Mahō Shōjo Ikusei Keikaku, annunciata la serie d’animazione

di Silvia Letizia Commenta

Giovedì di questa settimana lo staff della serie d’animazione televisiva tratta dalla serie di light novel di Mahō Shōjo Ikusei Keikaku (Magical Girl Raising Project) scritta da Asari Endō ha aperto un sito web ufficiale dedicato al progetto. Il sito ha svelato che la serie d’animazione farà il suo debutto nel corso del 2016, e ha pubblicato on-line il primo video promozionale della serie stessa, un’immagine esclusiva e i nomi dei membri dello staff.

magical girl 1

La storia originale della light novel è firmata da Asari Endō e illustrata da Maruino. Alla supervisione della sceneggiatura della versione animata ci sarà Takao Yoshioka (Your Lie in April, Elfen Lied, High School DxD), mentre Hiroyuki Hashimoto (Is the order a rabbit?) sarà il regista presso lo studio d’animazione e di produzione Lerche (School-Live!, Monster Musume).

La serie di light novel di Mahō Shōjo Ikusei Keikaku  sono ambientate in un mondo in cui esiste un gioco chiamato The Magical Girl Raising Project che permette a una persona su migliaia di diventare una magical girl — dotata di incredibili capacità fisiche e un aspetto eccezionale, oltre poteri magici che la distinguono da tutto il resto del genere umano. Ma un giorno, in un distretto dove coesistono 16 magical girl, l’amministrazione annuncia che il numero di magical girl presenti dovrà essere dimezzato per rimuovere un problema dovuto all’eccessivo consumo di energia magica. All’inizio le sedici magical girl si trovano a competere tra loro per collezionare più magical candy rispetto alle avversarie, ma le regole del gioco cambiano improvvisamente e la guerra tra le ragazze diventa una sanguinaria battaglia in cui la loro vita e sopravvivenza è messa in prima linea.

magical girl 2

La casa editrice Takarajimasha ha pubblicato il primo volume della serie di Mahō Shōjo Ikusei Keikaku a Giugno del 2012. Il più recente tra i volumi pubblicati, intitolato Mahō Shōjo Ikusei Keikaku ACES, è uscito in Giappone a Settembre dell’anno scorso.

[ Fonte | ANN ]

[ Fonte | Wikipedia ]