A 13 anni muore in seguito ad un esorcismo

di tappoxxl 51

 

Oggi vi riporto una notizia che mi ha fatto gelare il sangue. Avvenimenti simili dovrebbero far riflettere tutti su quanta stupidità ci sia al mondo.

La notizia purtroppo riguarda la morte di una ragazzina di 13 anni. Morte avvenuta durante una pratica rituale in cui il padre, con l’aiuto di un monaco buddista, ha sottoposto la figlioletta ad un esorcismo. La convinzione che nel corpo della figlia ci fosse uno spirito maligno ha portato il genitore a praticare questa macabra procedura di purificazione. La bambina, perché di bambina si tratta visto che la vittima aveva 13 anni, si chiamava Tomomi ed era residente nella prefettura di Kumamoto, un’isola meridonale del Kyushu. A riportare la notizia è stato il quotidiano giapponese Yomiuri Shimbun.

La polizia, dopo la morte della giovane ha arrestato i due uomini per lesioni gravi che hanno portato poi al decesso della giovane. Dai racconti forniti dai due arrestati si è appreso che la giovane Tomomi era stata sottoposta al “trattamento della cascata”. Pratica in cui si viene legati ad una sedia con la faccia rivolta verso l’alto e si viene colpiti da getti d’acqua direttamente sul viso. In gergo definiti “aspersioni”, ma in realtà si tratta di veri e propri muri d’acqua che vengono scagliati da alcuni metri di altezza sul viso della vittima. Questa pratica provoca nella vittima un soffocamento dovuto alla mancanza di ossigeno e gonfia lo stomaco, e a volte anche i polmoni, di acqua. Il padre ha raccontato di aver sottoposto la figlia a questo rituale almeno un centinaio di volte dallo scorso marzo, ma, nell’ultima occasione, la giovane non ha retto e dopo aver subito lo scontro con un muro d’acqua lanciatogli contro da 2 metri e mezzo d’altezza, ha perso i sensi ed ha smesso di respirare. È poi deceduta in ospedale in seguito ai forti traumi e alla prolungata mancanza di ossigeno a cui è stata sottoposta.

Il rituale è stato compiuto in una delle sedi del movimento buddista “Nakayama Shingo-shuushuu”. Il padre della giovane ha dichiarato: “Mia figlia era posseduta da uno spirito maligno. Le abbiamo praticato il trattamento della cascata per farla guarire. Dal momento che non voleva, l’abbiamo legata con la forza alla sedia. Non si tratta di violenza“.

Non saprei come definire gente simile, o meglio, saprei come definirla, ma non voglio essere volgare, quindi lascio a voi ogni commento in merito.

 

[fonte – Nippolandia]

  • gcesare89

    … galera a vita…o meglio ospedale psichiatrico

  • Manuel

    Le religioni sono la droga degli ignoranti.

    E quando ci si droga…spesso si muore anche o si fa morire qualcuno.

    • chopper king of pirates

      concordo assolutamene con te…

    • Don Homer

      In teoria il Buddhismo non una religione.

      • Manuel

        In teoria non lo vero, ma questa ossessione tipica di qualcuno che affida completamente la propria vita a pratica e figure sacre.

        Il buddismo non necessariamente solo una filosofia di vita, a questi livelli di sicuro non lo .

      • asdxD

        e in teoria questo non nemmeno buddismo…

        non si pu dare la colpa alla religione quando viene utilizzata come scusa per decisioni sbagliate.

        questo era un assassinio, punto. la cosa che per mi ha scioccato di pi stato leggere che le erano gi state fatte 100 sessioni di questo “rituale”. possibile che nessuno l’abbia fermato? erano tutti d’accordo con la scusa dell’esorcismo? cosa aveva fatto questa ragazzina perch ne fossero cos convinti?

        ho paura che il problema sia ben pi diffuso. spero vivamente che nessuno abbia fatto niente solo perch non ne fosse a conoscenza…

    • joe

      ..cautela nel fare certe affermazioni: hai praticamente dato dei “drogati ignoranti” alla stragrande maggioranza delle persone al mondo e di chi ha letto questo articolo: d’accordo che il padre e il monaco sono degli invasati oltre che degli assassini ma mettere chiunque non sia ateo sul loro stesso piano una posizione arrogante presa con troppa leggerezza

      • Manuel

        Quando ci saranno i fatti che queste azioni non sono mosse da follia dettata da litanie religiose e lavaggi di cervelli allora mi scuser con la stragrande maggioranza delle persone.

        Fino a quel momento, mi tengo la mia affermazione ed i fatti che dicono esattamente quello che ho detto.

      • joe

        se stai dicendo che quei 2 sono gente fuori di testa che se invece che buddisti fossero stati mussulmani o cristiani l’avrebbero fatto lo stesso in quanto il messaggio di qualsiasi religione o credo o che altro pu essere travisato da pazzi come loro, allora sono d’accordo; se invece sostieni che non sono gli individui ad avere problemi a livello mentale e possono perci essere plagiati e portati a compiere azioni folli come questa ma sono le religioni a rendere gli individui che le abbracciano dei pazzi assassini anche se sono sempre stati persone normalissime, allora vorrei ricordarti le stragi che sono state fatte in nome dell’ateismo e del materialismo per esempio in Tibet: episodi degni delle Crociate, solo fatte da persone che credevano che le religioni fossero “l’oppio dei popoli” (pi o meno come hai detto tu)
        ora scusami devo andare a Messa, se ammazzo qualcuno per strada ti faccio sapere..

      • Manuel

        Sto dicendo che gente normalissima ma con un fondo di disperazione mentale o disordine psicologico che abbraccia una qualsiasi religione pu diventare non solo un fervente sostenitore di tale religione ma un folle che non capisce pi cosa sia il bene il male e l’illogico e il logico.

        E’ scontato dire che le religioni non inneggiano alla violenza, quello lo fanno benissimo le persone adibite ad insegnare tale religione…tipo profeti, preti, sacerdoti e ministri di culto vari.

        –Siamo a livelli che potremo costruire nuovi mondi da zero grazie a scienza, tecnica e volont ma c’ ancora qualche sobillatore che inneggia a rifiutare e combattere con ogni mezzo (ed i pazzi i mezzi ne hanno) le forme di vita con orientamenti diversi da quelli che loro tramandano con Infedelt da sacre scritture.—

        E indovina un po’ , non la trama di un manga o di un film… la situazione attuale dell’italia!

        PS. L’oppio del popolo non l’unica droga esistente al mondo, ne esistono altre ma nessuna ti priva della consapevolezza e dell’autonomia di pensiero come qualcuno che pensa per te a cosa fare e cosa dire.

      • nevets89

        la disperazione fa commettere le azioni pi atroci…e la religione in quel caso solo una scusa, come lo il comunismo(la recente strage), i videogiochi o semplicemente la pazzia….secondo me stai sbagliando dando la colpa alla religione…se non era per la religione forse avrebbe trovato un’altra scusa per farle del male…o semplicemente l’avrebbe uccisa….
        mi scuso per le ultime righe del mio commento, pensare che un padre voglia far male alla propria figlia mi riesce difficile, ma sto solo analizzando cercando di essere obiettivo

      • Manuel

        Rispetto la tua posizione ma non la posso condividere, in questo caso si parla di un esorcismo, di una pratica spirituale e fortemente legata a fenomeni e valori religiosi, indipendentemente dalla religione stessa.

        Avrebbe fatto comunque del male alla figlia? Chi pu dirlo, avrebbe potuto ma sono fortemente convinto del contrario se qualcuno a quest’uomo non avesse insegnato cosa sono gli spiriti maligni e come fare per farli uscire dai corpi umani.

        La follia ha strade molto contorte e difficilmente comprensibili ma se dai a queste persone uno scopo ed una motivazione come la religione, allora li alimenti solamente, non li aiuti.

        Ci vorrebbe un patentino per essere credenti a questo mondo.

        Scusa o meno, questa forse una delle pratiche e delle motivazioni pi distruttive e letali che l’uomo potesse mai adottare nella sua evoluzione.

      • joe

        ho sbagliato a inserire la risposta che finita sotto…tempo fa su KJ c’ stato un articolo su un giapponese che ne ha quasi ammazzato un altro a coltellate perch “gli era stato detto da un super sayan”: ci vorrebbe un patentino anche per leggere o guardare in tv DBZ? ripeto: a fare del male sono le persone non le religioni, se un folle non ha una religione che possa interpretare in modo da ammazzare il prossimo si aggrapper a qualcos’altro per farlo! altro esempio: che cos’hanno portato al popolo nipponico le scoperte scientifiche sulla radioattivit? e non mi riferisco a quest’anno: mi riferivo al ’45! questo vuol dire che la scienza un male? solo se usata nel modo sbagliato, solo se in mano alle persone sbagliate, come la religione; tra l’altro se l’evoluzione scientifica dell’uomo ha portato all’atomica, al surriscaldamento globale, alla distruzione di interi ecosistemi con annessa e definitiva estinzione di innumerevoli specie animali e vegetali, beh se vuoi metterla in termini di distruttivit e letalit permettimi di avere qualche dubbio su che cosa sia stato peggio!

      • Manuel

        Si infatti ogni vecchio pazzo sparso nel mondo pu usare l’atomica vero?

        No io penso che ogni vecchio pazzo e folle nel mondo ha pi facilit d’accesso ad un testo sacro ricco di spunti e di pretesti buoni per far del male.

        Non ci vuole il patentitno per vedere Dragonball Z, solo intelligenza.
        Cos come far valere una morale religiosa o praticare un culto spirituale…l’intelligenza che molte persone non hanno mai avuto o hanno perduto per abbandonarsi ad un culto che parla, agisce e pensa per loro.

      • joe

        Si infatti ogni vecchio pazzo sparso nel mondo pu usare latomica vero?

        s infatti ogni religione nel mondo predica l’assassinio di migliaia di persone in pochi secondi vero?

        No io penso che ogni vecchio pazzo e folle nel mondo ha pi facilit daccesso ad un testo sacro ricco di spunti e di pretesti buoni per far del male.

        no io penso che se uno pazzo e folle commetter se gli va di farlo un crimine con o senza religioni ma con strumenti e armi che gli mette a disposizione la scienza e di cui per esempio nella preistoria non disponeva

        Non ci vuole il patentitno per vedere Dragonball Z, solo intelligenza.Cos come far valere una morale religiosa o praticare un culto spiritualelintelligenza che molte persone non hanno mai avuto o hanno perduto per abbandonarsi ad un culto che parla, agisce e pensa per loro.

        allora basta l’intelligenza anche per aderire a una religione perch tu consideri a prescindere chiunque creda in qualcosa come uno che ha svenduto il proprio cervello e non in grado di ragionare autonomamente ma con un’opinione del genere sei tu a mostrare una mentalit chiusa e limitata arroccato sul castello di certezze che ti sei costruito, e ti confesso che non avevo mai incontrato una persona che si permettesse di insultare cos esplicitamente e gratuitamente chi non condivide il suo ateismo guardandoli dall’alto in basso (anche se mi hai fatto venire in mente una citazione di un manga famoso e l’atteggiamento della persona che la pronuncia: “Inutile parlare. Tanto questo branco di idioti non capirebbe mai.”; e sei fortunato che non stai scrivendo su un forum perch l un moderatore indipendentemente dalla sua opinione sarebbe intervenuto per farti smettere di offendere a destra e a manca gi messaggi fa)

  • auroll

    io li torturerei a vita… la galera poco a volte e anche la pena di morte ancora meno

  • Ceasar

    xk nn facciamo la stessa cosa al padre?

  • Fabrytom89

    A Guantanamo (si scrive cos?) questo tipo di rituale lo utilizzavano spesso…

  • joe

    se sostieni che preti e sacerdoti inneggiano alla violenza credo che non serva continuare questa discussione in quanto evidente che parli non per conoscenza ma per pregiudizio, riguardo la sudditanza che una religione o qualsiasi ideologia pu esercitare su certa gente e l’asservimento dei potenti di turno a quella che pi gli giova come accade in Italia tristemente vero ma sono le persone e non le religioni a fare il male
    per il resto quoto le risposte di asdxD e nevets89

    • Manuel

      Conoscenza o pregiudizio qui non ha troppa importanza.

      I casi pi gravi di violenza e di persecuzione (eccetto la Shoah) hanno basi relisiose usate come pretesto o come motivazione ufficiale.

      Ribadiamo che sono le persone a far del male, ma almeno rimaniamo d’accordo sul fatto che le religioni offrono notevoli spunti in pi per esprimere la malvagit umana.

      • joe

        Conoscenza o pregiudizio qui non ha troppa importanza.

        “conoscenza” significa sapere di che cosa si sta parlando, se spari opinioni del genere significa che non conosci l’argomento in prima persona e ti basi solo sui “pregiudizi” che hai maturato nel tempo

        I casi pi gravi di violenza e di persecuzione (eccetto la Shoah) hanno basi relisiose usate come pretesto o come motivazione ufficiale.

        i casi pi gravi hanno basi “ideologiche” in genere, non deve trattarsi per forza di fedi religiose, l’esempio delle stragi fatte in nome dell’ateismo e del materialismo calza a pennello

        Ribadiamo che sono le persone a far del male, ma almeno rimaniamo daccordo sul fatto che le religioni offrono notevoli spunti in pi per esprimere la malvagit umana.

        d’accordo questo vero: le religioni offrono spunti per esprimere la malvagit umana da parte di certe persone come il padre della ragazza uccisa…ma d’altro canto ad altre (quali Madre Teresa di Calcutta e Gandhi) ne offrono per esprimere il lato pi nobile ed elevato dell’animo umano; e non dimentichiamo se le religioni offrono gli spunti la scienza offre i mezzi

      • Jacopo

        In questo caso, visto che i mezzi erano acquq e corda, no.
        Se l’avessero esorcizzata con un colpo di pistola o una iniezione letale sarebbe stato meglio.

  • Jacopo

    Potrei rispondere ad ognuno di voi citando George carlin ed Eddie Izzard. Quindi andate a cercarveli su Youtube, perch possono essere illumnanti.

    Ora, in questi casi il vero colpevole l’ignoranza.
    Lasciamo perdere i disturbi psichici perch, dall’articolo fatto, non mi pare che ci siano i pressupposti per poter parlare di questo. Parliamo di questo caso specifico.
    Mi spiego: se sono ignorante e bigotto, la RELIGIONE mi induce a pensare che in mia figlia ci sia un demone e che per salvarla io debba esorcizzarla. Nel farlo, non sono pazzo, ma sono semplicemente convinto che io stia agendo nel modo corretto nel mio interesse ed in quello della bambina. Ci tutt’altro che schizofrenico.

    Probabilmente, senza questo tipo di sobillazioni, nulla sarebbe successo.

  • Pagliaccio

    credete in dio ma non credete alle religioni.
    dio dio, ma la religione un artefatto umano.

    innanzitutto la religione (scritta da uomini) pretende di definire cos’ dio, cosa vuole e cosa fare… uno scopo al disopra delle capacit degli uomini.

    quindi, credete in dio, andate a messa perch credete in dio, e non perch lo dice il sacerdote/prete/imam/monaco lui mortale e nessuno sotto l’influsso ispiratore di dio.

    volete rendere omaggio a dio? seguite la “retta via”, quelle regole di bont, solidariet che tutti definiscono “bene” indipendentemente dalla razza o religione. il papa li definisce come diritti e moralit innata nell’uomo, ed alla base di molte religioni.

    per quanto riguarda i testi sacri… beh sono stati scritti da uomini, e contengono alcune cose abominevoli (nella bibbia antico testamento 2 angeli vanno a casa di un signore, la folla li vuole cacciare il signore offre la verginit delle figlie alla folla per disperderla…) ma ci sono parti che riescono a incantarmi sempre.
    i vangeli di Ges sono quelli che adoro di pi.
    una persona cos saggia, cos giusta… impossibile rimanere impassibili alle sue parole.

    ha ragione manuel, bisogna avere il patentino, ma non per credere, ma per predicare. bisogna rimuovere il patentino a chi predica violenza in nome di dio, sapeste quanti papi del passato e imam del presente la perderebbero…

    tornando in OT, l’esorcismo non un usanza delle religioni. sono usanze locali superstizioni che vengono incorporate dalle religioni.
    teoricamente alcuni riti potrebbero avere un effetto placebo sugli esorcizzati e curarli meglio di psicofarmaci. a patto che i riti non comportino lesioni grafi e che non siano ripetuti continuamente come in questo caso.

  • Kriken

    “s infatti ogni religione nel mondo predica lassassinio di migliaia di persone in pochi secondi vero?”

    Non so le altre, ma le tre monoteiste s. E su questo solo un ignorante che non ha mai aperto uno di quei testi sacri pu dissentire.

    “no io penso che se uno pazzo e folle commetter se gli va di farlo un crimine con o senza religioni ma con strumenti e armi che gli mette a disposizione la scienza e di cui per esempio nella preistoria non disponeva”

    Quindi colpa della scienza se ci sono crimini. Torniamo tutti nelle caverne.

    “i casi pi gravi hanno basi ideologiche in genere, non deve trattarsi per forza di fedi religiose, lesempio delle stragi fatte in nome dellateismo e del materialismo calza a pennello”

    Voglio sapere quali sono queste stragi fatte in nome dell’ATEISMO. Non comunismo (perch sicuramente a quello avrai pensato), ma ATEISMO. Non dar retta al papa, che solo un ex nazista che copre e protegge i pedofili, per favore. Sappi che “comunismo non sinonimo di “ateismo”. L’uno non alla base dell’altro.
    E se fossi in te non citerei Teresa di Calcutta come modello positivo: una che lasciava soffrire come cani poveri cristi perch secondo la sua mentalit il dolore un valore che avvicina a dio non esprime “il lato pi nobile ed elevato dellanimo umano”.
    Per il resto sempre la solita storia: appena leggono qualcosa che non piace, i credenti urlano subito all’offesa e alla censura. Siete tutti uguali, altroch.

    • Manuel

      Quoto le ultime parole di Kriken (cos come il messaggio intero).

      Se si sentono attaccati i credenti sono quasi peggio degli Scientologisti (che non sono credenti, ma solo persone con tanta noia in corpo e molti soldi da spendere per immaginarsi alieni e shuttle intergalattici che sembrano Boeing).

    • Hitchcock

      Penso che i credenti intervenuti in precedenza non abbiano cos torto a difendere la loro fede, considerato che pi o meno gli sono stati imputati i mali del mondo, tra l’altro il tuo “siete tutti uguali” sa un po’ di pregiudizio, un po’ tanto. E queste sono considerazioni di uno ateo. Del resto professarsi migliori sulla base del proprio orientamento spirituale una cazzata, roba che l’illuminismo ha sputtanato 3 secoli fa. Se non ricordo male poi i massacri imputati al comunismo era in genere mossi da dalla volont di “amalgamare” la societ, eliminando tutte quelle caratteristiche ed aspetti che rendevano gli uomini diversi, religioni comprese, quindi mi pare che fossero effettivamente mossi da motivazioni antireligiose. Hai ragione a dire che non perpetrarono suddetti massacri per il solo essere atei, ma allora ti chiedo: pensi veramente che uno che va in chiesa ammazza un’altro solo perch non crede in dio? maddai….

      • Manuel

        Vai in MedioOriente o in qualunque altra regione in cui forte il concetto dell’islam radicale (non tutto l’islam…solo quello estremista) e poi fammi sapere se non si ammazzano persone per quel motivo.

        Non che per il solo vivere in una societ (discretamente) civilizzata, queste cose sono fantascienza eh!

        Vai in Irlanda anche, tra una guiness e l’altra forse qualche elemento che riconduce al tuo “maddai” te lo trovi.

      • Hitchcock

        manuel, guarda che li leggo i giornali, non vivo in una grotta :ermm:

        la mia affermazione precedente era riferita al commento di Kriken, che affermava che i massacri perpetrati dal comunismo non rientrano tra gli esempi di genocidi portati avanti dagli atei perch non mossi da motivazioni puramente religiose, quindi il fatto che fossero atei non era una causa sufficiente per spiegare gli orrori commessi, cosa che condivido (anche se affermare che non vi fossero cause di culto in mezzo a tante altre scorretto, il comunismo mirava ad una societ atea, secondo voi come contavano di arrivarci stalin e company, distribuendo opuscoli?non rientrava nelle loro metodiche),
        ed io affermavo che lo stesso ragionamento pu essere portato avanti per i massacri compiuti in nome di un qualche dio, perch l’essere fedeli non comporta essere automaticamente potenziali assassini, era un semplice parallelismo, ok? dietro ci sono anche cause culturali, sociali, ecc. Asserire che i massacri sono di sola matrice religiosa una semplificazione di comodo

        P.S.: l’irlanda non un granch come esempio, li ci sono di mezzo problematiche sociali e politiche, non solo religiose

      • joe

        guardiamo ai fatti: tu e l’altro illuminato l avete approfittato di questa notizia per sparare a zero sulla religione, a prescindere…non c’ stato da parte di nessuno un solo commento che ha difeso il padre e il monaco, anzi persino io li ho definiti pazzi assassini e ne resto convinto: il motivo che mi ha spinto a risponderti sta nella frase di Hitchcock: “Del resto professarsi migliori sulla base del proprio orientamento spirituale una cazzata, roba che lilluminismo ha sputtanato 3 secoli fa.” perch questo che hai fatto; nessuno osa negare l’orrore e la follia del gesto che ha portato alla morte della ragazza ma servirsi di questo episodio per denigrare non solo la religione in s ma anche chiunque creda in una religione cosa vile e riprovevole! c’ una bella differenza fra l’essere atei e antireligiosi cos come c’ fra l’essere antisionisti e antisemiti ma probabilmente a due come voi non importa minimamente di offendere persone che reputate inferiori come noi per non dire che vi divertite a farlo oppure farlo corrobora il vostro senso di superiorit, o sbaglio? fanatici religiosi e mele marce ci sono sempre stati e ci saranno sempre ma generalizzare come hai fatto equivarrebbe a considerare tutti i tifosi di una squadra di calcio alla stregua degli ultr che ammazzano di botte chi tifa un’altra squadra per cui dovrebbero essere abolite le squadre di calcio perch “ogni vecchio pazzo sparso nel mondo” ne trarrebbe spunti e pretesti per fare del male: ecco questo proprio l’esempio perfetto, rispondi a questo e non solo a che cosa ti fa comodo come hai fatto con 9/10 del commento di Hitchcock

      • Manuel

        Vile e riprovevole difendere qualcosa creato dall’essere umano per giustificare la sua povert di spirito e il suo senso della vita o per giustificare quanto omosessuali, atei, bisessuali, lesbiche, professanti di altre religioni in generale siano esseri inferiori che alla fine non diventeranno altro che polvere e non avranno accesso alle incredibili prodezze di un essere che in quasi tutte le religioni semplicemente un personaggio immaginario alla stregua di Harry Potter o di Iron-Man.

        Denunciami pure se vuoi dopo aver infangato una religione cos importante che merita rispetto solo perch da alla gente la sicurezza che non sono solo destinati a morire, ma sono importanti per un essere che tendenzialmente un omone con la barba bianca, di carnagione bianca.

      • joe

        non so se ti rendi conto chi di noi due ci sta perdendo di pi coi rispettivi atteggiamenti nei confronti dell’altro: tu vai avanti a parlare partendo dal presupposto di avere ragione (ma evitando cautamente di rispondere ai punti che ti vengono contestati) e dalla veemenza delle tue risposte mostri tutt’altro che una “mente aperta e libera” ma degna delle peggiori teocrazie oscurantiste…la differenza tra me e te sta proprio qua: non nel fatto che tu sia ateo e io credente ma nelle persone che scegliamo di essere: tu parli solo ed esclusivamente per preconcetto e pregiudizio e fai di essi verit assoluta mentre io non ho mai detto una sola volta che chi non crede inferiore o destinato a bruciare all’Inferno in quanto malvagio: io giudico solo in base alle scelte che le persone fanno, Hitchcock dice di essere un ateo ma non ho assolutamente nulla contro di lui, anzi lo ritengo una persona migliore di te; ci sono invece dei Cattolici che ritengo persone pessime: su un altro blog ho scritto diverse volte contro chi convinto di parlare in nome di Dio discriminava gli omosessuali o considerava la cessazione di accanimento terapeutico come un omicidio da punire o ancora pretendeva che la religione cattolica fosse obbligatoriamente insegnata in tutte le scuole pubbliche (libero di non crederci) perch non avevano capito nulla del vero messaggio di Cristo e non erano molto diversi dal padre della ragazza uccisa…sai probabilmente dentro di te stai pure sperando che qualcuno come me riesca a salvarti dalla “realt” (Itachi docet) che ti sei autoimposto e ti dia speranza; la famosa “scommessa” dello scienziato Pascal il cui nome divenuto l’unit di misura della pressione vedrebbe te come vincitore di nulla o perdente di tutto e me come perdente di nulla o vincitore di tutto…in ogni caso, per citare di nuovo lo stesso manga di cui sopra: “Ne riparleremo quando sarai morto.”
        (post scriptum: “d” con l’accento)

      • Manuel

        Tu non lo dici ma la tua religione si, e se parli a nome della tua persona posso anche crederti ma se parli a nome della tua religione no.

        Altro elemento che si impuntano i credenti di mezzo mondo: salvare gli altri.
        Ma da cosa? Ma non scherziamo!

      • joe

        @ Manuel:
        comevolevasidimostrare: ignori il 90% del messaggio e rispondi solo a ci che ti fa comodo, parti dal presupposto che una tua opinione (perch di opinione si tratta) corrisponda a verit, continui a giudicare me e chi crede solo in base alla nostra fede e non alle scelte (comportamento, atteggiamento) che facciamo, aggiungiamo che dal tempo che trascorre fra un commento mio o di chi la pensa come me e la tua relativa risposta pare pure che passi il tempo ad aspettare che chi non la pensa come te scriva qualcosa: “arroganza” che fa “arrogantemente” sfoggio di s stessa e nulla di pi…anche se non vuoi pregher per te perch anche tu possa conoscere l’amore di Dio.

        @Jacopo:
        ecco parlare con una persona come te mi fa piacere anche se non la pensiamo allo stesso modo: secondo me il ragionamento che hai fatto non esatto perch una religione come quella cristiana (ma non solo) risponde ai grandi interrogativi che l’uomo da quando esiste si pone: chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo; non un tentativo di spiegare manifestazioni delle forze della natura come il fuoco o il lampo, prerogativa delle prime e pi antiche religioni per esempio di tipo animistico, e quello della morte forse il pi grande interrogativo a cui nemmeno la scienza moderna sa dare risposta ed qui che subentra la fede…poi nel caso specifico del Cristianesimo il messaggio centrale l’amore: l’amore di Dio per l’uomo e l’amore dell’uomo per Dio e per i propri fratelli, poi non mi difficile immaginare come per una persona esterna alla religione ci possa apparire come sudditanza ma la vera sudditanza quella che esercita sull’uomo la possibilit di scegliere spontaneamente e liberamente il male sotto forma di potere o di avarizia o di vendetta o di cattiveria, credo che capisca anche tu quanto le persone non riescano a liberarsi dallo scegliere il male nascosto dietro queste forme soprattutto oggigiorno, ma ci non significa che (detto banalmente) “non bisogna commettere alcun peccato se si vuole andare in Paradiso” se no non ci andrebbe neanche una sola persona, nessuno ubbidisce ciecamente a ogni singolo precetto perch semplicemente siamo umani, la cosa da tenere sempre presente invece il messaggio centrale della propria religione che nel caso dei Cristiani l’amore (non so le altre, nel Buddismo la compassione che non la stessa cosa) spero di aver risposto alla tua domanda.

      • Manuel

        Ma quanto ti piace parlare di queste ridicole credenze? No davvero ne sono affascinato.

      • joe

        CVD:
        joe2 ottobre 2011, 21:11
        Manuel2 ottobre 2011, 21:15
        “pare pure che passi il tempo ad aspettare che chi non la pensa come te scriva qualcosa”

        a questo punto fin troppo evidente:
        “DO NOT FEED THE TROLL”
        ..ed quel che far..
        buona vita!

      • Jacopo

        Joe, mi sembri una persona intelligente.
        Tu sei credente da quello che ho capito. Ora seguimi. Parliamo esclusivamente in via ipotetica.

        Agli inzi i culti erano principalmente animistici: nessun monoteismo. Si veneravano il Sole, la Luna, il Fulmine. Perch erano avvolti dal senso del Mistero, primo motore di tutte le religioni. Erano potenze a cui l’uomo non sapeva dare spiegazioni. Poi si svilupp la civilt, la scienza e la tecnologia, e tali potenze non erano pi in grado (pi o meno) di sconvolgere da un momento all’altro la vita dell’Uomo. Si cap cosa fossero e da allora, nel mondo civilizzato, nessuno considera pi il Sole, ad esempio, un Dio.

        Non potrebbe darsi che le religioni monoteistiche sfruttino lo stessissimo procedimento, ma appigliandosi alla Morte, quale fenomeno Misterioso? Perch questo ci su cui si basano. Se sapessimo cosa c’ dopo la Morte, non esisterebbero religioni, ma Scienze della Morte. Mortologia.Purtroppo da ci siamo ancora lontani O, molto pi probabilmente, il problema non esiste, sebbene sia posto.
        Inoltre tali religioni fondate sul mistero della morte, si sono appropriate di dottrine che prevedono l’obbedienza CIECA a certi dogmi e l’adorazione di UN SOLO DIO… un tipo di atteggiamento che si conf molto allo stato di SUDDITO…

        Ora, queste sono solo speculazioni, ma, possono essere ritenute fondate?

        Voglio sapere solo se le ritieni vaneggiamenti, o se sian degne di riflessione…

  • joe

    va beh se non altro se qualche moderatore noter come la discussione stia degenerando in flame potr constatare che la colpa di chi ha deciso di fare una vera e propria guerra in stile “Crociate” contro la religione:

    “Non so le altre, ma le tre monoteiste s. E su questo solo un ignorante che non ha mai aperto uno di quei testi sacri pu dissentire.”

    non so Tor e Corano ma indicami gentilmente quali passi della Bibbia, anzi per la precisione del Nuovo Testamento che sopravanza il Vecchio, viene predicato lo sterminio invece che l’amore per il prossimo; e se non l’avessi capito stavo ribattendo col paradosso della morte di migliaia di persone in pochi secondi che solo la scienza ha reso possibile

    “Quindi colpa della scienza se ci sono crimini. Torniamo tutti nelle caverne.”

    no finto tonto, o pi probabilmente tonto vero: se le religioni sono state e possono ancora essere responsabili della morte di esseri umani lo stesso si pu dire della scienza: se un terrorista islamico si fa saltare in aria in una piazza piena di gente sar stata colpa del suo fanatismo religioso ma lo anche di chi ha inventato il C4, se non fosse mai nato Maometto questo non sarebbe successo ma anche se non fosse mai nato chi ha inventato il C4…con questo voglio dire che la scienza un male? come ho gi detto la scienza cos come la religione pu fare del male se in mano alle persone sbagliate e non un male a prescindere: il male lo fanno le persone con le proprie scelte e persone come te e Manuel, che si mettono a offendere deliberatamente chi “crede” a prescindere da ci in cui crede e da che persona senza conoscerla, non sono di certo persone buone e che fanno qualcosa di bene

    “Voglio sapere quali sono queste stragi fatte in nome dellATEISMO. Non comunismo (perch sicuramente a quello avrai pensato), ma ATEISMO. Non dar retta al papa, che solo un ex nazista che copre e protegge i pedofili, per favore. Sappi che comunismo non sinonimo di ateismo. Luno non alla base dellaltro.
    E se fossi in te non citerei Teresa di Calcutta come modello positivo: una che lasciava soffrire come cani poveri cristi perch secondo la sua mentalit il dolore un valore che avvicina a dio non esprime il lato pi nobile ed elevato dellanimo umano.Per il resto sempre la solita storia: appena leggono qualcosa che non piace, i credenti urlano subito alloffesa e alla censura. Siete tutti uguali, altroch.”

    certo perch il “materialismo storico” un’espressione che ho inventato io adesso mentre a dire che l’ateismo uno dei presupposti per la realizzazione del comunismo non stato un certo Marx vero? e i monaci buddisti che sono stati sterminati in Tibet sono stati uccisi perch si rifiutavano di diventare comunisti non di abbandonare il proprio credo vero anche questo? non vale nemmeno la pena di rispondere al tuo sproloquio su Madre Teresa, se dicevi che Gandhi (che hai intelligentemente evitato di tirare in ballo) predicava l’uso della violenza ci facevi una figura migliore…detto questo forse dall’alto della tua saccenza eri talmente intento a puntare il dito verso noi esseri inferiori da non esserti nemmeno fermato a considerare l’eventualit che un credente come me possa ragionare con la propria testa e constatare che l’attuale Papa con tutto il clero vaticano sia ben lontano dagli insegnamenti di Cristo e che scandali come quello dei preti pedofili possano farmi perdere la fiducia in lui (ma non la fede in Dio) perch chiunque creda per definizione un lobotomizzato che accetta passivamente qualsiasi cosa gli venga propinata in quanto “siamo tutti uguali”! quanto bene vi si addice e quanto perfettamente rispecchia il tuo atteggiamento nei confronti degli altri la frase che ho riportato sopra: “Inutile parlare. Tanto questo branco di idioti non capirebbe mai.”
    p. s. “si stava meglio quando si stava peggio” proprio bella l’ideologia dalla quale hai tratto questa massima!

    • max23

      …la religione non ha portato nessun miglioramento della vita dell’uomo, mentre stata alla base di molti stermini &Co avvenuti in tutto il mondo negli scorsi millenni.
      E’ vero, le pi recenti stragi non sarebbero avvenute senza scienza e tecnologia, ma sai cosa? Senza queste ultime ci sarebbero stati ben pochi esseri umani da poter sterminare ^^
      La prossima volta che ti ammali vai in farmacia e chiedi una Bibbia.

    • max23

      Per quanto mi riguarda il comunismo ridicolo, ma ridicolo anche il discorso che stai facendo.
      Marx non ha mai voluto obbligare la gente ad abbandonare il proprio credo, e se l’avessi studiato lo sapresti; Marx voleva fare in modo che la gente stesse meglio, non fosse ignorante e che DI CONSEGUENZA non sentisse pi il bisogno della religione.

      Dire che gli atei hanno compiuto delle stragi e identificarli con i regimi comunisti totalmente privo di senso, ed sintomo di profonda ignoranza storica.

    • joe

      regazz, per se mi metti in bocca parole che non ho detto…
      1) ripeto: “Madre Teresa di Calcutta” e “Gandhi”…ti auguro solo che non capiti mai a te o a qualcuno che ti caro una brutta malattia come successo a me perch non so quanto sarcasmo ti resterebbe quando vedrai le persone a te vicine pregare e fare voti per chiedere un miracolo (che ogni tanto da qualche parte nel mondo accade davvero)
      2) “Passer pour un idiot aux yeux d’un imbcile est une volupt de fin gourmet.” i. e. un francese che vuole insegnare a un americano a parlare inglese fa la stessa figura che hai appena fatto: Marx uno dei padri dellateismo posthegeliano e lateismo per lui un “punto di partenza”: il comunismo marxista naturalmente ateismo e non potrebbe essere diverso, perci l’ateismo un presupposto del comunismo e siccome laddove si cercato di creare un regime comunista erano quasi sempre presenti movimenti religiosi questi andavano prima spazzati via (come sfortunatamente stato fatto)

      • max23

        Eviter di commentare il punto uno -.-
        Per quanto riguarda il punto due chiaro che confondi il pensiero di Marx con quello che stato fatto dai regimi comunisti, ma eviter di commentare anche qui, non credo nei miracoli.

      • joe

        tanto valeva evitare “letteralmente” di commentare no? ^_^

      • max23

        LOL
        -.-

    • Kriken

      Divertenti, voi credenti. Quando messi alle strette passate sempre agli insulti (voi, dico, perch sono proprio curioso di vedere in che punto della discussione siamo stati noi atei a insultare).
      Allora, Giosu capitolo 10, vv. 28-39.
      Sempre Giosu, capitolo 11, vv. 4-6.
      Giosu, capitolo 11, vv. 19-20.
      Re 1 capitolo 12, vv. 13-15.
      Re 2 capitolo 1, vv. 9-15.
      Eccetera. E questo solo per quanto riguarda il Vecchio Testamento. Il Nuovo sar anche pi blando, ma anche l non mancano espressioni e gesti violenti…ti dice nulla il “sono venuto non per unire, ma per dividere” oppure la storia del povero fico disseccato? O ancora i porci mandati ad annegare nel lago? Tutte azioni o frasi che hanno dato adito, nei secoli successivi, a giustificazioni per le violenze e le guerre della Chiesa. Queste stesse interpretazioni, stranissimamente, seguono l’evolversi della societ, e possono passare bellamente da violente a pacifiche. Dimmi se hai capito.

      Poi, la differenza tra il fedele che si fa saltare in aria, e lo strumento che permette questo, risiede nel fatto che le basi scientifiche dello strumento (e qui parlo di scienza, non di tecnica. Percepisci la differenza?) non sono intrinsecamente votate al far del male, la scienza (di nuovo, parlo di scienza e non di tecnica. Di nuovo, percepsci la differenza?) non n buona n cattiva. Mentre intrinseco nelle tre religioni monoteiste la volont, esplicitamente espressa, di oppressione e conquista, quest’ultima non necessariamente armata. Anche qua, dimmi se hai capito.

      Purtroppo per te, temo che su Madre Teresa tu abbia sorvolato perch non hai dati da contrapporre alle mie affermazioni. E sai benissimo che quello della glorificazione del dolore era il suo pensiero. Forse non sai che Gandhi affermava, con tutto il suo pacifismo ( e lui lo era veramente) che se un folle fosse entrato in un villaggio sparando all’impazzata con un mitragliatore…quel pazzo andava abbattuto. Lo sapevi? Tanto per dimostrarti qualcosa.
      Devi capire che Stalin, Mao e quelli che hanno invaso il Tibet non lo hanno fatto perch quelli erano credenti, lo hanno fatto per un loro progetto politico oppressivo.
      Ma la cosa che taglia la testa al toro in questa discussione, che in URSS, anche durante lo stalinismo, la religione era permessa…ma soltanto per quelle Chiese che si sottomettevano completamente al sistema stalinista; dunque quel comunismo non voleva la distruzione della religione, ma piuttosto la distruzione delle Chiese indipendenti. Cos come non voleva l’esistenza di partiti politici indipendenti, di sindacati indipendenti, di giornali indipendenti; partiti, sindacati, giornali e Chiese, in URSS esistevano, ma solamente quelli completamente sottomessi al sistema.
      Per essere cattolico, e non semplicemente cristiano, o un vago credente, non basta credere in dio, ma devi rispettare perlomeno ci che proclama il Credo niceno-costantinopolitano che dice, fra le altre cose “Credo la Chiesa una, santa, cattolica e apostolica.”. E se devi credere nella Chiesa, non puoi non credere e rispettare l’autorit dei suoi capi, che a te piaccia o non piaccia.
      Hai capito tutto? Non ho problemi a rispiegarti qualche punto oscuro, anche se posso solo il week-end. Ciao e stai rilassato.

  • Manuel

    Sinceramente non mi sono mai posto l’obiettivo di far cambiare idea a qualcuno, anche perch questi qualcuno sono talmente radicati nella loro convinzione che difficile anche solo pensare di fargli aprire gli occhi sull’ipocrisia che impermea il Nuovo Testamento dall’inizio alla fine.

    Tu continua a pregare il tuo Dio sperando che ti salvi la pellaccia e distrugga il male da questo mondo, io continuo a salvare le persone e me ne frego del resto.

    • inoshikacho

      anche se la mia opinione decisamente pi vicina a quella di Manuel che a quella di joe, credo che per il modo in cui Manuel, seguito a ruota da altri, si posto nei confronti i chi come joe abbia un’opinione diversa dalla sua, l’abbia fatto passare dalla parte del torto, almeno in questo frangente

      • Kriken

        Che i credenti siano intolleranti e violenti un dato di fatto, e vabb, ma i cosiddetti “atei devoti” che nonostante abbiano sotto gli occhi tutti i giorni l’arroganza dei loro compari che hanno scelto la croce al posto della testa e continuano a difenderli sono quanto di pi viscido abbia mai visto in vita mia. L’utente joe ha chiamato me e Manuel “idioti” (e a me personalmente ha dato del “tonto vero”), ma voi ovviamente non ci avete fatto caso. Boh, mi ripugnate un pochino.

  • ichigo2

    Va bene gente, direi che sufficiente :getlost:
    parlate dell’omicidio compiuto, parlate di esorcismi in generale, ma se si comincia a parlare di religioni o non religioni alla fine si va solo che a sguazzare nel flame.
    Ci sono troppi pensieri differenti….

  • joe

    da non credere… passato un mese da quando stato scritto quest’articolo c’ ancora gente che torna a controllare se qualcuno ha osato prendersi l’ultima parola togliendola a loro, loro che “hanno sempre ragione” “sono a priori dalla parte del giusto” “non possono permettere che qualcuno metta in dubbio la loro verit rivelata” (ovviamente stavolta non mi riferisco a Manuel che ha avuto perlomeno il buon senso di non andare pi avanti con la polemica ma col suo “adepto” Kraken o Kruken)
    come avevo gi detto pi che evidente qual la posizione che tenta di schiacciare l’altra a prescindere in quanto NON interessata al dialogo ma solo alla demonizzazione della controparte, palese chi qui ne sta approfittando per trolleggiare e flammare senza riserve e senza considerare il proprio nemico virtuale degno del rispetto di cui godrebbe qualsiasi altro essere umano… proprio una fortuna che abbia letto un tuo commento fra gli ultimi inseriti stamattina cos posso approfittarne per mostrare ancora una volta la TUA (perch io non generalizzo: come ho gi detto giudico le persone in base alle singole scelte che compiono ogni volta che devono scegliere di fare qualcosa) ipocrisia, parzialit, 2 pesi 2 misure come si suol dire.

    incomincio a rispondere dall’ultimo messaggio anche se non riguarda direttamente me: che cos’ha detto inoshikacho da farti ripugnare? che nonostante non la pensi come me in materia religiosa ha cercato di leggere la discussione in maniera obbiettiva e ha visto che tu e Manuel avete trasformato un articolo sulla morte tragica di una ragazzina in un campo di battaglia personale contro chiunque non condivida la vostra opinione sulla religione? ha detto per caso che ho ragione io o di difendere l’operato di quei 2 assassini? a me pare che abbia semplicemente detto che il vostro modo di porvi nei confronti di chi non la pensa come voi (e non parlo solo di me ma di chiunque al mondo) stato da prevenuti a prescindere o forse ho letto un altro commento rispetto a quello che hai letto tu? gi: “chissenefrega” se non so nulla della persona che ho di fronte e se non mi ha mancato di rispetto prima che lo facessi io: mi basta sapere che non atea per avere un quadro completo di lei (e sapere (magari errando) che non ha mai fatto volontariato in vita sua e che non sta tutt’ora facendo servizio civile) e sentirmi in diritto di mancarle di rispetto in quanto indegna di esso…per me invece sono questo genere di persone a essere viscide: dei vermi che hanno il “coraggio” di sparare a zero contro tutti quelli che non condividono le loro stesse idee (e che bell’esempio di mente aperta e libera!) quando sono dietro lo schermo di un PC perch sanno che se facessero simili affermazioni in pubblico mostrando a tutti le smisurate dimensioni del proprio ego non ne uscirebbero incolumi! dimenticavo: ti avr anche dato del “finto tonto, o pi probabilmente tonto vero” che fa finta di non capire oppure evita di proposito di leggere e rispondere ai punti “scomodi” ma chi ha dato degli “idioti” agli altri non sono stato io; io ho semplicemente riportato la citazione che ho attribuito al vostro modo di pensare (il che significa che chi la pronuncia non affatto diverso da voi in quanto a complesso di superiorit): “Inutile parlare. Tanto questo branco di idioti non capirebbe mai.”

    “Divertenti, voi credenti. Quando messi alle strette passate sempre agli insulti (voi, dico, perch sono proprio curioso di vedere in che punto della discussione siamo stati noi atei a insultare).”
    parlavo di parzialit e di vedere solo ci che fa comodo…ho cominciato a scrivere in questa discussione proprio in risposta all’insulto di Manuel (che tu puoi non vedere come un insulto ma come una verit, anzi ne sono convinto) che dava a chiunque non fosse ateo del drogato ignorante e che quando gliel’ho fatto presente con modi civili e pacati ha ribadito, senza contare tutto ci che ne conseguito fino alle “ridicole credenze” con cui ho deciso di smettere di rispondergli perch non facevo che alimentare il troll che era in lui e credo che a questo punto dovr fare lo stesso anche con te come faccio di solito con chi cos colmo di arroganza e di disprezzo verso gli altri solo per pregiudizio
    “Eccetera. E questo solo per quanto riguarda il Vecchio Testamento. Il Nuovo sar anche pi blando, ma anche l non mancano espressioni e gesti violentiti dice nulla il sono venuto non per unire, ma per dividere oppure la storia del povero fico disseccato? O ancora i porci mandati ad annegare nel lago? Tutte azioni o frasi che hanno dato adito, nei secoli successivi, a giustificazioni per le violenze e le guerre della Chiesa. Queste stesse interpretazioni, stranissimamente, seguono levolversi della societ, e possono passare bellamente da violente a pacifiche. Dimmi se hai capito.”
    certo: bla bla bla…non vali il tempo che impiegherei a riportarti le interpretazioni che hanno queste metafore per la Chiesa e d’altronde tu sei interessato a tutto fuorch a conoscere le “barzellette” dei tuoi nemici giurati ma se vai (come no, magari alle calende greche) anche solo una volta a sentire la predica di un sacerdote dopo la lettura di uno di quei passi potrai aprire gli occhi…anzi no, quelli te li sei gi cuciti per non poter pi vedere di proposito cos da essere libero d’immaginarti e di supporre tutto quel che vuoi senza dover usare il senso della vista (anche questa una metafora, ma io preferisco il detto “non c’ peggior sordo di chi non vuol sentire”); e da qui la mia risposta sul tuo discorso delle interpretazioni: cos come qualche fanatico pu interpretare a piacimento una parola o una frase scritta secoli prima in modo da far del male agli altri, cos qualche guerrafondaio pu servirsi di scoperte scientifiche fatte secoli prima per far del male agli altri anche se la scienza non le ha inventate per quello scopo…dimmi se hai capito

    Poi, la differenza tra il fedele che si fa saltare in aria, e lo strumento che permette questo, risiede nel fatto che le basi scientifiche dello strumento (e qui parlo di scienza, non di tecnica. Percepisci la differenza?) non sono intrinsecamente votate al far del male, la scienza (di nuovo, parlo di scienza e non di tecnica. Di nuovo, percepsci la differenza?) non n buona n cattiva. Mentre intrinseco nelle tre religioni monoteiste la volont, esplicitamente espressa, di oppressione e conquista, questultima non necessariamente armata. Anche qua, dimmi se hai capito.”
    ecco qui ti volevo: tu dici che la scienza che d origine a uno strumento (e la radioattivit non uno strumento, casomai lo l’atomica) che pu essere usato per fare del male non ha come scopo il fare del male (dimmi se ho capito) ma che invece le religioni (non so perch ti fissi su quelle monoteiste quando l’articolo parla di Buddismo, probabilmente come ho gi detto all’altro sopra pi che ateo sei anticattolico e rigiri la frittata come pi ti fa comodo) hanno intrinsecamente lo scopo di fare del male (anche qui dimmi se ho capito)…non credo di dover aggiungere altro all’arroganza che hai mostrato con tali affermazioni, hai semplicemente la verit in tasca e disprezzi chiunque non riconosca ci, solo perch TU affermi che le religioni non possono prescindere dall’oppressione e dalla conquista cos: “dicis ergo est” (lo dici TU quindi lo ) ti ringrazio per la lezione di umilt e per aver fatto imparare a un povero credente come dovrebbe essere libera e aperta la sua mente!

    “Purtroppo per te, temo che su Madre Teresa tu abbia sorvolato perch non hai dati da contrapporre alle mie affermazioni. E sai benissimo che quello della glorificazione del dolore era il suo pensiero. Forse non sai che Gandhi affermava, con tutto il suo pacifismo ( e lui lo era veramente) che se un folle fosse entrato in un villaggio sparando allimpazzata con un mitragliatorequel pazzo andava abbattuto. Lo sapevi? Tanto per dimostrarti qualcosa.”
    dai che mi diverto: “dati” da contrapporre alle tue “affermazioni”? perch ovviamente la tua semplice affermazione equivale a un dato di fatto e non hai bisogno di provare n dimostrare niente! solita storia: 2 pesi 2 misure… a me risulta che Madre Teresa abbia aiutato e salvato Dio sa quanti esseri umani che senza di lei sarebbero morti da tempo, ma ovviamente tu mi richiederai una prova scritta e documentata su tale affermazione risaputa da chiunque, gi che ci sei chiedimi pure di dimostrarti che Cesare fu assassinato con 23 pugnalate mentre io non posso fare altrettanto con le “tue” affermazioni perch in quanto “tue” costituiscono di per s una prova inconfutabile; per quanto riguarda Gandhi non mi pare che la sua affermazione (l’ho sentita adesso la 1^ volta ma non oso neppure dubitarne, fra un po’ salter fuori che Budda viene adorato perch la sua religione prevede l’uccisione degli altri esseri viventi, mah) dimostri che lui non era un pacifista ma semplicemente che non era un povero imbecille (ma quello gi implicito nel fatto che non era ateo vero?)
    “Devi capire che Stalin, Mao e quelli che hanno invaso il Tibet non lo hanno fatto perch quelli erano credenti, lo hanno fatto per un loro progetto politico oppressivo.”
    eh s “devo capire” io, perch tu invece sai tutto! non c’ dubbio che il loro progetto politico fosse oppressivo e che abbiano stravolto la filosofia comunista di Marx, ma ciononostante hanno sterminato i monaci buddisti tibetani non in quanto tibetani ma in quanto buddisti che rifiutavano di rinnegare la propria fede (o magari anche senza che venisse loro chiesto di farlo)
    “Ma la cosa che taglia la testa al toro in questa discussione, che in URSS, anche durante lo stalinismo, la religione era permessama soltanto per quelle Chiese che si sottomettevano completamente al sistema stalinista; dunque quel comunismo non voleva la distruzione della religione, ma piuttosto la distruzione delle Chiese indipendenti. Cos come non voleva lesistenza di partiti politici indipendenti, di sindacati indipendenti, di giornali indipendenti; partiti, sindacati, giornali e Chiese, in URSS esistevano, ma solamente quelli completamente sottomessi al sistema.”
    questo avvenuto in seguito, inizialmente la religione era un male (proprio come la vedi tu) un nemico da debellare e cos stato fatto, in seguito si saranno resi conto che politicamente parlando un’alleanza con una confessione che riconoscesse il regime comunista era pi conveniente che inimicarsi un numero maggiore di persone solo perch credenti…
    “Per essere cattolico, e non semplicemente cristiano, o un vago credente, non basta credere in dio, ma devi rispettare perlomeno ci che proclama il Credo niceno-costantinopolitano che dice, fra le altre cose Credo la Chiesa una, santa, cattolica e apostolica.. E se devi credere nella Chiesa, non puoi non credere e rispettare lautorit dei suoi capi, che a te piaccia o non piaccia.”
    ehm…cosa? mi sa che non ho ben capito il tuo discorso, stavolta s, pi che altro mi pare non abbia capo n coda…chi ha mai detto di non riconoscere l’autorit dei capi della Chiesa? proprio in quanto credente e conoscitore della mia religione riesco a vedere quando un membro del clero si allontana dalla Parola di Dio ma ci non significa che io lo ripudi…ti ricordo, o meglio t’informo dato che non sembri saperlo che al centro della vita di un Cattolico c’ Cristo, non il Papa: Cristo che salva, non il Papa che solo il suo umile servitore! comunque quando non sai pi su che vetri arrampicarti metti agli altri parole che non hanno detto? mah, pessimo…
    “Hai capito tutto? Non ho problemi a rispiegarti qualche punto oscuro, anche se posso solo il week-end. Ciao e stai rilassato.”
    s me essere povero defiCEnte e no capire beata mazza meno male esserci tu che tu avere s capito tutto di vita a illuminare noi povere menti scure! ciao e cerca di vincere il tuo disturbo ossessivo-compulsivo che ti spinge ad anteporre a cose ben pi importanti la necessit fisiologica di non lasciare che un credente su questo sito abbia l’ultima parola invece di te, non sia mai!

    in ogni caso alla prossima segnalo a un moderatore questa situazione, sar lui a giudicare chi di noi 2 sta insultando e mancando di rispetto all’altro (anzi, agli altri) trasformando una discussione sull’assassinio di una tredicenne da parte di un fanatico buddista in una crociata contro la religione cattolica.

  • joe

    da non credere… passato un mese da quando stato scritto quest’articolo c’ ancora gente che torna a controllare se qualcuno ha osato prendersi l’ultima parola togliendola a loro, loro che “hanno sempre ragione” “sono a priori dalla parte del giusto” “non possono permettere che qualcuno metta in dubbio la loro verit rivelata” (ovviamente stavolta non mi riferisco a Manuel che ha avuto perlomeno il buon senso di non andare pi avanti con la polemica ma col suo “adepto” Kraken o Kruken)
    come avevo gi detto pi che evidente qual la posizione che tenta di schiacciare l’altra a prescindere in quanto NON interessata al dialogo ma solo alla demonizzazione della controparte, palese chi qui ne sta approfittando per trolleggiare e flammare senza riserve e senza considerare il proprio nemico virtuale degno del rispetto di cui godrebbe qualsiasi altro essere umano… proprio una fortuna che abbia letto un tuo commento fra gli ultimi inseriti stamattina cos posso approfittarne per mostrare ancora una volta la TUA (perch io non generalizzo: come ho gi detto giudico le persone in base alle singole scelte che compiono ogni volta che devono scegliere di fare qualcosa) ipocrisia, parzialit, 2 pesi 2 misure come si suol dire.

    incomincio a rispondere dall’ultimo messaggio anche se non riguarda direttamente me: che cos’ha detto inoshikacho da farti ripugnare? che nonostante non la pensi come me in materia religiosa ha cercato di leggere la discussione in maniera obbiettiva e ha visto che tu e Manuel avete trasformato un articolo sulla morte tragica di una ragazzina in un campo di battaglia personale contro chiunque non condivida la vostra opinione sulla religione? ha detto per caso che ho ragione io o di difendere l’operato di quei 2 assassini? a me pare che abbia semplicemente detto che il vostro modo di porvi nei confronti di chi non la pensa come voi (e non parlo solo di me ma di chiunque al mondo) stato da prevenuti a prescindere o forse ho letto un altro commento rispetto a quello che hai letto tu? gi: “chissenefrega” se non so nulla della persona che ho di fronte e se non mi ha mancato di rispetto prima che lo facessi io: mi basta sapere che non atea per avere un quadro completo di lei (e sapere (magari errando) che non ha mai fatto volontariato in vita sua e che non sta tutt’ora facendo servizio civile) e sentirmi in diritto di mancarle di rispetto in quanto indegna di esso…per me invece sono questo genere di persone a essere viscide: dei vermi che hanno il “coraggio” di sparare a zero contro tutti quelli che non condividono le loro stesse idee (e che bell’esempio di mente aperta e libera!) quando sono dietro lo schermo di un PC perch sanno che se facessero simili affermazioni in pubblico mostrando a tutti le smisurate dimensioni del proprio ego non ne uscirebbero incolumi! dimenticavo: ti avr anche dato del “finto tonto, o pi probabilmente tonto vero” che fa finta di non capire oppure evita di proposito di leggere e rispondere ai punti “scomodi” ma chi ha dato degli “idioti” agli altri non sono stato io; io ho semplicemente riportato la citazione che ho attribuito al vostro modo di pensare (il che significa che chi la pronuncia non affatto diverso da voi in quanto a complesso di superiorit): “Inutile parlare. Tanto questo branco di idioti non capirebbe mai.”

    “Divertenti, voi credenti. Quando messi alle strette passate sempre agli insulti (voi, dico, perch sono proprio curioso di vedere in che punto della discussione siamo stati noi atei a insultare).”
    parlavo di parzialit e di vedere solo ci che fa comodo…ho cominciato a scrivere in questa discussione proprio in risposta all’insulto di Manuel (che tu puoi non vedere come un insulto ma come una verit, anzi ne sono convinto) che dava a chiunque non fosse ateo del drogato ignorante e che quando gliel’ho fatto presente con modi civili e pacati ha ribadito, senza contare tutto ci che ne conseguito fino alle “ridicole credenze” con cui ho deciso di smettere di rispondergli perch non facevo che alimentare il troll che era in lui e credo che a questo punto dovr fare lo stesso anche con te come faccio di solito con chi cos colmo di arroganza e di disprezzo verso gli altri solo per pregiudizio
    “Eccetera. E questo solo per quanto riguarda il Vecchio Testamento. Il Nuovo sar anche pi blando, ma anche l non mancano espressioni e gesti violentiti dice nulla il sono venuto non per unire, ma per dividere oppure la storia del povero fico disseccato? O ancora i porci mandati ad annegare nel lago? Tutte azioni o frasi che hanno dato adito, nei secoli successivi, a giustificazioni per le violenze e le guerre della Chiesa. Queste stesse interpretazioni, stranissimamente, seguono levolversi della societ, e possono passare bellamente da violente a pacifiche. Dimmi se hai capito.”
    certo: bla bla bla…non vali il tempo che impiegherei a riportarti le interpretazioni che hanno queste metafore per la Chiesa e d’altronde tu sei interessato a tutto fuorch a conoscere le “barzellette” dei tuoi nemici giurati ma se vai (come no, magari alle calende greche) anche solo una volta a sentire la predica di un sacerdote dopo la lettura di uno di quei passi potrai aprire gli occhi…anzi no, quelli te li sei gi cuciti per non poter pi vedere di proposito cos da essere libero d’immaginarti e di supporre tutto quel che vuoi senza dover usare il senso della vista (anche questa una metafora, ma io preferisco il detto “non c’ peggior sordo di chi non vuol sentire”); e da qui la mia risposta sul tuo discorso delle interpretazioni: cos come qualche fanatico pu interpretare a piacimento una parola o una frase scritta secoli prima in modo da far del male agli altri, cos qualche guerrafondaio pu servirsi di scoperte scientifiche fatte secoli prima per far del male agli altri anche se la scienza non le ha inventate per quello scopo…dimmi se hai capito

    Poi, la differenza tra il fedele che si fa saltare in aria, e lo strumento che permette questo, risiede nel fatto che le basi scientifiche dello strumento (e qui parlo di scienza, non di tecnica. Percepisci la differenza?) non sono intrinsecamente votate al far del male, la scienza (di nuovo, parlo di scienza e non di tecnica. Di nuovo, percepsci la differenza?) non n buona n cattiva. Mentre intrinseco nelle tre religioni monoteiste la volont, esplicitamente espressa, di oppressione e conquista, questultima non necessariamente armata. Anche qua, dimmi se hai capito.”
    ecco qui ti volevo: tu dici che la scienza che d origine a uno strumento (e la radioattivit non uno strumento, casomai lo l’atomica) che pu essere usato per fare del male non ha come scopo il fare del male (dimmi se ho capito) ma che invece le religioni (non so perch ti fissi su quelle monoteiste quando l’articolo parla di Buddismo, probabilmente come ho gi detto all’altro sopra pi che ateo sei anticattolico e rigiri la frittata come pi ti fa comodo) hanno intrinsecamente lo scopo di fare del male (anche qui dimmi se ho capito)…non credo di dover aggiungere altro all’arroganza che hai mostrato con tali affermazioni, hai semplicemente la verit in tasca e disprezzi chiunque non riconosca ci, solo perch TU affermi che le religioni non possono prescindere dall’oppressione e dalla conquista cos: “dicis ergo est” (lo dici TU quindi lo ) ti ringrazio per la lezione di umilt e per aver fatto imparare a un povero credente come dovrebbe essere libera e aperta la sua mente!

    “Purtroppo per te, temo che su Madre Teresa tu abbia sorvolato perch non hai dati da contrapporre alle mie affermazioni. E sai benissimo che quello della glorificazione del dolore era il suo pensiero. Forse non sai che Gandhi affermava, con tutto il suo pacifismo ( e lui lo era veramente) che se un folle fosse entrato in un villaggio sparando allimpazzata con un mitragliatorequel pazzo andava abbattuto. Lo sapevi? Tanto per dimostrarti qualcosa.”
    dai che mi diverto: “dati” da contrapporre alle tue “affermazioni”? perch ovviamente la tua semplice affermazione equivale a un dato di fatto e non hai bisogno di provare n dimostrare niente! solita storia: 2 pesi 2 misure… a me risulta che Madre Teresa abbia aiutato e salvato Dio sa quanti esseri umani che senza di lei sarebbero morti da tempo, ma ovviamente tu mi richiederai una prova scritta e documentata su tale affermazione risaputa da chiunque, gi che ci sei chiedimi pure di dimostrarti che Cesare fu assassinato con 23 pugnalate mentre io non posso fare altrettanto con le “tue” affermazioni perch in quanto “tue” costituiscono di per s una prova inconfutabile; per quanto riguarda Gandhi non mi pare che la sua affermazione (l’ho sentita adesso la 1^ volta ma non oso neppure dubitarne, fra un po’ salter fuori che Budda viene adorato perch la sua religione prevede l’uccisione degli altri esseri viventi, mah) dimostri che lui non era un pacifista ma semplicemente che non era un povero imbecille (ma quello gi implicito nel fatto che non era ateo vero?)
    “Devi capire che Stalin, Mao e quelli che hanno invaso il Tibet non lo hanno fatto perch quelli erano credenti, lo hanno fatto per un loro progetto politico oppressivo.”
    eh s “devo capire” io, perch tu invece sai tutto! non c’ dubbio che il loro progetto politico fosse oppressivo e che abbiano stravolto la filosofia comunista di Marx, ma ciononostante hanno sterminato i monaci buddisti tibetani non in quanto tibetani ma in quanto buddisti che rifiutavano di rinnegare la propria fede (o magari anche senza che venisse loro chiesto di farlo)
    “Ma la cosa che taglia la testa al toro in questa discussione, che in URSS, anche durante lo stalinismo, la religione era permessama soltanto per quelle Chiese che si sottomettevano completamente al sistema stalinista; dunque quel comunismo non voleva la distruzione della religione, ma piuttosto la distruzione delle Chiese indipendenti. Cos come non voleva lesistenza di partiti politici indipendenti, di sindacati indipendenti, di giornali indipendenti; partiti, sindacati, giornali e Chiese, in URSS esistevano, ma solamente quelli completamente sottomessi al sistema.”
    questo avvenuto in seguito, inizialmente la religione era un male (proprio come la vedi tu) un nemico da debellare e cos stato fatto, in seguito si saranno resi conto che politicamente parlando un’alleanza con una confessione che riconoscesse il regime comunista era pi conveniente che inimicarsi un numero maggiore di persone solo perch credenti…
    “Per essere cattolico, e non semplicemente cristiano, o un vago credente, non basta credere in dio, ma devi rispettare perlomeno ci che proclama il Credo niceno-costantinopolitano che dice, fra le altre cose Credo la Chiesa una, santa, cattolica e apostolica.. E se devi credere nella Chiesa, non puoi non credere e rispettare lautorit dei suoi capi, che a te piaccia o non piaccia.”
    ehm…cosa? mi sa che non ho ben capito il tuo discorso, stavolta s, pi che altro mi pare non abbia capo n coda…chi ha mai detto di non riconoscere l’autorit dei capi della Chiesa? proprio in quanto credente e conoscitore della mia religione riesco a vedere quando un membro del clero si allontana dalla Parola di Dio ma ci non significa che io lo ripudi…ti ricordo, o meglio t’informo dato che non sembri saperlo che al centro della vita di un Cattolico c’ Cristo, non il Papa: Cristo che salva, non il Papa che solo il suo umile servitore! comunque quando non sai pi su che vetri arrampicarti metti agli altri parole che non hanno detto? mah, pessimo…
    “Hai capito tutto? Non ho problemi a rispiegarti qualche punto oscuro, anche se posso solo il week-end. Ciao e stai rilassato.”
    s me essere povero defiCEnte e no capire beata mazza meno male esserci tu che tu avere s capito tutto di vita a illuminare noi povere menti scure! ciao e cerca di vincere il tuo disturbo ossessivo-compulsivo che ti spinge ad anteporre a cose ben pi importanti la necessit fisiologica di non lasciare che un credente su questo sito abbia l’ultima parola invece di te, non sia mai!

    in ogni caso alla prossima segnalo a un moderatore questa situazione, sar lui a giudicare chi di noi 2 sta insultando e mancando di rispetto all’altro (anzi, agli altri) trasformando una discussione sull’assassinio di una tredicenne da parte di un fanatico buddista in una crociata contro la religione cattolica.