Ant-Man ed Edgar Wright: aggiornamenti sulla pellicola

di Manuel Commenta


Terminate le riprese e la produzione di Scott Pilgrim Vs. The World, Edgar Wright poliedrico e geniale cineasta britannico come promesso ha rimesso mano alla sceneggiatura di un supereroe Marvel: Hank Pym, conosciuto dai più come Ant-Man.

Henry Pym, brillante scienziato e scopritore del composto chimico in grado di modificare la struttura subatomica degli oggetti e delle persone non ha mai realmente avuto una trasposizione fedele del suo personaggio al cinema, corrono a colmare questo vuoto Edgar Wright e il produttore Joe Cornish che ancora prima della pellicola Hot Fuzz di Wright avevano creato una sceneggiatura per il micro-macroscopico eroe.

Ant-Man e il suo esercito personale alla riscossa nel cinema?

Nei fumetti il personaggio ha sempre subito pesanti modificazioni oltre che nell’aspetto (dovuto alla versatilità del suo composto chimico) anche nella psicologia risultando per alcuni il personaggio Marvel con più problemi sociali e psicologici di tutti.

Non a caso il suo diventare Golia (un essere enorme) e Calabrone (un supereroe in miniatura che cavalca formiche) contraddistingue lo stesso egocentrismo di Pym nei confronti prima di se stesso e poi di chi gli sta intorno come la moglie Janet Van Dyne (la vecchia identità del supereroe Wasp) ed i vendicatori, del quale Hank e compagna hanno il merito della creazione.

Resta da vedere se il regista Wright, creatore della commedia sentimental-demenzial “L’alba dei morti dementi” (o in originale Shawn of the Dead) vorrà dare al film un’impronta comica o più matura, delineando i mille problemi di autovalutazione di Hank e dei suoi lati violenti repressi.

I due al comando del progetto stanno comunque riscrivendo la sceneggiatura creata ormai più di 4 anni fa, adattandola ai nuovi standard dettati dalla Marvel Studios (al fine di creare un universo filmico omogeneizzato con tutti i supereroi creati sulla carta stampata).

Nei prossimi giorni Wright e Cornish consegneranno ai dirigenti cinematografici (di Paramount Pictures suppongo) la bozza illustrativa del film, questi verificheranno e daranno più o meno via libera ai due per la produzione del film.

Risulta dalle parole dichiarate fin’ora però improbabile che vedremo Ant-Man nei vendicatori di Joss Whedon e risulta ancor più improbabile che Ant-Man sarà il prossimo film diretto da Edgar Wright, il quale può in questo lasso di tempo prendere in mano altri progetti decisamente più accessibili che richiedono meno osservazioni e controlli.

Hank Pym nella sua più recente incarnazione: istruttore all'Avenger Academy

Rimane comunque una certezza più o meno fondata che il film si farà, in seguito ai feedback ricevuti dai nuovi Marvel Movies di prossima uscita (Cap, Thor e Vendicatori) e che a dirigerlo ci voglia essere Edgar Wright che si è dichiarato interessato a portare il supereroe della casa delle idee ancor prima che venissero fondati i Marvel Studios, cioè nel periodo che equivale alla trilogia di Spider-Man di Sam Raimi, tantissimo tempo fa insomma.

Ancora nulla (ovviamente) sul fronte casting e presenza di personaggi marvel: se tutto procederà come al solito, sarà confermata la presenza di Nick Fury (Samuel L. Jackson) fulcro delle produzioni supereroistiche dei Marvel Studios di questi anni e saranno fatti possibili nomi sul dottor Pym e sulla sua assistente/moglie/partner Janet Van Dyne.

Alla prossima.

[Fonte | BadTaste]