Akiba:f, una clinica per la donazione del sangue che somiglia ad un’astronave

di tappoxxl Commenta


Non mi stancherò mai dirlo, i giapponesi sono troppo avanti. In ogni cosa hanno un’organizzazione unica. Dovremmo tutti imparare dai loro standard di organizzazione e di serietà nel compiere anche il minimo gesto. Stavo leggendo qualche notizia sul web e mi sono imbattuto in una clinica per donare il sangue della croce rossa giapponese. Solo a guardare la prima foto ho pensato: “ma è Star Trek o i miei occhi mi stanno pendendo per il cubo!?!”.

A guardare bene, i miei occhi non stavano scherzando e quella era una clinica in cui si va a donare il sangue. Conosciamo tutti benissimo la passione dei nipponici per la tecnologia e l’intrattenimento in tutte le sue forme. Questa clinica, forse, è superiore tecnologicamente alle altre, anche a causa della sua posizione geografica. “L’astronave” si trova infatti nel quartiere di Akihabara, il quartiere tecnologico di Tokyo. La clinica si chiama Akiba:f ed è stato inaugurato nel 2009. La clinica, come si vede dalle foto, ospita delle postazioni in cui il donatore può comodamente rilassarsi e godersi dei film, della musica o dei videogiochi che vengono messi a sua disposizione. Ogni postazione è dotata infatti di IPod, uno scaffale pieno di manga, monitor con proiettori olografici in 3D che trasmettono film e altri tipi di filmato. Ogni postazione, ha inoltre un IPhone con cui poter giocare o chattare con gli amici. Tutte queste tecnologie dell’intrattenimento sono messe a disposizione per tutti quelli che stanno donando il sangue o per chi è in attesa del proprio turno. La clinica ha, e pare quasi scontato dirlo, il Wi-Fi gratuito per tutti i suoi clienti. La procedura per la donazione è simile a quella italiana. Si viene visitati da un medico e si fa un primo prelievo per determinare che non ci siano malattie infettive trasmissibile attraverso le trasfusioni e per verificare inoltre a quale gruppo sanguigno si appartiene. Effettuato questo primo controllo, si decide se donare 250ml o 500ml. È possibile richiedere gratuitamente le analisi più comuni, analisi che verranno preparate e consegnate in giornata.

Sono rimasto molto colpito dal livello estetico del centro donatori. La prima impressione è stata proprio quella di trovarsi su di un’astronave o in un centro sperimentale di ricerca, di quelli che si vedono nei film. Vi lascio qualche immagine della clinica.

 

[fonte – Giapponizzati]