99 Days, nuova graphic novel americana

di bila 1

Ciao ragazzi,

come vi ho anticipato questi giorni sono un po’ indaffarato (che bel modo per dire: se non avessi la tessa attaccata al collo, con le mille cose che ho da fare, sicuramente me la scorderei) e, soprattutto, sprovvisto di una connessione regolare, però sono riuscito lo stesso a trovare qualcosa che potrebbe interessarvi.

Conoscete la divisione della Dc: Vertigo Crime? Io, onestamente, fino allo scorso mese no, ma probabilmente è colpa della mia mancanza di feeling con la casa editrice americana; comunque ho scoperto che, almeno questa divisione Dc, non è poi così male e oggi vorrei proprio parlarvi di un prodotto uscito negli Stati Uniti lo scorso mese; si tratta di 99 days.

Non  fatevi ingannare dal nome, non è una di quelle commedie americane da 4 soldi, ci troviamo di fronte, invece, ad un action comic; io credo che questa categoria sia una delle migliori ma, purtroppo, i titoli che davvero vale la pena leggere, in questo campo, sono pochi.

In un fumetto d’azione i presupposti devono essere gli stessi di un film d’azione, quindi: combattimenti/sparatorie, trama non troppo banale e, ovviamente, degli ottimi effetti speciali. Trovandoci in un fumetto gli effetti speciali sono di sicuro meno complicati che in un film, ma allo stesso tempo sono importantissimi, da questi si vede la bravura di un fumettista. In “99 Days”  il disegnatore, Kristian Donaldson, fa un lavoro eccellente sotto questo punto di vista, con scelte intelligenti, senza mai “strafare”, permettendo al lettore di “percepire” la storia, non solamente leggerla.

La storia è opera di Matteo Casali che opta per un racconto in parallelo, da una parte fatti avvenuti nel 1994, dall’altra i giorni nostri; l’anello che permette alle due storie di rimanere ancorate l’una all’altra è il protagonista, Antoine Davis, agente di polizia che, dopo un passato macchiato indelebilmente dal genocidio del Rwanda del 1994, si trova ad affrontare oggi una escalation di omicidi e violenza, scaturita da una guerra fra bande. (non so voi, ma io me lo immagino un film con una trama del genere e, probabilmente, come protagonista ci vedrei Denzel Washington, forse troppo vecchio, o un certo Will Smith)

Devo ammettere che sono abbastanza interessato al prodotto e attendo di trovarlo in Italia (chissà fra quanto) per vedere se le premesse (e le promesse) sono state mantenute o se è soltanto un lavoro come tanti.

Nell’attesa vi aspetto sempre qui su Komixjam per nuove notizie dal mondo a fumetti.

Mata ne

Bila

[ Fonte | Ign comics ]

  • Fauno

    mmm…Ho paura che trasposto in versione cinematografica sarebbe l’ennesimo film di pistole e poliziotti vissuti che gli stati uniti sono soliti propinarci…Nulla di nuovo insomma!

    In versione fumettistica invece mi sembra interessante… :smile: