo fa amicizia con un ragazzo che diventerà inseparabile Franklin Nelson detto Foggy e incontrerà l’amore della sua vita: una ragazza greca, figlia dell’ambasciatore greco: Elektra (Elektra Natchios).

La storia con la donna è frenetica e passionale, entrambi agili ed incredibilmente forti si dividono i tetti ed i percorsi di Hell’s Kitchen e si fermano solo per concedersi un attimo di passione irrefrenabile.

Matt Murdock e Foggy Nelson

Dopo la morte del padre di Elektra, la ragazza parte per il Giappone lasciando Matt che prosegue gli studi fino a laurearsi insieme a Foggy in giurisprudenza.

Viene subito aperto l’ufficio legale Nelson & Murdock dove i due esercitano la professione di avvocati, a far loro da segretaria c’è la giovane Karen Page di cui entrambi sono innamorati persi (Karen però preferirà Matt).

Dopo alcune arringhe e verdetti Matt comprende che la corruzione ha raggiunto le aule di giustizie e moltissimi stupratori e malavitosi rimangono liberi dopo un processo condotto senza apparente prove di innocenza a loro carico, Matt ritorna quindi in possesso del suo vecchio costume, lo adatta (realizzato interamente da lui dirà alcuni anni più avanti “Dio solo sa come mi sta addosso!”) e ritorna ad essere Devil.

Di giorno, avvocato a difesa degli innocenti di Hell’s Kitchen, di notte brutale e violento vigilante che punisce i criminali sfuggiti alla giustizia.

Avversari & Alleati

La vita come Devil porta Matt a confrontarsi presto con la peggiore criminalità non solo del quartiere Hell’s Kitchen ma di tutta New York, intrecca le “spade” con il criminale mutante Gufo (Leland Owlsley), il tecnologico Stilt-Man (Wilbur Day) e con il trio di criminali noti come “I duri” (Montana, Bue e Fancy Dan), tutto questo lo porterà ad intrecciarsi spesso con un altro super-eroe nazionale, l’uomo-ragno (Peter Parker) con il quale condividerà oltre i supercriminali, anche alcune avventure. La coppia diventerà talmente affiatata che successivamente si riveleranno la loro identità segreta reciprocamente.

Devil cambia status simbolico dopo una lotta contro Namor il Sub-Mariner, il suo costume da giallo-rosso passa ad un rosso sangue ed il suo nominativo di “Diavolo” diventa ancor più meritato.

Anche per le relazioni sentimentali c’è aria di cambiamenti: fidanzatosi con Karen Page non riuscirà a nasconderle la verità su Devil: dopo la rivelazione per tutelare il suo amato e se stessa la segretaria dello studio legale abbandonerà il gruppo per cambiare vita.

Matt distrutto sentimentalmente continua la sua lotta al crimine ma incappa nella spia-sovietica Vedova Nera (Natalia Romanova) di cui si innamora a tal punto da seguirla, dopo averla “redenta” dal suo ruolo di spia nemica verso San Francisco.

Matt lascerà quindi lo studio legale e si sposterà nella costa Ovest degli Stati Uniti ma ritornerà dopo poco tempo a causa del suo ruolo “ridimensionato” di Vigilante al soldo della Vedova Nera.

Convinto di non poter essere d’aiuto e di essere solo la spalla della donna, Devil ritorna ad Hell’s Kitchen per affrontare la più dura delle sue sfide.

Kingpin

Abituato ai criminali di strada o ai piccoli imprenditori disonesti che possono reclutare supercriminali, Devil si ritrova nuovamente ad Hell’s Kitchen per combattere il potentissimo Zar del Crimine, Kingpin (Wilson Fisk) un nemico giurato dell’uomo-ragno ma intenzionato a mettere le mani sul quartiere tutelato dal diavolo rosso.

Wilson Fisk è Kingpin, lo zar del crimine

Il Kingpin è solo il nome con cui i 200 chili di Wilson Fisk gestiscono la criminalità organizzata di quasi tutta New York, l’uomo comincia a diventare una vera spina nel fianco del diavolo tanto da sottoporgli due assassini che costruiranno assieme a Devil la loro indiscutibile fama: Bullseye (Sheldon Pendergrass) ed una vecchia conoscenza di Matt, Elektra.

Con la sua ricomparsa iniziano ad affluire ad Hell’s Kitchen (e nelle storie) le filosofie ed i clan ninja dell’estremo oriente, riappare il nome di Stick che ha guidato il gruppo ninja dei Casti e il loro clan rivale, La setta della Mano di cui Elektra è formalmente un’appartenente.

Dopo aver ucciso il suo maestro Elektra ha infatto abbandonato ogni via spirituale e si è data all’omicidio su commissione.

Kingpin per lei aveva preparato l’omicidio di Foggy e di Murdock, dopo aver scoperto la verità Elektra si rifiutò di uccidere gli avvocati ma concentrò le sue energie sul rosso giustiziere di Hell’s Kitchen.

Dopo numerosi scontri e macchinazioni, Elektra scopre la verità su DareDevil e combatte al suo fianco, purtroppo per poco tempo: Bullseye assoldato dal Kingpin per lo stesso motivo, elimina l’assassina con uno dei suoi stessi Sai da combattimento.

L'epilogo della "prima" vita di Elektra

Come se la perdita dell’amata non fosse sufficiente, Devil scopre che un reporter del Daily Bugle, incaricato da J. Jonah Jameson di indagare sul diavolo rosso ha scoperto l’identità segreta del vigilante.

Ben Urich però non rivela al mondo l’identità segreta del giustiziere di Hell’s Kitchen e si ripromette di mantenere segreta l’identità.

Devil intanto dopo aver assicurato Bullseye alla giustizia combatte contro La Mano che ha trafugato il corpo della loro assassina Elektra per farla risorgere, Devil riesce ad impedire il processo con l’aiuto di un ninja del clan “Casti” e lascia la salma dell’amata nelle mani di un misterioso ninja bianco.

Born Again

Sotto l’abilità di un autore come Frank Miller, la vita di Matt Murdock traballa e viene sgretolata nella saga Born Again.

Karen Page, pensando di fare una cosa buona e giusta ha abbandonato New York per tenere al sicuro Matt ed il suo segreto purtroppo il destino vuole che diventi una tossicodipendente dedita all’uso di eroina ed un’attrice di squallidi film porno.

Per comprarsi l’ennesima dose (per relativamente pochi soldi) vende il segreto di Matt al miglior offerente, l’uomo triplicando i suoi incassi rivende l’identità del diavolo rosso all’ultima persona che avrebbe dovuto saperlo: Kingpin.

Ha iniziato un climax di sofferenza e di desolazione per Matt che prima di tutto viene screditato dal suo lavoro d’avvocato poi viene lentamente condotto verso una spirale di pazzia, gli viene bruciata la casa, gli vengono aggrediti gli amici e viene del tutto disprezzata la sua attività di vigilantes.

Abbandonato definitivamente i panni di DareDevil, Matt rischia il suicidio e poi una morte accidentale a causa dell’ennesimo tentativo del Kingpin di umiliarlo, riesce a salvarsi per miracolo e viene soccorso da una suora della locale chiesa di Hell’s Kitchen che si rivela essere…sua madre, mai realmente morta e sempre rimasta vicina al suo piccolo Matt.

La cover di Born Again con Devil e Karen Page

Intanto Kingpin ingaggia diversi criminali per uccidere gli altri detentori del segreto di Matt Murdock: Karen Page, tornata ad Hell’s Kitchen per aiutare colui che ha tradito per debolezza, e Ben Urich invischiato peraltro in un articolo scottante sulle criminalità legate a Wilson Fisk.

Recuperato un malato mentale da un ospedale psichiatrico, Kingpin lo traveste da Devil e lo manda ad uccidere Foggy Nelson e Karen Page.

Il confronto con la madre e con la spiritualità intanto portano Matt a riconsiderare la sua vita e ripreso dall’apparente depressione, combatte ed elimina il malato mentale, ricongiungendosi con Karen e perdonandola per il suo errore.

Dopo un confronto terribile con un criminale militarmente potenziato, Nuke (Frank Simpson), Devil e il compagno di battaglia Capitan America (Steve Rogers) portano le prove inconfutabili della corruzione di Wilson Fisk al Daily Bugle, permettendo ad Urich di stroncare una carriera di filantropia a carico del Kingpin che comunque evita la galera e rimane pesantemente infangato dalla storia risultante.

Matt ritorna ad essere Devil e si fidanza ufficialmente con Karen Page, lasciando alle spalle la sua vita d’avvocato di successo.

Diavolo Custode

La vita di Matt acquista un nuovo spessore e il suo nuovo ruolo di difensore legale passa attraverso uno studio legale no-profit che tratta vittime di razzismo, prostituzione e altri casi nei quali le vittime non possono permettersi un difensore.

Dopo molte avventure (alcune mediocri, altre molto apprezzate), Matt e lo status di Devil sono del tutto ristabiliti.

Ripulita dalla droga e dal giro di pornografia, Karen scopre con orrore di aver contratto l’AIDS e lo nasconde al compagno supereroe spacciandolo per influenza e poi per polmonite.

La cover più famosa di Devil dedicata alla saga "Diavolo Custode"

Intanto Matt è impegnato duramente in un caso giudiziario che coinvolge un bambino tacciato d’essere il Nuovo Messia o l’Anticristo sceso sulla Terra per portare la distruzione, lo scontro con la fede di Matt porta poi al culmine la rivelazione della malattia mortale di Karen che muore per difendere il suo amato da una trappola di Bullseye.

Tra macchinazioni sottili e desideri antichi di vendetta ricompaiono nella vita del diavolo anche la Vedova Nera e l’uomo-ragno ed appare in uno dei suoi ultimi “show” il supercriminale Mysterio (Quentin Beck) a cui hanno diagnosticato un tumore al cervello inoperabile.

Alla fine della vicenda Matt riaprirà il centro con il collega Foggy, ingiustamente incriminato ed imprigionato durante gli eventi.

Due Devil

In seguito alle vicende di Diavolo Custode, Matt incontra numerosi volti nuovi (che contribuiranno ad resettare lo status del personaggio): la ragazza sorda EchoRonin (Maya Lopez) cpaace di replicare tutto ciò che vede e convinta che la morte del padre sia stata per mano di Devil e non di Wilson Fisk (che l’ha allevata come se fosse sua figlia) e Milla Donovan, una giovane ragazza cieca che arriverà a conquistare il cuore sia di Devil che di Matt portando il cieco avvocato di Hell’s Kitchen fin sull’altare.

Purtroppo, nonostante il potere di Fisk venga meno e il ruolo di Kingpin venga cancellato, le accuse di omicidi a carico di Devil non diminuiscono anzi, continuano ad aumentare.

Kingpin e Devil, nemici che conoscono le reali identità l'uno dell'altro

Inoltre cominciano a circolare le voci che Matt Murdock sia DareDevil ed infatti più di una volta l’avvocato è costretto a ritrattare pubblicamente l’identità, intanto però il ruolo di Devil diventa sempre più confinante con la criminalità: il diavolo infatti si prende il ruolo di Zar del Crimine e convince l’organizzazione criminale un tempo gestita dal Kingpin a lasciare perdere l’area di Hell’s Kitchen tuttavia Fisk sconfitto ma non morto dal carcere tuona di avere prove sul fatto che Devil e Murdock sono la stessa persona.

A scopo cautelare, Matt viene incarcerato nella prigione di Riker’s Island, divisione della ben più conosciuta Raft.

Per alcuni tempi infatti Matt rimane in carcere accanto a molti dei criminali che ha personalmente sbattuto in galera, come il gufo e l’uomo-porpora (Zebediah Killgrave) quest’ultimo un persuasore mentale in grado di far compiere qualunque cosa a qualunque persona, eccetto Devil che ne è immune.

Arriva Civil War nel mondo Marvel e il nuovo misterioso Devil deve far fronte alla guerra schierandosi contro l’atto di registrazione a causa dell’omicidio di Foggy Nelson per mani sconosciute (in realtà il Kingpin dalla sua prigione di villeggiatura), viene però incarcerato subito e condotto nella Zona Negativa, la dimensione scoperta da Mr. Fantastic (Reed Richards) ed utilizzata durante la guerra civile come centro di detenzione dei superumani non registrati.

Danny Rand nel costume di Devil

Approfittando del minor controllo su Matt Murdock, il Punitore (Frank Castle) penetra a Riker’s Island e fa evadere il vero Devil rivelandogli che il suo doppione in circolazione e detenuto nella zona negativa è il suo amico Iron Fist (Danny Rand) che ha impersonato Devil per scacciare ogni dubbio sulla reale identità del diavolo.

Ripromettendosi di liberarlo con l’aiuto degli altri ribelli, Matt corre in Europa alla ricerca di Alton Lennox, uno degli ex tirapiedi di Kingpin in cerca del mandante dell’omicidio di Foggy Nelson che si rivelerà essere Vanessa Fisk, la moglie di Kingpin.

Ritorna in America incastra Vanessa e riabbraccia la moglie Milla poi scopre, con somma sorpresa che l’FBI teneva sotto copertura Foggy Nelson per tendere una trappola alla moglie di Fisk.

Riabbracciato l’amico ritorna ad indossare il costume del Diavolo Rosso e si riunisce con Iron Fist ed altri detenuti liberati dalla zona Negativa nella grande guerra a New York dove la loro fazione, viene sconfitta e viene deposto Capitan America.

Secret Invasion & Il ritorno del Re

A Matt viene offerto un posto nelle file dei Nuovi Vendicatori ossia i Vendicatori segreti e non conforme l’Iniziativa di Iron Man (Tony Stark), Matt rifiuta il ruolo e lascia sia Iron Fist a prendere il suo posto.

Il destino gli gioca nuovamente una carta amara: il criminale Mister Fear (Larry Craston) famoso per l’uso di droghe sintetiche inocula un agente nocivo nel corpo di Milla Donovan e la costringe a compiere omicidi del quale non ha ricordo, viene incriminata e dopo una lotta con il criminale, Devil riesce a scagionare la moglie ma la verità lo prende in pieno come un treno merci: non esiste antidoto alla droga somministrata alla moglie, Matt è costretto ad internare Milla in una clinica psichiatrica e rimane solo con i sensi di colpa per tutto ciò che è accaduto.

La nuova assassina della Mano, Lady Bullseye

Combatte assieme agli supereroi nella battaglia di Central Park contro l’impero Skrull, segretamente infiltrato tra le fila dei superumani da anni (tra gli agenti dormienti c’è anche Elektra, resuscitata anni prima e sostituita dagli Skrull prima di assumere il controllo del clan La Mano).

Scongiurata l’invasione aliena, Matt viene intercettato dal nuovo killer della Mano, Lady Bullseye (Maki Matsumoto) che dopo aver ferito numerosi suoi compagni si confronta con lui e sconfitta, gli offre il ruolo di leader del clan ninja dopo la morte della falsa Elektra.

Al rifiuto di Matt, il clan cerca Wilson Fisk ritiratosi in Spagna dopo aver perso la nomea di Zar del Crimine in sostituzione di Hood (Parker Robbins). Dopo avergli ucciso la nuova famiglia Fisk viene convocato in America dove ha incontro con colui che la Mano sostiene aver commissionato l’omicidio: Devil in persona.

Sorprendentemente però Fisk e il suo acerrimo nemico non si combattono ma stringono un’alleanza per distruggere definitivamente la Mano.

Daredevil e Kingpin insieme in "Ritorno del re"

Purtroppo l’alleanza non dura molto: Wilson Fisk trama in segreto per prendere la leadership del clan ninja e per evitare che il gruppo diventi il nuovo impero di Fisk, prende direttamente lui la leadership del gruppo ed ordina che vengano allontanati dalla Mano sia Lady Bullseye che Wilson Fisk.

Per proteggere dunque i suoi cari (quelli rimasti vivi perlomeno) Matt si allontana da Hell’s Kitchen e prende posto sul trono de La Mano.

Shadowland

L’ultimo capitolo della vita di DareDevil (per ora) si chiama Shadowland e prende piede durante e dopo gli eventi del Dark Reign di Norman Osborn.

Durante la crisi oscura del mondo Marvel, DareDevil è stato l’obiettivo potenziale di Osborn che vedendolo come nuovo leader della Mano lo ha inserito nella sua lista di obiettivi da eliminare tuttavia il clan ninja ha difeso il suo capo, a costo di eliminare in maniera crudele gli agenti H.A.M.M.E.R. tuttavia la nuova politica di approccio ai criminali non dispiace a Matt Murdock che comincia a cambiare piano d’azione.

Ritornato ad Hell’s Kitchen costruisce un palazzo/tempio in stile giapponese laddove sorgeva un edificio distrutto da Bullseye durante gli eventi de La Lista, il luogo è una prigione per criminali ed il costume di Devil passa da rosso a nero a simboleggiare il suo cambio di stile nei confronti della criminalità.

ShadowLand, il Devil Nero si scatena

Infatti un ennesimo confronto con il criminale Bullseye finisce con l’uccisione di quest’ultimo sotto gli occhi atterriti del compagno di Devil, Luke Cage che assiste impotente all’uccisione del criminale con un Sai (nello stesso modo con cui Bullseye stesso aveva ucciso anni prima l’amata Elektra).

L’esclation di violenza per Devil è solo all’inizio e l’antico maestro Stick chiede aiuto all’assassina Elektra (salvata dopo l’invasione Skrull e tenuta in osservazione da Osborn durante il Dark Reign) per fermare La Mano e la corruzione di Matt Murdock che dipende da una particolare forma di possessione demoniaca.

Il resto lo lascio scoprire a voi…

  • Don Homer

    Evvai, uno dei miei supereroi preferiti !

  • Cluemice

    Mmm… un po’ di grammatica in pi non guasterebbe. Cavolo, perch non fare di tutto l’articolo una frase sola a questo punto, visto che unisci in un solo periodo dio sa quante proposizioni!

    • Manuel

      Ci star pi attento! Grazie per la segnalazione. Citando qualcuno che non conosco “Nessuno nasce imparato”

      • Cluemice

        :) Questo lo spirito giusto.

  • Don Homer

    Personalmente Daredevil l’ho conosciuto col film del 2003 con Ben Affleck, prima mi era totalmente sconosciuto.