Alla scoperta di Kurohime e Princess Resurrection!

di Vips 5

L’articolo di oggi è dedicato a tutti coloro che sono alla ricerca di qualcosa di “nuovo” da leggere e quindi una buona recensione su due nuove uscite firmate Star Comics può essere un ottimo punto di partenza per decidere se buttarsi su uno dei due titoli che la casa editrice ci propone. Allo stesso tempo spero di far nascere,  a coloro che magari non hanno mai sentito parlare di questi due manga, una sorta di curiosità che invogli l’acquisto o la lettura in qualche modo, di uno o entrambi i titoli in questione. Stiamo parlando per l’appunto di Kurohime – Magical Gunslinger e Princess Resurrection, fumetti in distribuzione proprio in questi giorni e annunciati diverso tempo fa dalla stessa Star Comics.

Cominciamo con Kurohime – Magical Gunslinger, un fanta – western del quale ho letto qualcosa e di cui posso darvi un parere un pò più significativo rispetto a Princess Resurrection del quale non so quasi nulla. La storia di questo manga narra le vicende di una leggendaria ed affascinante pistolera, Kurohime, che dopo aver salvato il piccolo Zero è costretta a camminare sulla terra in forma di bambina a causa di una maledizione. Il ragazzino, che nel frattempo si è innamorato della pistolera in questione, passa 10 anni ad allenarsi per diventare un potente gunslinger fino a quando incontra nuovamente Kurohime iniziando una serie di avventure molto entusiamsmanti, che spaziano dalla comicità all’avventura vera e propria. Da notare è il fatto che la maledizione inflitta alla ragazza ha ridimensionato notevolmente il suo potere e le sue capacità (oltre che il suo aspetto), forza che viene riacquisita solamente quando riesce a provare sentimenti d’amore, cosa che le riesce alquanto difficile.

Per quanto ho letto io, posso dire che il manga è ben fatto se si parla di disegno, tratteggio e accuratezza nei dettagli specialmente dei personaggi; una pecca, che leggendo in internet pare non sia il solo ad aver notato, è che almeno nella parte iniziale la storia si evolve un pò come “comparsa nemico -> ammazza il nemico” senza lasciar troppo spazio ai colpi di scena. Ad ogni modo in Giappione i volumi editi sono 14 quindi i fatti, con l’evolversi della storia, dovrebbero diventare più accattivanti e complessi (come piace a me!) di come sono presentati inizialmente. Sta di fatto che l’idea di fondo mi sembra piuttosto accattivante.

Passiamo ora a parlare di Princess Resurrection, molto vicino al genere Horror e/o Splatter che personalmente non mi affascina molto. La storia parla di Lilianne detta la “Principessa”, figlia del Re di tutti i mostri che conduce una segreta e non dichiarata lotta per il trono, dotata di motosega a quanto ho capito. La sua avventura viene supportata da un giovane, Hiro, che viene resusictato dopo essere stato investito (diciamo che spiaccicato è il termine più appropriato), socprendo che avrebbe fatto meglio a continuare la sua non-esistenza sotto terra piuttosto che al fianco della protagonista. Anche qui la trama pare interessante, tuttavia per coloro che non amano questo genere, come me, non credo sia molto consigliato.

Vi lascio con qualche screen (le scan sono prelevate da onemanga.com) di entrambi i titoli e le informazioni disponibili a riguardo. Buona -eventuale- lettura!

ACTION 182
Kurohime – Magical Gunslinger – 1
Masanori Katakura
11,5×17,5, B, 192 pp, b/n, € 3.50

POINT BREAK 109
Princess Resurrection – 1
Yasunori Matsunaga
13×18, B, 208 pp, b/n, € 3.50

[Fonte: comicsblog]

  • Yamato

    Sinceramente delle nuove proposte della Star (che non comprer comunque, per mancanza di fondi =_=) l’unica che ha veramente attirato la mia attenzione, incredibilmente, uno shojo: quel “Sprout” sembra una storia diversa, con un romance che tende pi ai canoni shonen che non shojo e, finalmente, senza bishonen.
    Gli altri titoli, invece, mi sembrano parecchio fumo negli occhi: se ne parla tanto per farli vendere, ma alla fine non valgono affatto. E il poco che ho letto di Kurohime, sembra avvalorare questa mia ipotesi.

  • Wise Yuri

    Roba leggera,ma evitabile assai. Manga commercialotti,simpatici,divertenti,ma se non avete soldi da buttar via,passate oltre.

  • pif

    so che non c’entra niente
    ma che cosa successo sul fatto anonimouse e co. ???? :wassat:

  • pif

    come non detto ho visto sul forum e mi basta :angel:

    per essere incacchiati cos devono averla fatta grossa :angry:

  • Arthas

    Kurohime parte con presupposti abbastanza banali, ma in realt un manga piuttosto bello (anche se negli ultimi capitoli che ho letto subisce una brusca calata)

    L’altro non l’ho mai letto