Aquarion Evol: annunciato il manga

di Silvia Letizia Commenta

Il numero di Febbraio della rivista Monthly Comic Gene, edita dalla Media Factory, comincerà a serializzare un manga tratto dall’anime della Satelight Aquarion Evol. Il primo capitolo del manga uscirà il 14 Gennaio dell’anno prossimo. L’artista Aogiri disegnerà il manga robotico basandosi sulla storia originale di proprietà della stessa Satelight e di Shoji Kawamori.

Aquarion Evol si svolge 12.000 anni dopo la fine della prima serie televisiva di Aquarion ed è ambientato in una città realizzata prendendo come modello la città Hong Kong. Proprio per questo il primo trailer ufficiale della serie televisiva è stato mostrato da Shoji Kawamori, proprio in occasione della EXPO C3 di Hong Kong.

Il cast di personaggi di Aquarion Evol è completamente rinnovato e anche i robot Aquarion sono diversi rispetto a quelli della prima serie. Gli antagonisti principali, in questo caso, provengono da un’altra dimensione.

Lo stesso Shoji Kawamori, presentando l’anime, ha lasciato in qualche modo intendere che i personaggi di questa seconda serie potrebbero essere le reincarnazioni di Apollo, Silvia e gli altri personaggi della prima serie di Aquarion.

Il primo annuncio relativo a questa seconda serie di Aquarion è stato fatto a Febbraio dell’anno scorso e il primo episodio di Aquarion Evol sarà trasmesso in Giappone, con uno speciale della durata di un’ora, l’8 Gennaio del prossimo anno.

La prima serie dell’anime di Aquarion, composta da 26 episodi e andata in onda in Giappone per l’emittente TV Tokyo, dal 4 aprile 2005 al 26 settembre 2005, ha visto due messe in onda televisive anche in Italia. La prima volta è stata trasmessa da MTV dal 14 febbraio 2006 all’8 agosto 2006, e successivamente, dal 10 aprile 2009 su Videostar, televisione regionale Lombarda, il venerdì alle 21:00.

L’edizione su DVD dell’anime, distribuita in Italia da MediaFilm, è una versione integrale, fedele all’originale giapponese per quanto riguarda il doppiaggio. La versione trasmessa su MTV, al contrario, presenta delle censure importanti nei dialoghi che sono stati opportunamente modificati per eliminare alcuni riferimenti alla religione e al sesso.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]